Inside the Challenge #23: la Linearità della Quarantena

da | Mar 30, 2020 | Senza categoria

Articolo di Pietro Bragioto,

I numeri nudi e crudi

  1. Lock Tron (RClint 9-1)
  2. Boros Monarch (bilster47 8-2)
  3. Affinity (lindoso01 8-1)
  4. Bully (MissplacedGinger 7-2)
  5. Stompy (Alleyezonme 6-2)
  6. Mono U (JherjamesB 6-2)
  7. UW Familiar (Mathonical 5-3)
  8. UB Delver (i_b_TRUE 5-3)
    .
  9. Lock Tron (kindlus 5-2)
  10. Boros Monarch (SickWorld)
  11. Stompy (Worsnop)
  12. Lock Tron (Modern_Monkey)
  13. Pisellini (Terminus0)
  14. Affinity (nivnikoff)
  15. Stompy (bnpbnp)
  16. Mono U (Magicverse)
  17. Lock Tron (Hampuse1)
  18. UB Delver (Oceansoul92)
  19. UR Fae (darius89)
  20. Burn (Kavu Kavu Kavu Chameleon)
  21. Lock Tron (Parallax)
  22. UR Fae (contesimone)

Credits to JherjamesB & BluStalker & Mathonical

.

Considerazioni varie ed eventuali

La quarantena lineare

Il numero di player nelle Challenge di MTGO è aumentato vertiginosamente a causa della quarantena: il tempo libero a disposizione di ognuno di noi è aumentato forzatamente e le persone sono più inclini che mai a tuffarsi nella competizione magica del weekend.
La grande maggioranza dei player non abituali del Pauper si è riversata nei mazzi lineari, questo è confermato a gran voce dai dati che segnalano l’incremento di mazzi lineari come Stompy, Pisellini, Burn e Affinity, tenuti sotto controllo dal solito Tron anti-aggro e da un Boros lineare come non lo si era mai visto, build quadrate e nutriti pacchetti anti-linearità di side.

Imho la grande presenza di strategie lineari diversificate va sui grandi numeri a vantaggio di Boros e a svantaggio dei Sanctuary.deck, mi spiego peggio: UR e UB hanno grandi difficoltà a coprire un ampio spettro di mazzi lineari con le loro 75 mentre per Boros la missione non è proibitiva; tutto ciò, a mio modo di vedere, si traduce un una maggiore possibilità di un Boros Player nel fare una Long Run fino alla cima della Challenge piuttosto che ad un player di UB oppure UR.

.

Eroismo o incoscienza?

Tra i mazzi lineari, ve n’è un gruppo che si distingue dal resto per il suo approccio più all in che mai, sto parlando del trittico dritto per dritto di Aura, Burn, Pisellini; ebbene questo famigerato trio sembra accrescere in preferenze nell’ultimo periodo ma la loro winrate resta la più bassa di tutti i macro-archetipi.
Dati alla mano: ennesimo weekend in rosso per Burn sotto al 40% di winrate, Pisellini bistrattato dopo il botto della prima domenica ed Aura che porta a casa un magro 35%.

Vi racconto un aneddoto “oggettivamente” divertente, si fa per dire: ieri ho deciso di giocare Stompy in Challenge, vuoi per sfizio, vuoi per andare contro i miei pregiudizi, il fatto è che a turno 1 perdo entrambi i game post side da un esperto player di Burn di nome “quinniac” che, tutto sommato, ha pilotato l’archetipo in maniera esperta.
Dopo il game, abbiamo uno scambio più o meno amichevole in chat, dove io sostengo che il suo archetipo è poco performante e spika solo con la varianza a favore perchè 3 alchimisti nelle prime 12 in g3 contro i miei 2/6 effetti lotta è antistatistico; il Burn player mi dà torto dicendo che lui fa costantemente bene alle ultime challenge e non è mai andato in negativo: gli darò atto della sua spavalderia perchè i numeri erano dalla sua e gli “auguro” buona fortuna.
La costanza di Burn sarà tale che successivamente leggerò il suo nome accostato allo score 1-3 Drop.
Fine della storia.

.

Focus On: Mono U

Per oggi, lascerei da parte la classica analisi dei vari trend nella lotta la vertice tra Boros, Tron e mazzi santuario, sia perchè già approfondita negli ultimi episodi sia perchè non ci sono stati cambiamenti significativi dalle ultime analisi.
Vorrei porre il Focus su un archetipo in particolare, dicendo qualcosa di interessante, si spera, unito ai dati sui Mu incontrati per fugare eventuali leggende metropolitane: Mono U, scelgo te!

L’archetipo monocolor che un tempo dominava i formato con Daze e Gush, dopo qualche acciacco nelle ultime due settimane, è tornato a splendere nonostante la forte abbondanza di archetipi come Boros e Stompy nel meta e questo deve far riflettere.
Per cominciare, secondo me è l’unico dei mazzi santuari che, in virtù della sua manabase veloce monocolor e del piano delver o ninja, riesce ad avere due marce diverse: si veste da tempo con la mano giusta, altrimenti interpreta il ruolo del contro che deve tenere il board pulito fino a cambiar marcia con ninja o a sommergere l’oppo con il card advantage di Fanthom Seer o Lesson.

Vorrei porre l’accento su una questione sulla quale io, in primis, avevo dei pregiudizi: il MU contro Boros e Bully che non dico sia positivo all’improvviso ma penso sia divenuto affrontabile grazie al solito stallo di Spire Golem ma, soprattutto, all’enorme mano che danno in late santuario e Fanthom Seer, carte costate grandi sacrifici in termini di build e di early game ma che danno la chance di portare a casa in late partite prima impensabili.

Il rovescio della medaglia sta nel lieve peggioramento nei Mu come Burn e Tron, in entrambi i casi per le 4 tapland in early nella manabase e di quelle 4/5 carte da late che non consentono in alcuni casi un’approccio ideale in questi MU che tra le creature di Burn ed i fast trittici possono rappresentare un problema.
Un discorso analogo sull’early indebolito lo si può fare nel Mu di Familiar che, se Mono U non parte forte con una buona pressione aerea, può prender tempo e prendere il largo con le Deep Analysis.
.

Mono U by JherjamesB, 6th Place Pauper Challenge 29/03/2020

Creature: (22)
Delver of Secrets
Faerie Miscreant
Fathom Seer
Ninja of the Deep Hours
Spellstutter Sprite
Spire Golem

Sorcery: (7)
Ponder
Preordain

Instant: (13)
Counterspell
Deprive
Piracy Charm
Snap

Land: (18)
Mystic Sanctuary
16 Snow-Covered Island
Sideboard: (15)
Aura Flux
Coral Net
Echoing Truth
Hydroblast
Stormbound Geist
Viridian Longbow
Winter’s Rest

.

Di seguito allego il cammino verso la top di JherjamesB e i Mu che Mono U ha avuto nel complesso nella scorsa challenge:

JherjamesB (6-2)
T1: Elves W
T2: Jeskai W
T3: B Ponza W
T4: Familiar L
T5: Boros M. W
T6: Tron W
T7: Tron W
Q: Boros M. L

MU Complessivi di Mono U:
Burn 4-3
Stompy 2-5
Boros M. 3-3
Elfi 4-1
Tron 3-2
Affo 2-1
UB 1-2
Aura 2-0
Jeskai 1-1
Bully 2-0
Rdw 1-0
Familiar 0-1
Heroic 1-1
Ponza 1-0
Note: son onestamente sorpreso della grande positività contro elfi, inoltre i Mu contro Boros e Tron si avvicinano più al mezzo di quanto si pensi nelle leggende metropolitane.

Nessun italiano in top8 questa domenica con Modern_Monkey e SickWorld di poco fuori, ma vorrei ugualmente chiudere con una dichiarazione: questa settimana propongo il miglior giocatore di Mono U su MTGO che a suon di risultati porta sempre il suo monocolor del cuore in cima.

U Delver is inherently an Aggro (on the play or depending on the MU) deck that can assume the control role (on the draw or depending on the board state) if necessary.
Based on the U Delver shell, I do not play the same (75-card) U Delver. The list varies depending on the predicted metagame per event. From last Sunday’s event, I predicted Burn, Tron (higher prevalence 2), Izzet Skred, Stompy (higher prevalence 1), Boros Tokens, Boros, Monarch, U Delver, Dimir Delver, Heroic (higher prevalence 1), Elves (higher prevalence 2), and Hexproof.

I forego the following matchups as part of the 10-15% (which resulted in some cards not considered or pre-sideboarding like Piracy Charm main or some chosen cards are universal solutions – collateral): Dimir Control, MBC, Familiars, Orzhov Pestillence, Rakdos Control, Golgari Sacrifice, Tortured Existence, Selesnya Slivers, and Defenders.

I have implemented the same strategy since 14 Jan (Pauper Prelims). Excluding the Prelims and just focusing on the Challenge, Showcase, and PTQ, I logged a 69% win rate (46 wins and 21 losses).

Thank you all so much for the opportunity to contribute to the Pauper Community and best of luck and have fun if you choose to pilot Mono U.

JherjamesB