L’uomo che sussurrava ai Delver

da | Mag 9, 2020 | Report

Revisione a cura di Bragioto Pietro,

Intro

Un saluto a tutti i ragazzi del Pauper!
Sono Francesco Giresi ma gli amici piu stretti mi chiamano Girex, oggi sono qui per raccontarvi del torneo Showcase Qualifier che ho disputato su MTGO e che mi ha regalato il sogno di qualificarmi al PT e di andare a giocare il MOCS a Seattle in America.

Il Player Tour più o meno credo lo conosciamo tutti, quindi mi limiterò a spiegare brevemente in cosa consiste il MOCS ossia Magic Online Championship Showcase.
Durante la stagione su MTGO vengono organizzati degli eventi chiamati Showcase Challenge dove la Top8 ottiene un Token per poter partecipare ai Playoff.
Le Showcase Challenge sono 3 per ogni formato (Legacy, Pauper, Modern, Pioneer e Standard) ed alla fine di di queste vengono giocati i Playoff dove il vincitore ottiene l’invito al PT ed al MOCS, che è un evento dove partecipano 8 player in tutto il mondo: 5 vincitori di ogni formato, il vincitore dello Showcase Limited e 2 vincitori dello MOCS Open  per contendersi 70,000 dollari di premio.
Questa un introduzione per spiegare che ‘’minchia’’ è il MOCS..

Io sono riuscito a fare Top8 nella Showcase Challenge Pauper vincendola e successivamente a vincere pure al Playoff.
Prima di raccontare gli aneddoti del torneo vorrei parlare di 2 questioni che normalmente non vengono trattate perché si tende nel report a raccontare quanto figo sia stato il player che ha vinto e “bla bla bla”, “tieni ti regalo mia sorella fanne quello che vuoi”.

.

Stress

Prima questione che vorrei evidenziare è la parola Stress.
Senza dubbio per fare buoni risultati bisogna testare come i cornuti: questo implica passare parecchie ore a nerdare.

Ora, c’è chi di magic ne fa un passatempo sano quindi non gliene fotte niente di partire e provare a vincere qualifiche, soldi o sorelle degli amici, quindi non sono sottoposti a stress perché magari giocano pure poco e quindi, quando stanno al pc, che vincano o che perdano si divertono uguale.

Il problema è per l’altra categoria: quelli che a sto gioco ci nerdano assai e qui mi ci infilo io.
Il consiglio che posso dare è quando giocate e siete annoiati stressati o percepite che state facendo una cosa per forza perché dovete rankare o perché dovete grindare delle cheste: fermatevi!

Insomma se percepite che state tirando le carte tipo strofinacci sul tavolo non ha senso: la mente non si applica, ci si incazza e ad ogni cosa che fa l’avversario e tiltiamo.
Provate a fermarvi per un po’: fate l amore/sega, giocate ad altro, studiate, infilatevi le dita nel naso, insomma fate tutto tranne che giocare a Magic.
Appena sarete più freschi avrete più voglia di giocare a Magic, giocherete meglio migliorando la qualità delle partite e della vostra vita.

Puntate sul giocare il giusto numero di partite ma giuste, invece di farvi una valanga di games tirando gli strofinacci.

.

Amici

La seconda questione che vorrei evidenziare è la parola Amici.
Purtroppo a sto gioco quello che uno pensa va bene, mentre quello che pensano gli altri non serve a un cazzo: approccio completamente sbagliato.
Procedere con il paraocchi può solo portare a sbattere.

Cerchiamo di avere la mente aperta ed a sentire anche i pareri degli altri: il buon risultato di questo torneo è dovuto anche al fatto che ho ascoltato i consigli di Pietro Bragioto sul deckbuilding ed allo scorso Paupergeddon Roma, mi sono fatto consigliare da un mio carissimo amico Matteo Strazzera e sono riuscito a vincere quel Geddon.

.

Il mazzo

Ok, dopo aver fatto una paternale passiamo al Torneo: il mazzo che ho giocato per il Qualifier è stato UR Skred, ho scelto di giocare questo mazzo perché è stato quello con cui mi ero qualificato alla Challenge e con cui mi sentivo più a mio agio avendoci fatto parecchi games.

UR Delver by cicciogire, 1st Place Pauper Showchase Qualifier

Creature: (19)
Augur of Bolas
Delver of Secrets
Faerie Seer
Ninja of the Deep Hours
Spellstutter Sprite

Sorcery: (5)
Ponder
Preordain

Instant: (16)
Brainstorm
Counterspell
Deprive
Dispel
Lightning Bolt
Skred
Tragic Lesson

Land: (20)
Ash Barrens
Evolving Wilds
Mystic Sanctuary
Snow-Covered Island
Snow-Covered Mountain
Sideboard: (15)
Echoing Truth
Electrickery
Gorilla Shaman
Hydroblast
Pyroblast
Relic of Progenitus
Stormbound Geist

Vorrei fare una precisazione: al torneo avrebbero giocato i migliori giocatori di Pauper e si dà il caso che i migliori giocatori di Pauper su magic online sono giocatori di Trono.
Il minimo che si  deve fare è giocare qualcosa che da trono abbia un mu non dico favorevole, perché è difficile trovare un mazzo che ha un winrate stabilmente alto contro trono, ma almeno giocare qualcosa che gli dia filo da torcere a sto mazzo che di bestemmie ne fa tirare tante con i suoi troni naturali into prisma into Mulldrifter into “tieni, ti dò mia sorella e fanne quello che vuoi”.

Visto che più o meno conoscevamo il meta di quel torneo visto ad un foglio .word che stava girando, col mitico Pietro Bragioto abbiamo scelto di limare il mazzo giocando più aggressivi con 4 delver e mono Dispel di main come farebbero i veri giocatori brasiliani.
Per quanto riguarda la side, abbiamo messo 3 Relic per dare fastidio a Trono e Familiar, tagliando le Sandstorm, visto che pensavamo di non dover giocare contro aggro.
A dire la verità, Sandstorm era in ballottaggio con Gorilla Shaman ma, nonostante la scimmia sia meno generica e copra meno MU, non me la sono sentita di rinunciare alle free win contro Affo.
La “Lista Braji” era pronta a mietere vittime.

.

Svizzera

Turno 1: Familiar
Primo turno gioco contro  UW Familiar, fortunatamente grazie ai Delver riesco a impostare una race veloce ed a fare qualche counter dando poco spazio di manovra al mio oppo: questo è modo per ribaltare il MU perchè in late, tra Deep Analysis e Drifter, Familiar scappa via.
2-1 per me.

Turno 2: Tron
Eccolo il Trono!
La partita la fà ninja che mi darà quella preziosa carta in piu ogni turno per poter andare sopra di risorse e riuscire a fermare il suo giochino di flicker.
G2 non apro una mano esplosiva ma fortunatamente nei turni successivi riuscirò ad impostare un board e a proteggermi dalle minacce dell’oppo.
2 0 per me.

Turno 3: Burn
Partite veramente stressanti perché quando scendi troppo di vita, appena ti muovi male, puoi perdere in un attimo.
Fortunatamente riuscirò a vincere 2 a 0 facendo nella prima qualche removal sui suoi pezzi e qualche fata che coutera; nella seconda grazie anche al Dispel ho potuto avere più spazio di manovra per poter fare le mie giocate.

Turno 4: Mbc
I due turni che arrivano ora saranno un disastro; sul 3 0 incontro un mono nero.
Primo game giochiamo: io riesco a fare anche dei bei giochini tipo attacco con fatina sninjo lui fa removal e io sninjo di nuovo ma lui ha un’altra removal in mano a costo 1; giochiamo un pochino ma perderò il g1.
G2 apro un mano graziosa a sette ma, per colpa di un suo Wrench Mind, la mia mano verrà stuprata non dandomi la possibilità di impostare il mio gioco.
2 a 0 per Mononero ed un viaggio destinazione “Oubliette” per me.

Turno 5: Affinity
Becco il brasiliano Lindoso01 che gioca Affinity e le partite contro di lui saranno un massacro: ricordo di aver perso in 5 minuti tutti e due i games.
Oppo aveva due belle mani e purtroppo quando Affo apre bene sono cazzi amari.
Perderò 2 a 0.

Fortunatamente avendo vinto le prime 3 sono comunque in top ed avrò modo di rifarmi da queste due bastonate del turno 4 e 5.

.

Top 8

Quarterfinal: Elves

Gioco contro uno oppo abbastanza forte, ossia Simon Nielsen con cui, fra l’altro, avevo giocato la finale della Challenge dove mi ero qualificato vincendo 2 a 0 contro il suo elfi.

G1
perderò col mio oppo che mi vomita pezzi sul tavolo e purtroppo senza carte come Electrickery non c’è nulla da fare.

Game 2: partita allucinate, io demotivato per aver perso il primo game mi dò già per morto.
Nielsen, dopo una Melody risolta, ha un tavolo pieno di pezzi ma senza timberwatch ed io ho un ninja e 2 fate a difendermi e questo basta per stallare il board.
Ad un certo punto arriva un miracolo, pesco Electrickery e mi dico: “Ora ho svoltato, sistemo la mana base prendendo rosso ed il prossimo turno wratto il tavolo”.
Lui però topdecka Spidersilk Armor e quindi mi devo inventare un piano alternativo, nel mazzo ho 3 modi per risolvere questo problema:
1) pescare il secondo Electrickery,
2) pescare la mono Echoing Truth
3) tirare electrickery, fare santuario per metterla in cima, ripescarla con un contrip e rifarla per la seconda volta in un turno.
Fortunatamente lo stallo proseguirà e con Lesson inizierò a fare un giochino di value che mi portera’ ad avere 2 Electrickery e 2 Counterspell open per 2 ipotetiche sue fanta-Hydroblast.
Vinto il g2 risale su anche il morale e mi preparo ad affrontare il g3.

Nel G3 troviamo la differenza di giocare sul pc e giocare sul cartaceo
Parte l’oppo con terra birchlore ranger, io terra delver, oppo arco viridiano , quirion ranger ed elfo visionario.
Qui arriva il giochino delver si flippa con Electrickery che è superbuono perché ho pescato una carta che wratta il suo tavolo, pero’ mi aspetto che il mio oppo giocherà attorno al mio Electrickery sapendo che l ho in mano: metto evolving wilds e passo.
Begin combat del oppo fetcho visto che ero rimasto basso di tempo e anziche prendere montagna prendo isola e gli scrivo in chat dei puntini per fagli capire che ho sbagliato a cliccare la terra da scegliere per la fretta: l’oppo quindi gioca tranquillo sapendo che non ho rosso per fare Electrikery.
Fine turno suo ciclo Ash Barrens e prendo il rosso, nel mio turno wratto e inizio ad attaccare col Delver lasciando l’oppo ad una terra e non permettendogli fra fate e removal di potersi riprendere. Finisce cosi 2 a 1 per me

.

Semifinal: Affinity

Ricapito contro il nostro amico brasiliano che in svizzera non ha avuto pietà, ma questa volta il discorso cambia.

G1 mulligo a 5: avevo una bella mano con doppio delver ma l’oppo tira due galvaniche e io, senza counter anche per colpa del mulligan, perdero’ il g1

G2 faccio la mia partenza classica di Delver, qualche cantrip e in breve tempo i delver diventano due e grazie a Hydro, Stutter e Skred chiudo a turno 6 con oppo che non può fermare i danni volanti.

G3 oppo mulliga a 6 e io apro mano con gorilla, la scimmia risolve e non credo debba raccontare altro: 2 a 1 per me.

.

Final: Familiar

Sono in finale e neanche ci credo: dovrò solo applicarmi bene un game e si realizzeranno un sacco di splendidi eventi.
Il mio ultimo oppo è sadin.raken che, per chi non lo conoscesse, è un dragone del pauper che gioca sempre UW Familiar.

G1 combattuto: faccio Delver di secondo e cerco di rallentare tra stutter e counter il suo gioco prima che inizi a fare i suoi giochini di value.
Chiuderò turno 10 con l’oppo che, per cercare di fermare la mia race di Delver e fatine, resterà senza risorse.

G2 oppo mulliga a 4, io ho una mano a due terre piena di risposte tra cui Pyro, Relic e Counterspell, ma non ho minacce.
Pesco Delver e la maledizione del Delver a turno uno continua, per lui.
Sadin.raken, nonostante ciò, prova a starmi dietro facendo delle Deep Analisis e Snap, ma Delver è troppo forte contro questo tipo di mazzo e mi darà un clock rapido mentre Relic salterà per mangiargli il Flashback di una Deep.
Vincerò 2 a 0 con l’avversario che sportivamente mi fa i complimenti per questo traguardo.

.

Conclusioni

Penso che la partita più difficile da giocare sia stata contro elfi e riguardando il replay mi dico: “Ma vero sono riuscito a vincerla?!?”.
Per il resto, ragazzi del Pauper, non ho altro da dirvi a parte auguravi un buon Magic e spero che, aldilà del raccontino del torneo che ha scopo puramente di intrattenimento, io sia riuscito a darvi qualche consiglio utile sulle questioni stress e amicizia.

Un saluto a tutti i ragazzi del Pauper!