Top 8 Pauper Horizons

da | Giu 1, 2019 | Pietro Bragioto

Articolo di Pietro Bragioto e Matteo Duchj

Questa nuova espansione fu presentata come uno stravolgimento del panorama Modern attuale, ma tutto sembra tranne quello: delle carte giocabili in Commander si è perso il conto e lo stesso vale per le comuni giocabili in Pauper.
E’ la prima volta che mi trovo in difficoltà nello stilare questa top 8 di comuni promettenti, non perchè faccia fatica a trovare delle giocabili bensì mi si spezza il cuore a limare una dozzina di carte fuori dalla classifica!

Per una volta la Wizzard ha tenuto fede alla parola data due anni fa tenendo un occhio di riguardo per la stampa di comuni che supportassero il formato troppo a lungo ignorato.
Dalla scorsa espansione, con la stampa di Ob Nixilis’s Cruelty, la Wizzy aveva asserito che avrebbe cominciato a stampare le comuni con una logica diversa; “Una rondine non fa primavera” avevo pensato, scettico perchè abituato al dimenticatoio.
Questo scetticismo si sta diradando perchè queste steampe, insieme ai discussi e discutibili ban, sono un segnale che alla casa madre incomincia ad importargliene qualcosa del Pauper.

Oggi, finchè gli spoiler sono ancora freschi, farò questa top 8 con l’aiuto di una personalità di spessore del panorama Pauper nostano: il sig. Matteo Duchj, vincitore del Paupergeddon Firenze 2018 e reduce da una top 8 nello scorso Geddon milanese.

Per riuscire a stilare a 4 mani questa classifica, abbiamo adottato la media delle nostre due valutazioni che seguono queste linee guida:

  • Voto 6: possibile inserimento in qualche archetipo Tier 3 o peggio;
  • Voto 7: ha un buon Power Level e la potremo vedere in qualche Tier;
  • Voto 8: ha un ottimo Power Level e si inserirà in archetipi Tier 1 o 2;
  • Voto 9: fa fare il salto di qualità ad un archetipo;
  • Voto 10: carta esagerata che vedremo nelle prossime Banlist.

 

8) Treetop Ambusher: Voto 6/7

Bragioto: Voto 7.5

Consultando l’esperto di Stompy Diego Morgera, ho avuto conferma delle mie speranze per questa carta: si prospetta un’aggiunta davvero interessante per il nostro aggro verde.

Innanzitutto condizione necessaria per un drop a due di questi giorni è il non avere il doppio costo specifico in stile Garruk’s Companion, perchè è troppo importante l’essere castabile dopo una Burning-Tree Emissary di secondo.

L’unicità della carta sta nel non essere un 3/2 ma nel poterlo diventare, è vero che un 2/1 in difesa è inutile e che la carta aumenta la vulnerabilità del mazzo ad eventuali Electrickery, ma ci sono dei grandi vantaggi:

  • prendere il bonus del +2/+2 da Savage Swipe avendo 2 di Power;
  • splittare i danni su più creature dà un grande vantaggio strategico e forza l’oppo a rimuovere questa carta a sorcery speed per non prendere un danno in più;
  • Dash che pusha gli ultimi danni in caso di race combattuta oppure quando abbiamo un board vuoto ed inoffesivo con l’oppo tapped out, oltre che a girare in modo egregio attorno ai Chainer’s Edict dei vari Bx Midrange e Control.

Non sono un esperto dell’archetipo ma la carta potrebbe prendere il posto di River Boa dato il calo dei vari Ux nel formato oppure di qualche copia rindondante di Silhana Ledgewalker, restituendo a Stompy un volto più aggressivo.

 

Duchj: Voto 6

Una carta molto carina per Stompy, entrambe le abilità sono molto forti in determinati momenti della partita. Sorprendere i conti del nostro avversario mettendo una creatura rapida può fare la differenza, idem pompare una creatura attaccante per permettere ad un 2/x di non essere bloccato da un Augur of Bolas fastidioso è altrettanto bello. Peccato sia un 2/1, bisogna solo vedere se e come entrerà in stompy, essendo gli slot di quest’ultimo mazzo molto poco variabili.

 

7) Faerie Seer: Voto 7+

Bragioto: Voto 7.5

Un altra fatina decente a CMC 1, dopo gli ultimi ban ci voleva un contentino per gli archetipi Ux Faeries che sono stati sradicati dal Pauper che conta, eccezion fatta per Skred che è sopravvissuto in una shell Midrange.

Onestamente per mono U avrei preferito una stampa di una fata 2/1 vanilla a 1 per ridare a Mono U una impronta ancora più aggressiva e meno Delver-dipendente, ma mi rendo conto di pretendere forse troppo.

Tengo il voto basso perchè non sono sicuro che questa fatina troverà gioco in UR Skred, dato che non vedo facile rimpiazzare Faerie Miscreant e non troverei posto per l’eventuale affiancamento delle 2 a discapito di altri slot: la lista è molto serrata e non è sicuramente disposta a diminuire il count di Instant & Sorcery, count che supporta Augur of Bolas che resta un caposaldo di ogni Ux Midrange.

Il confronto tra le due fatine è comunque interessante in quanto l’abilità Scry 2 non è da sottovalutare nè in early nè in late dove il buon Ben Stark insegna che una terra di troppo scryata bottom è come una pescata in più; potrei dire una eresia ma, se nel meta dovessero abbondare le removal con la crescita dei Midrange come Boros e Pestilence, l’abilità della Miscreant potrebbe essere troppo difficile da attivare e si potrebbe optare per rimpiazzarla con il nuovo Seer.

Per quanto riguarda Mono U il discorso cambia radicalmente, in quanto stiamo parlando di un tempo decaduto che può fare a meno di Augur of Bolas per una maggiore aggressività; immagino già una build con 12 fatine e supporti al loro piccolo body come Bonesplitter e il nuovo combact Trick che vedremo in seguito.
Questa eventuale build darebbe un maggior supporto alla meccanica ninjae si potrebbe quindi salire anche a 6 ninja, approfittando del nuovo ninja che sembra abbastanza promettente.

Quello che non immagino è come Mono U possa dire la sua in un meta di Boros Monarch e con elfi che subirà una inevitabile impennata; spero di sbagliarmi perchè dopo gli ultimi ban si sente davvero la mancanza di un vero tempo.deck nel formato.

 

Duchj: Voto 7

Un’interessante fatina che bene si inserirebbe nell’attuale monoU Faeries. Avere altri 4 drop a 1 oltre a Delver e Faerie Miscreant permette di riuscire a fare Ninja di secondo con più probabilità, giocata che di solito mette in crisi la maggior parte dei mazzi del formato.
Come se non bastasse la nostra amichetta blu ci fa fare un ottimo Scry 2, utile per far flippare Delver o semplicemente manipolare la pescata successiva, che male non fa.

 

6) Weather the Storm: Voto 7.5

 Bragioto: Voto 7

Il Pauper abbonda di lifegain e hate per Burn di ogni sorta, quindi questa carta può sembrare a prima vista un’aggiunta inutile ed un Nourish migliorato che resterà sempre sotto al nostro Feed the Clan nelle eventuali side si Stompy ed Affinity.

La svolta c’è quando si parla di elfi e del suo MU difficile da Burn: gli omini delle foreste possono benissimo riuscire a castare 2 o 3 elfi/spell prima di questa new-entry, dando ad essa il senso di esistere nella side visto che guadagnare 9 o 12 è appetibile.

Se dobbiamo trovare il pelo nell’ uovo, questa opzione di Lifegain non è una creatura come Wellwisher e Essence Warden, di conseguenza non sarà prendibile da Lead the Stampede e dalla sorellina appena stampata.

 

Duchj: Voto 8

Dopo anni è tornata la meccanica storm, e questa volta viene proprio in soccorso di noi giocatori di comuni, in particolare di quelli che odiano la tabellina del 3 di Burn quando ce lo troviamo contro.
Questa fortissima carta permette di fare game da sola contro Burn e di tenere botta contro quei mazzi aggro/all in come Kiln, RDW e Stompy. Poter fare 6-9 vite minimo con soli due mana è davvero troppo bello per non sfruttarlo a dovere, soprattutto se il meta prevederà tanti Burn.deck da quando ormai l’ultimo ban è stato effettuato.

 

 

5) Phantasmal Form 7.5

Bragioto: Voto 8

Mi sembra davvero un tipo di effetto di cui il blu mancava e necessitava, soprattutto la build Mono U che necessita di un modo all’ infuori dei counter per risolvere dei bloccanti problematici, in primis Kor Skyfisher; il fatto che questo trick cantrippi pure è una ciliegina sulla torta.

Questa aggiunta cambia completamente il modo di giocare il mazzo dandogli un nuovo angolo di attacco; questa carta, insieme alla nuova fatina, potrebbero portare ad una resurrezione di Mono U che potrebbe tornare un’ipotesi competitiva se il meta dovesse diventare troppo Tron-heavy.

una piccola curiosità che potrebbe esservi sfuggita: questo trick potrebbe essere utilizzato come un trade 1×1 contro mazzi con creature oversized come Affo, dato che possiamo bersagliare anche le creature avversarie.

 

Duchj: Voto 7

Al costo di 3 mana, due creature (anche dell’avversario) diventano dei 3/3 volanti con sottotipo illusione. Utile per poter fare combat Trick che permetterebbero alle fatine di sovrastare i Kor Skyfisher altrui, di far passare un Ninja of the Deep Hours come 3/3 volante, e all’occorrenza far diventare un Myr Enforcer o una Gurmag Angler dei più piccoli 3/3, per permettere doppi blocchi o semplicemente seccandoli con un Bolt.

E in tutto ciò, si cicla anche.
Una carta con davvero tanti utilizzi possibili questa.

 

4) Defile: Voto 7/8

Bragioto: Voto 7.5

La giocabilità della nuova removal a 1 è ovviamente limitata a MBC e va a contendere uno slot che da tempo immemore è esclusivo di Disfigure e Dead Weight; il punto forte di Defile sta nello scalare man mano che prosegue la partita andando a rimuovere in Mid-game i 4/4 di Affo oppure in Late le Gurmag Angler avversarie.

Anche considerando il fatto che nelle liste si giocano utility lands come Bojuka Bog oppure Barren Moor, lo scaling dovrebbe essere ugualmente apprezzabile e per la grande maggioranza dei casi dovrebbe essere un upgrade a Disfigure arrivando a spodestarla in MBC.

 

Duchj: Voto 8

Un’ottima aggiunta per i mazzi a monocolori a tema nero. Una rimozione in curva per MBC che può finalmente dire addio a Disfigure per avere una rimozione pressocchè a tutto già da turno 4, al semplice costo di un mana nero. Sicuramente un’aggiunta che rafforza MBC, mazzo molto amato dalla community e che sicuramente avrà fatto già breccia nei cuori di coloro che amano il nero.

 

3) Arcum’s Astrolable: Voto 8

Bragioto: Voto 7

Pur intuendo il notevole potenziale di questo Prisma CMC 1, non riesco a farmi venire in mente una lista che possa contenerla, da qui il voto molto cauto che le ho riservato.

Questo cimilelio innevato potrebbe rivoluzionare la build di Pestilence rivoluzionandone la manabase ed insieme ai Prophetic Prism dandole un’impostazione più Kitty che creda nella filosofia del “sasso into sasso”.

Il problema principale di questa carta sta nella sua ingiocabilità nei mono-color aggressivi e nel richiedere uno stravolgimento della manabase e del parco creature nei midrange bicolor: ad esempio non vorrei mai rinunciare alla manabase artefattosa di Boros Monarch che serve a supportare Galvanic Blast.

Si parla di UR Sred splashato, di un Boros Monarch rinnovato, di uno Skred control rinnovato o, addirittura, della nascita di nuovi archetipi; io rimango scettico e fedele a San Tommaso: non ci credo finchè non ci metto il naso.

Duchj: Voto 9

Per me una delle vere bombe di questa nuova espansione. Un classico sasso che si cicla e filtra il mana, proprio come il nostro Prophetic Prism tanto abusato in parecchi mazzi, che però costa 1 mana qualsiasi neve. Potrebbe essere la rivelazione dell’espasione, che permette a tanti mazzi di fare splash consistenti senza perdere troppa velocità.

In passato già si erano provati degli esperimenti con Skred Control, ma la manabase è sempre stato il problema principale dei mazzi control con 2+ colori, questa potrebbe aiutare e non poco. Ovviamente richiede una shell con almeno 12-14 basiche innevate, ma l’Astrolabio ha davvero tutte le carte in regola di farn nascere nuovi archetipi.

 

2) Savage Swipe: Voto 8+

Bragioto: Voto 8.5

Questa carta è un upgrade ad un upgrade passato, ossia ad Epic confrontation e rappresenta un design geniale che la Wizard dovrebbe continuare ad adottare per le common future.
La grande maggioranza delle creature presenti in Stompy ha power 2 e quindi usufruisce del bonus di questa carta rendendola più forte di Epic Confrontation ad un mana in meno che in Magic, e per un aggro soprattutto, è una differenza abissale.

La genialità del design di questa carta sta nel dare una restrizione, ossia del bonus per i power 2, che sia effettiva in limited ma facilmente aggirabile in Pauper: in Draft preferisco un effetto lotta che faccia da pseudo removal su un suo pezzo grosso, quindi l’idea è di far lottare il mio alpha monster con il suo ed in questo caso il bonus sarebbe troppo andando a pushare la carta ad uncommon.
Lo stesso ragionamento possiamo portarlo all’estremo con la meccanica Delve prendendo Gurmag Angler come esempio: in Limited è una common che entra in media attorno al turno 5, ma in Pauper entra benissimo anche al Turno 3 rendendo Delve una meccanica pushabile nei formati eternal, la cui rarità non racconta appieno il Power Level.

 

Duchj: Voto 8

Una carta da side per stompy, che quasi sicuramente vedrà gioco subito. Tutte le creature di stompy, a meno di pompaggi vari, sono 2 di forza praticamente. Al costo di un mana verde la faremo diventare 4/x e poi lotterà con una creatura avversaria.

Il basso costo di mana permette di fare altre giocate nel turno, come mettere un’altra creatura e aumentare la pressione, laddove le altre fight spell che si giocavano avevano tutte un costo di mana convertito di 2, questa entra in curva e fa il suo bel lavoro quasi sempre, promossa.

 

1) Winding Way: Voto 8.5

Bragioto: Voto 9

Quando me l’hanno mandata su WhatsApp, pensavo che fosse un fake, ci speravo davvero che lo fosse fino all’ultimo, fino a quando l’ho vista negli spoiler ufficiali ed ho dovuto accettarlo.
Qualcuno potrà vagheggiare nominando qualcosa tipo Slivers o improbabili creature-deck, ma la verità è una ed evidente: questa baby-Stampede da un boost esagerato ad Elfi che, avendo 13/14 terre e dalle 7 alle 10 non-creature spell, ne può abusare e la giocherà sicuramente.

L’unica domanda è come si evolveranno le liste di elfi per quanto riguarda la sezione delle spell non-creatura: si potrebbe assestarsi sulle 10 giocando, oltre ai set delle gemelle diverse stampede, 2 Distant Melodie come finisher; oppure si potrebbe abbandonare del tutto lo splash blu potendo vivere “solo” del value dell’ 8x delle spell verdi.

Lascio ai giocatori degli omini dei boschi l’ardua sentenza, io mi limito solo ad asserire che questa bombetta ha fatto fare un’ulteriore salto di qualità ad Elfi facendolo entrare di diritto nell’ Olimpo dei Tier 1, forse addirittura ponendolo come boogeyman del formato, ruolo rimasto vacante dopo l’ultima banlist.

Duchj: Voto 8

Potenzialmente una mina in mazzi come elfi, che giocano dalle 35 alle 40 creature tranquillamente. Se Lead the Stampede aveva già dato un boost notevole all’archetipo, permettendo di non splashare di blu per Distant Melody, questa potrebbe definitvamente togliere il secondo colore per aumentare ulteriormente la stabilità, e si inserisce ancora meglio in curva costando solo due mana.
Potrebbe essere anche un’ottima carta per tutti i Tortex.deck. permettendo di avere terre e al contempo mettere le creature nel cimitero.

 

Honorable Mentions

Anche qui, come vedete, la quantità di comuni buone abbonda; faccio un elenco sbrigativo di considerazioni non rischieste per non allungare troppo l’articolo:

  • Bladeback Slivers:
    dare a tutti gli slivers l’abilità di pingare face è ottima in stalli di board e, soprattutto, contro fog.deck come Tron; il grande ostacolo alla sua effettiva giocabilità rimane il colore rosso, visto che slivers è storicamente GW e splashare il terzo colore in un aggro è proibitivo in Pauper.
  • Igneous Elemental:
    il fatto di avere un piccolo Flametongue Kavu per il Pauper è emozionante visto che la restrizione è facilmente aggirabile da Faithless Looting e terre ciclo, tuttavia non riesco ad inserirlo con convinzione in una shell.
  • Geomancer Gambit:
    pseudo-slando cantrippante molto interessante che potrebbe tenere sotto controllo Tron e Bounceland varie post side, oltre ad essere uno slando effettivo vs Affo; bisogna valutare se può trovare spazio in un Boros visto che lo spazio è scarso e la concorrenza agguerrita.
  • Orchish Hellriser:
    non l’ho messa in top 8 solo perchè ho paura di sottovalutare il costo di echo in mazzi come Burn e RDW, rimane un’opzione molto interessante che merita un testing.
  • Ephemerate:
    Cloudshift con steroidi, un buon salto di PL ma temo manchi una shell competitiva.
  • Enduring Sliver:
    stavolta siamo nei colori giusti e questa abilità risolve gli stalli in board, ma il fatto che costi 2 e sia utilizzabile solo sorcery non mi convince del tutto e penso sia troppo chiodosa per trovare stabilmente gioco nell’archetipo.
  • Martyr’s Soul:
    un potenziale 5/4 con delle condizioni tutt’altro che proibitive, rappresenta una bomba per i mazzi WW e pede in particolare ma, parlando del competitivo, non saprei come inserirla in un bully perchè il gioco non vale la candela.
  • First-Sphere Gargantua:
    la vedo ingiocabile in MBC ma in un Rakdos reanimator non la vedo male, non come target da rianimare ma come extra value dalle carte che scarto con Looting o Cathartic Reunion.
  • Putrid Goblin:
    sembra che BG sacrifice abbia avuto un nuovo giocattolo, il PL è mediocre ma forse ha le carte in regola per entrare in lista.
  • Ransack the Lab:
    fornisce card selection in MBC accelerando Gurmag Angler ma subisce la concorrenza di Sign in Blood e Night Whispers; dà la possibilità di far Rana di terzo in UB Angler ma soffre anche cui la concorrenza di Thought Scour e dei peschini classici; cantrippa e fa cimitero ma forse non le fa abbastanza bene da essere giocata.
  • Trumpeting Herd:
    PL interessante ma il problema è sempre quello: no shell found!
  • Rain of Revelation:
    potrebbe essere un 1x per il value in Tron oppure essere un’alternativa a Gush (RIP) in UR Skred a 20 lande ma forse un costo 4 si rivelerà troppo oneroso?
  • Smoke Shroud:
    se mono U dovesse assumere una conformazione più Weenie con 8 Ninja e trick di lusso, questa simpatica aura potrebbe trovare spazio nei meandri dei Tier 3.
  • Moonblade Shinobi:
    un altro ninja molto interessante che potrebbe essere affiancato al capostipite in Mono U, il costo 3 di sninjata potrebbe sembrarere al limite ma i punti a favore sono buoni, dallo snoball che popola il cielo di pedine a 3 di forza che permette di attaccare into Augur of Bolas o piccioni vari di Boros.
  • Winter’s Rest:
    parliamo ancora di Mono U, tanto per cambiare, questa è un upgrade a Narcolepsy perchè tappa la creatura subito dandoti la possibilità di attacare, al contrario di quello che accadeva in passato, ossia il dover aspettare l’ upkeep avversaria perchè la creatura iniziasse ad essere permanentemente tappata; la pulce nell’ orecchio sta nel fatto che Curse of Chains continua ad essere l’unica opzione per tappare Guardian of the Guildpact che è sempre più presente per l’ascesa delle liste Pestilence su MTGO.