Augur of Bolas: il re nascosto dei mari

da | Feb 22, 2019 | Pietro Bragioto

Andiamo al nocciolo della questione senza troppi fronzoli: in questo articolo parlerò di come Augur of Bolas (AoB da qui in poi) dà forma al nostro metagame e del perchè, a mio avviso, sarebbe meritevole di Ban.

Questa valanga di opinioni non richieste e personali andrà a travolgere 3 vallate:

  1. Cosa viene invalidato da AoB?
  2. Ruolo di AoB nella sua schiera di archetipi più vincenti;
  3. Come sarebbe il mondo senza tritoni, ovvero cosa cambierebbe nel caso di un suo Ban.

 

1) Sotto il Tridente di sua Maestà

Una carta è meritevole di finire sotto il famoso “Ban Hammer” se soddisfa dei particolari requisiti: uno tra questi è sicuramente l’oppressività, ossia non rendere giocabili competitivamente molti archetipi, forse troppi.
Questo piccolo demerito non restringe solamente gli orizzonti del meta ma diventerà colpevole dell’allontanamento di molti player dal formato, giocatori degli archetipi diventati “ingiocabili”.

Ricordo, non senza un velo di malinconia, l’era di Peregrine Drake: potevi giocare Aggro, Tempo e mazzi singolari in stile Aura o Affinity, quello che non potevi assolutamente mettere nel portamazzo erano i mazzi Tron e Midrange.
Non importava quanto hate e come buildassi i main settati: se avevi un minimo di amor proprio, sapevi benissimo che eri minimo un passo indietro a Drake, Mu che avresti sicuramente trovata in sala salvo slalom olimpionici, sempre dietro.
Sempre.

Tornando a parlare di Re Tritone, ecco cosa viene soffocato dalla sua presenza:

 

–  Aggro:

Gioco il mio onesto 2/2 Random ed inizio a girare il board, sembra onesto!
Gioco il mio AoB che bloccherà un tuo pezzo per i giorni a venire e magari mi aggiunge alla mano un Lightning Bolt / Snuff Out, non sembra molto fair…

I 2×1 sono all’ordine del giorno nel panorama Pauper, vedi Gush che non è di certo l’incubo di ogni aggro tant’è che i Gush Player sperano di vederne una al massimo nel MU: una carta che genera vantaggio carte all’oppo non dà troppo fastidio ad un aggro, ma un 2×1 che impatti il Board e che costi solo 2 mana è tutta un’altra storia.

Qualcuno potrebbe obiettare che un 1/3 in board a costo 2 non sia nulla di chè contro un aggro e che Stompy può risolvere il problema con Rancor, Hunger of the Howlpack e compagnia bella, il problema non sta solo in questo tritone che fa il 2×1 a un costo risibile.Il vero problema è che ad avere accesso a questa possibilità siano mazzi Blu, Delver in primis, che prima di esso soffrivano Aggro enormemente di più: ora possono permettersi il lusso di giocarsela già di main senza essere settati contro aggro in specifico.In poche parole, AoB copre una debolezza storica dei mazzi Delver: la loro indisposizione strutturale nel fronteggiare aggro consistenti come Stompy.

Un tempo Mono U Delver cercava di schivare Stompy, ora UR Delver può giocarsela con una certa tranquillità; una volta UB Delver era impensabile, anche per il fatto che aggro era un problema senza il rosso, ora c’è il tritone che fa quadrare i conti e che permette di giocarsela dove prima si osava a malapena sperare in una carta da side risolutiva o in una partenza da sogno in stile doppio Delver.
Ora giocarsela contro Aggro non è più un sogno, è la norma.

 

–  Ninja of the Deep Hours

Nell’era pre-Bolas, l’archetipo tempo si identificava in un solo archetipo, ossia Mono U Delver. Oltre alle classiche partite protect the Delver, il vecchio re puntava a snowballare molti Mu grazie ad un ninja early o in midgame protetto da rimbalzini e counter di vario genere.

Ora con AoB, ninja ha perso molto del suo potenziale dal momento che un 1/3 risolto di secondo, mette in seria discussione tutto il piano ninja considerando anche il fatto che giocare bounce-spell su AoB avversario non è il massimo. Bolas è diverso da un qualsiasi botto su ninja che ne invalida il card draw: il tritone è una giocata proattiva che, oltre a fare vantaggio carte di qualità, impatta il board impedendo determinate giocate all’avversario.

L’oppo non è più al sicuro sninjato protetto da counter, l’oppo dovrebbe counterare ogni nostro Merfolk prima di far ninja per permettersi il piano snowball; altrimenti ninja diventa un oneroso auto-rimbalzino che cantrippa.

Il vero problema del Mu Mono U Delver Vs la controparte UR non è la sola presenza dei botti, ma il non poter snowballare una posizione di vantaggio tempo o carte grazie a Ninja in maniera consistente: il giocatore monocolor deve sperare di raggiungere in qualche modo un consistente vantaggio carte grazie a multiple Spellstutter Sprite o che Spire Golem possa carriare il game, rimane sempre la speranza che l’oppo non veda AoB o se li veda counterare.

 

–  Edict effect

Da quando esiste il Pauper UB Alchemy e MBC hanno fatto un discreto affidamento sugli editti per completare il parco removal, soprattutto Chainer’s Edict che in late diventava un 2×1. In questo meta giocare editti è abbastanza stupido: tra Thraben Inspector e Battle Screech non sono consigliati contro boros, nemmeno contro Delver.decks son così performanti per l’onnipresenza di AoB.

 

– Midrange

In un qualsiasi Mu dove il vantaggio carte ed i trade favorevoli sono la chiave per la vittoria, AoB presenta una minaccia di dimensioni enormi qualora fosse accompagnato da Ninja of the Deep Hours. Prendiamo come esempio il Mu UR Delver vs Boros o semplicemente un Mirror di UR Delver: se risolvo un AoB e l’oppo non ha bloccanti convincenti (che comunque potrei rimuovere con i miei botti), l’avversario si trova davanti ad un dilemma dove nessuna uscita è vantaggiosa.

La giocata più safe è rimuovere subito il tritone dal campo, in quanto quest’ultimo se sninjato rappresenterebbe un 3×1 nel caso ninja non connetta in quanto AoB rigiocato farebbe ancora vantaggio carte diventanto qualcosa più del 2×1 iniziale.
Tuttavia, usando il mio botto su AoB, non sono stato “solo” vittima di un 2×1, ma non ho più il botto per future sninjate avversarie oppure per giocare attorno a Spellstutter Sprite.

In poche parole, AoB non è un semplice 2×1 in questi MU ma, grazie a Ninja, un 2×1 che può degenerare facilmente snowballando il game.
In pratica AoB è, allo stesso tempo, la carta che smorza i ninja avversari e l’enabler più forte di ninja: ninja “è alla mercè” del re dei mari.Indovinate qual’è l’unica giocata nel mirror, escluso Counterspell, che ci fa uscire senza svantaggi da una giocata dell’oppo di AoB?
Giocare a nostra volta AoB!

Ora, il fatto che il power level di una carta dipenda sia nel bene che nel male da un’altra (ninja e AoB) e che l’unica risposta non-counter ad una giocata forte sia giocare la stessa carta, mi sembra un serpente che si morde la coda.

 

2) All hail the fish

Dopo aver visto quali tattiche di guerra sono in qualche modo invalidate da AoB, andiamo a vedere la sua posizione all’interno dei mazzi dove viene giocato, ossia UB Angler e Ur Delver in primis, ma anche UW Tribe e UR Kiln.

 

– UR Delver

In questo mazzo svolge il duplice ruolo di contenere gli aggro, andando a sopperire ad eventuali rallentamenti per la manabase, e a rappresentare la miglior giocata contro mirror e midrange grazie alla costate minaccia di ninja.

Molto importante anche il suo ruolo come peschino aggiuntivo, nel senso che lascia al player un maggior angolo di manovra nella card selection consentendo di girare ancora la ruota e cercare removal o wratte di side Vs Aggro o Elfi, Counter vs Tron e Gush contro altri Midrange.

Quindi oltre ad essere un 2×1 che impatta il board e  può degenerare, offre anche card selection spesso quando rivela 2 o più opzioni ed in molti casi, tranne in episodi di mana screw, scegliere instant o sorcery tra le prime 3 è preferibile dal pescare una carta random.

Un’altra utilità di nicchia dell’inquilino marino la riscontriamo contro Affinity, dove oltre che a bloccare una early aggression di Frogmite si combina efficacemente con Lightning Bolt per traddare un nostro 4-4 senza andare in svantaggio carte: virtualmente quindi nel MU, AoB upgrada il nostro parco removal raggiungendo il 4 di costituzione.
Ops, ho coperto un altro angolo debole!

In poche parole, AoB ha dato vita nel Pauper competitivo a UR Delver dando al mazzo tutto ciò che prima mancava: ossia un drop a 2 che fa essenzialmente ogni cosa salvo tirarti fuori dalla manascrew, in passato UR non era giocabile Delver ma solamente nella versione flicker proprio per la mancanza di in drop così basso ed incisivo.

 

–  UB Angler:

Questo archetipo ha sempre avuto il problema di trovare l’equilibrio tra peschini, counter, removal e vantaggio carte; un enigma che non vede soluzione perchè anche se trovate l’esatta miscela per un determinato Mu, quella miscela non andrà mai bene per minimo altri tre Mu…

AoB fornisce al mazzo la duttilità di cui aveva bisogno, fungendo praticamente da slot Jolly: blocca il terreno da ninja e pezzi aggro per i quali sarebbero necessarie ulteriori removal e non fa morire il mazzo nel midgame continuando a scavare per peschini o Gush, rendendo alla stesso tempo più consistenti sidate determinanti come Shrivel contro Boros Bully o Hydroblast contro Burn.

L’unica cosa che Bolas non trova nel mazzo sono le lande o le minacce, alle quali può arrivare comunque indirettamente rivelando peschino in stile Preordain; resta il fatto che anche qui AoB si rivela essere il tassello mancante ed il collante che perfette il giusto adattamento per ogni Mu.

 

– Altro:

In UW Tribe e UR Cane, AoB svolge il fondamentale ruolo di parafulmine per editto: i due mazzi combo sono sempre stati storicamente scoperti in questo angolo in quanto non ha senso mettere countera stregoneria o onerosi counter secchi di main, ribadisco anche che il tritone è una risposta proattiva ad editto ossia io lo gioco e mi faccio il 2×1 mentre resto protetto da un futuro Chainer’s Edict.
Da non sminuire anche il fatto che il tritone riduce la race di aggro ai nistri danni, regalandoci quel turno in più necessario per il completamento dei tasselli della nostra combo.

Essere un cantrip overcosted ma coprire allo stesso tempo gli angoli deboli dei combo, ossia editti e ninja, sembra un buon affare, forse troppo.In altri mazzi come Ub Alchemy o strane versioni di UR Control, Bolas ricopre l’utile ruolo di muretto value vs pezzi piccoli e ninja consentendo di non dover maindeckare un numero eccessivo di removal in favore di un maggior numero di counter, manipolazione e vantaggio carte.

 

3) Un futuro ritorno al passato

Per tutti i motivi sopra citati, AoB è risultato essere il tassello mancante per molti archetipi, potenziandoli e coprendo anche molte loro debolezze naturali.
Ma cosa accadrebbe nel caso di un ritorno al passato?
Cosa cambierebbe se la Wizzy tornasse sui propri passi bandendo i suoi pericolosi esperimenti di downgrade, AoB e Palace Sentinels in primis?

Si avrebbe un parziale ritorno al passato con un meta più variegato e meno oppresso, senza una carta così solida che copra i naturali punti deboli dei Blu based:

– ritorno di Mono U Delver ai tavoli alti: non che Mono U attualmente sia un pesce fuor d’acqua, ma UR Delver e Boros Monarch tagliano decisamente uno dei pochi mazzi tempo fuori dal meta che conta;

– mazzi Bx giocabili: senza più AoB che punisce gli edict effect e che sblocca sninjate fatali, MBC e UB Alchemy potrebbero tornare ad aspirare concretamente alle top 8 dei vari tornei senza favori divini;

– UB più tempo: l’odierno UB Angler Delver sopravviverebbe adottando la build con gli Elusive Spellfist, ciò darebbe maggiore poesia al mazzo rendendolo più tempo e meno opprimente nel meta levando a quest’ultimo una certa dose di consistenza nel midgame

– Aggro senza paranoie: giocare aggro con una massiccia presenza tritoni in giro è un metacall suicida, come se la presenza malata di Prismatic Strands nel formato non fosse abbastanza avvilente.
Se si tolgono gli AoB dall’equazione, aggro diventa effettivamente una fetta del meta competitivo dimostrando al meta la potenza di Burning Tree Emissary la cui unica colpa è stata quella di essere downgradata in contemporanea al tiranno AoB;

– UR Delver muore: questa potrebbe essere l’unica perdita da questo fanta ban, questo finto tempo cesserebbe di esistere nel competitive e potrebbe evolversi in UR Flicker settato post side per fronteggiare Tron;

Il ritorno al passato, come accennavo, sarebbe solo parziale rispetto al mondo pre downgrade di AoB perchè resterebbero carte come Seeker of the Way, Lead the Stampede, Burning Tree Emissary a sconvolgere il vecchio formato.

In sintesi, aumenterebbero i mazzi tempo, aggro e a base nera senza la presenza nel meta di Midrange camuffati da tempo che esercitano nel formato un influsso di onnipotenza che solo una carta come AoB poteva conferire loro.

Spero davvero che la Wizzard supporti maggiormente il formato intervenendo per migliorare la variabilità e la competitività del metagame, resto fiducioso che un Ban di AoB o Palace Sentinels sarebbe la svolta verso un Pauper migliore.