Inside the Challenge #21: Ride the White Horse

da | Mar 17, 2020 | Senza categoria

Articolo di Bragioto Pietro,

I numeri nudi e crudi

  1. Pisellini (Oscar_Franco 8-2)
  2. UB Angler (PikaPower 8-2)
  3. Boros Bully (Chefen 7-2)
  4. Burn (quinniac 7-2)
  5. Mono U (jherza3078 7-1)
  6. Lock Tron (A_AdeptoTerra 6-2)
  7. Stompy (TopGrinder 6-2)
  8. Lock Tron (Parallax 5-3)
    .
  9. UR Faeries (SIKOSLOVAKE 5-2)
  10. UR Blitz (Amoras27)
  11. Esper Pestilence (Heisen01)
  12. Affinity (BarbaBob)
  13. UR Faeries (ziofrancone)
  14. Stompy (raisans)
  15. UB Angler (djbmppwns)
  16. UB Angler (Oceansoul92)
  17. Elves (WingedHussar)
  18. Lock Tron (RClint21)
  19. Rakdos Tortex (Excile2127)
  20. UB Angler (_Bolawarrior_)
  21. UR Faeries (Andrew_Schneider)

Credits to JherJamesB & PauloCabrar_BR

 

Condiderazioni varie ed eventuali

Ride the White Horse

Se durante la settimana scorsa qualcuno mi avesse chiesto cosa nel pensavo di Pisellini aka Mono W Heroic e di come possa stare nel meta avrei risposto così: il mazzo può certamente predare archetipi come UR Delver e Burn con buone partenze, tuttavia si sfalda in maniera imbarazzante contro Tron e Boros e, mentre si può sperare di sperare il primo dati i numeri in diminuzione, non bisogna stare allegri per il trend in popolarità di Boros.
Il mazzo soffre in maniera imbarazzante Prismatic Strands e gli altri effetti Fog, oltre ad essere succube di Journey to Nowhere ed avere partenze senza Lagonna molto vulnerabili anche ai botti.
Il grande problema dell’archetipo è che, ammesso e concesso di essere in giornata di grazia ed avere ottime partenze sempre, non riesce a ribaltare MU negativi con la side come Boros e Lock Tron se questi vedono medio, MU che in g2 peggiorano pure come se non bastasse.
In poche parole un mazzo dritto per spikare ed aggredire determinati meta, non di certo questo.
Cosa risponderei a qualcuno che mi chiedesse di nuovo di Pisellini dopo la vittoria in Challenge?
La stessa identica cosa.

Parlando della lista, questa si presenta nella versione più all in possibile con terre e creature ridotte al minimo e 2 flex slot utilizzati come Mana Tithe che offre l’effetto sorpresa al minimo costo, anche se questo avviene con il dimezzamento degli slot per Seeker of the Way.
Fatto interessante è che il pilota no abbia ritenuto utile l’inserimento del set di Karametra’s Blessing, reputando forse superfluo l’unico out possibile da Journey; ma come già detto in precedenza, questa lista cerca di andare più dritta possibile sperando che l’oppo intralci il meno possibile i piani: su questa linea di pensiero la costruzione della side che tralascia completamente Tron sperando nello slalom.
Altre due note sulla lista sono l’assenza delle mutagene e la presenza delle ben 4 copie della nuova Sentinel’s Eye con vigliance che domina MU basati sulla race come Affo e Stompy; parlando di Cho-Manno’s Blessing, non mi capacito delle solo 3 copie di una delle carte più emblematiche, uniche e game-breaking dell’archetipo e mi fa rabbrividire il pensiero che possa esserci stato uno split con la mono Triclopean Sight.

Per quanto riguarda la sidata questa è completamente incentrata sui MU lineari come Aggro, Elfi e Burn non aggiungendo alcuna protezione, nessuna creatura con protezione dal nera e nessun hate per cimitero, al loro posto hate mirato come Holy Light e Devout Harpist.
Non mi sento di condannare questo approccio semplice: lasciare al destino i Mu negativi come Boros e Tron, mettendo hate efficace per assicurarsi i Mu lineari.
Di sicuro ha pagato.
Almeno questo giro.

E’ ora di raccontare un piccolo grande aneddoto: l’origine del nome Pisellini.
Erano giorni da novizi di quel di MTGO con battute ironiche a non finire su quel mazzo mono bianco che a turno portavamo in lega per lo spettacolo e la gloria.
2 o 3 anni or sono, streammava su Twitch un certo Hellutek e nel periodo dove Cho-Manno’s Blessing era spikata di prezzo per la popolarità momentanea dell’archetipo, il mio amico “Paper” andò sulla sua chat a narrare di come il nome di quel mazzo dovesse essere da lì in avanti Pisellini per via dei suoi “pippoli” innocui iniziali che diventavano ironicamente enormi se tutto andava nel verso giusto.
Da quel giorno la mia compagnia magica di allora si è impegnata a diffondere il nuovo verbo nei social, nei tornei in real e suggerendo pure il cambio nome su MTGGoldfish: da questa opera prevalentemente troll di propaganda nacque il nomignolo con il quale Mono W Heroic è conosciuto tutt’ora nella community nostrana.

Visto che oggi siamo in vena di curiosità, vi lascio i Mu incontrati durante la cavalcata di Pisellini, dai quali ognuno potrà trarre le proprie conclusioni inconcludenti, le mie le ho già espresse:
T1 Win vs Stompy 2-0
T2 Loss vs Tron 1-2
T3 Win vs Stompy 2-0
T4 Win vs Burn 2-0
T5 Win vs Affo 2-1
T6 Win vs UR 2-0
T7 Loss vd Bully 0-2
Q: Win vs Mono U 2-1
S: Win vs Burn 2-0
F: Win vs UB 2-0

Concludo questo excursus più lungo del solito consigliando ai player preoccupati di UR Faeries per la presenza di Pisellini nelle leghe online dei prossimi giorni questa carta: Dead // Gone.
So che splittare carte più blasonate come Lightning Bolt o Fire//Ice nel reparto botti può sembrare in eresia ma un meta call comporta questo: inoltre la carta è un valido out di main ad Atog risolti in g1 ed aventi buone scorte di cibo artefattoso oppure a River Boa o a creature varie incantate con Elephant Guide.
Se volete percorrere vie più rodate, c’è sempre il buon vecchio mono per di Echoing Truth di main, meglio se affiancato da una Merchant Scroll visto il recente meta.

Pisellini by Oscar_Franco, 1st Place Pauper Challenge 17/03/2020

Creature: (14)
Akroan Skyguard
Deftblade Elite
Lagonna-Band Trailblazer
Seeker of the Way

Instant: (10)
Defiant Strike
Emerge Unscathed
Mana Tithe

Enchantment: (20)
Cartouche of Solidarity
Cho-Manno’s Blessing
Ethereal Armor
Hyena Umbra
Sentinel’s Eyes
Triclopean Sight

Land: (16)
15 Plains
Secluded Steppe
Sideboard: (15)
Devout Harpist
Gut Shot
Holy Light
Journey to Nowhere
Lifelink
Standard Bearer

.

Lotta al vertice

UR, UB e Tron: questa è la trinità delle performance solide, con Boros subito dietro: mazzi come Burn, Aura, Elfi e Affinity soffrono di grande incostanza dovuta all’instabilità insita nell’archetipo o all’odio del meta o, semplicemente, ad entrambi i fattori.
Personalmente sono piacevolmente sorpreso dalla costanza che sta avendo UB Angler in questo periodo nonostante il numero di piloti che resta basso rispetto ad altri archetipi top: potrei dirvi che è il miglior mazzo santuario per affrontare le due faccie di Boros e non soffre minimamente Strands o Guardian of the Guildpact, potrei dirvi che tiene a bada Affinity decisamente meglio della controparte UR, gorilla permettendo; ma nemmeno io mi riesco a spegare appieno del suo successo in challenge ultimamente visto che lo reputo la scelta peggiore nel confronto diretto con gli altri membri della trinità comune.
Angolo del parere personale: dei 3 rimane comunque quello con un gameplay più interessante dopo la trasformazione di Tron in un lock deck al 100% e di UR in un control che abbandona le velleità tempo salvo ninja contro Tron, un gameplay con tutte le scelte complesse di quelli che furono i tempo.deck di un tempo; forse questa caratteristica attira più di tutte i pochi piloti di qualità che inseguono il brivido di pilotare un mazzo come questo al posto di badare a freddi ragionamenti.

UB Angler Delver by PikaPower, 2nd Place Pauper Challenge 17/03/2020

Creature: (12)
Augur of Bolas
Delver of Secrets
Gurmag Angler

Sorcery: (4)
Preordain

Instant: (24)
Agony Warp
Brainstorm
Counterspell
Deprive
Dispel
Echoing Decay
Echoing Truth
Foil
Snuff Out
Tragic Lesson

Land: (20)
Ash Barrens
Evolving Wilds
Mystic Sanctuary
Snow-Covered Island
Swamp
Terramorphic Expanse
Sideboard: (15)
Dispel
Blue Elemental Blast
Diabolic Edict
Hydroblast
Nausea
Relic of Progenitus
Stormbound Geist
Thorn of the Black Rose

.

Angolo Spicy

Non mancano tre grandi sorprese tra i top performer di questa grande Challenge ai tempi del Coronavirus che ha contato ben 94 player al via.
Di ognuno di questi metterò lo storico dei MU per provare a fugare eventuali dubbi e curiosità.

Mardu Tortex: solo poesia in questo Tortex con una build equilibrata e dei silver bullet tattici come Wispmare di side, mio dubbio su cosa faccia il mazzo senza Tortex in campo permane ma per ora limitiamoci ad osservare questa creatura così rara.
5 Wins: Aura, Bully, UW Familiar, Elfi, Boros Monarch
2 Losses: MBC, Esper Peste

Mardu Tortex by Excile2127, 19th Place Pauper Challenge 17/03/2020

Creature: (21)
Crypt Rats
Faerie Macabre
Golgari Brownscale
Grave Scrabbler
Horror of the Broken Lands
Kami of False Hope
Monstrous Carabid
Stinkweed Imp

Sorcery: (4)
Faithless Looting

Instant: (9)
Lightning Axe
Terminate
Thrill of Possibility

Enchantment: (4)
Tortured Existence

Land: (22)
Ash Barrens
Bloodfell Caves
Mountain
Plains
Rakdos Carnarium
Scoured Barrens
Swamp
Sideboard: (15)
Faerie Macabre
Kami of False Hope
Auramancer
Electrickery
Gorilla Shaman
Guardian of the Guildpact
Ingot Chewer
Red Elemental Blast
Wispmare

.

UR Blitz: poche fetch e un’abbondanza di peschini con l’inclusione di scelte inusuali con 2 peek e 2 careful study che vengono splitttate alle branze per il riciclo di carte inutili visto, per l’appunto, il numero esiguo di fetch a favore di una manabade veloce.
Ma la vera perla è senza dubbio Saphire Charm che è il classico coltellino svizzero un pelo arruginito: si cicla in ritardo, fornisce la pseudo evasione del volare e fa fasare out una creatura avversaria con utili risvolti come annullare l’attacco letale di un Atog oppure lasciarci liberi dall’effetto di una Stendardiera o una Coalition Honor Guard per un turno.
Ogni riferimento a cose e persone è puramente casuale.

5 Wins: 2x Lock Tron, UB Angler, Esper Pestilence, Boros Monarch
2 Losses: Mono U, UR Faeries

UR Blitz by Amoras27, 10th Place Pauper Challenge 17/03/2020

Creature: (12)
Delver of Secrets
Kiln Fiend
Nivix Cyclops

Sorcery: (10)
Careful Study
Ponder
Preordain

Instant: (20)
Apostle’s Blessing
Brainstorm
Dispel
Fire // Ice
Mutagenic Growth
Peek
Sapphire Charm
Spell Pierce
Temur Battle Rage

Land: (18)
Evolving Wilds
10 Island
Mountain
Sideboard: (15)
Dispel
Spell Pierce
Dragon Fodder
Flaring Pain
Gut Shot
Hydroblast
Pyroblast

.

Esper Pestilence: chiodo brevettato del Ciavatta, portato alla Challenge quasi per scherzo e che splasha il blu per Reality Acid ma soprattutto per Dream Stalker, avendo testato un pelo il mazzo posso assicurarvi che l’introduzione di quest’ultimo nella build insieme all’ Omen nero è ciò che dà a questo mazzo uno spiraglio di competitività, nonostante molti saranno abbagliati dal fancy Acido.
Dream Stalker blocca la maggior parte delle crature terresti, compresi i 4-4 di Affinity, oltre a rimbalzare qualsiasi cosa a differenza di un Glint Hawk e ciò fa la differenza nei Mu dove abbiamo bisogno di farlo con fontane ed omen vari.
Per chi non se la sentisse di splashare un terzo colore ma volesse abusare ugualmente dell’ Omen nero, nulla vieta una rivisitazione di BW Pestilence con l’altro fratello scarso di Skyfisher, ossia Aviary Mechanic.

5 Wins: Boros Bully, Stompy, MBC, Mardu Tortex, UR Faeries
2 Losses: UR Faeries, UR Blitz

 

Esper Peste by Heisen01, 11th Place Pauper Challenge 17/03/2020

Creature: (15)
Custodi Squire
Dream Stalker
Kor Skyfisher
Thorn of the Black Rose
Thraben Inspector

Sorcery: (8)
Castigate
Chainer’s Edict

Instant: (8)
Doom Blade
Prismatic Strands
Prophetic Prism

Enchantment: (8)
Omen of the Dead
Omen of the Sun
Pestilence
Reality Acid

Land: (21)
Ash Barrens
Bojuka Bog
Dismal Backwater
Orzhov Basilica
Radiant Fountain
Scoured Barrens
Snow-Covered Island
Snow-Covered Plains
Snow-Covered Swamp
Sideboard: (15)
Doom Blade
Coalition Honor Guard
Crypt Rats
Diabolic Edict
Disenchant
Duress
Faerie Macabre
Lone Missionary
Negate
Relic of Progenitus

 

Dulcis in fundo, nonostante il tricolore non sventoli in questa top 8, vi lascio le dichiarazioni del signor Heisen01 fermatosi ad un passo dal sogno con la sua brew:

Salve!
PACiD-20 (Peste, Acido, Ciavatta, Disease, 2020) è una versione aggiornata e un po’ pagliaccia di un mazzo che per un motivo o per l’altro non è mai riuscito ad importi tra i Tier1 del formato.
Perché giocarlo quindi?
Non è questo il luogo in cui parlare del core del mazzo e di quanto Pestilence sia sottovalutata, ma spenderei due parole sul boost e sulla resilienza data dalla stampa di Omen of the Dead, carta incredibile se accoppiata a Kor Skyfisher, guadagna punti se presenti ulteriori effetti bounce.
Dream Stalker è il connubio tra le necessità di un buon numero di rimbalzini e quelle di Pestilence di mantenere un buon body sulla board. Oltre a Omen, carte come Reality Acid (la parte da pagliaccio), Thraben, i soliti prismi ecc… giustificano il così alto numero di bounce effect.
Insomma, un mare di sinergie che lo rendono un mazzo sicuramente interessante.

Heisen01 alias Ciavatta Mirco