Top 8 Commons: Throne of Eldraine

da | Set 26, 2019 | Pietro Bragioto

Articolo di Pietro Bragioto & Fabrizio Pucci,


Intro

Rieccoci ad un’altra espansione, questa volta ci troviamo in un mondo fiabesco abitato da giganti, gnomi, cavalieri, fate e con riferimenti a famose fiabe come vedremo in seguito.
Spoiler: nessuna fatina common interessante per provare una rianimazione degli archetipi tempo nel formato, qualcosa nelle uncommon di molto interessante ci sarebbe stato ma la Wizzard non ha osato stamparle col simbolo nero, scelta sicuramente oculata per il bilanciamento del Draft.

Non siamo ai livelli di Bombe common come nel precedente caso di Modern Horizon dove sono uscite carte che hanno definito ed addirittura warpato il formato, sto parlando di Arcuum’s Astrolabe ed Ephemerate in primis, ma anche Savage Swipe, Winding Way e Waether the Storm non scherzano!
Non ci si poteva di certo aspettare uno stravolgimento del formato di quel livello da un’espansione ordinaria, tuttavia fa piacere constatare che la Wizard stia continuando nella strada intrapresa con Ob Nixilis’s Cruelty dando al formato comuni almeno giocabili ad ogni espansione.

Siccome questa sarà una recensione a 4 mani con il nostro collaboratore Fabrizio Pucci alias Xardian7, adottiamo anche questa volta delle linee guida per assegnare i voti a queste promesse:

Prima di inoltrarci insieme in questa recensione vi lascio al Puccy’s Disclaimer:

Dare un giudizio su carte alle soglie di uno dei più probabili ban della storia del Pauper è molto difficile.
Sia perché potremmo prendere cantonate assurde, sia perché potrebbero uscire nuovi archetipi che cambierebbero completamente la visione di varie carte.
Potrei anche prendere subito una cantonata e il ban potrebbe non arrivare. In tal caso, ignorate ogni tipo di votazione e considerazione tranne quella fatta per Mystic Santuary.
Fatte queste considerazioni iniziali, per valutare le carte migliori di questo set, mi atterrò semplicemente al mio buon senso e a quello che ho imparato giocando per anni questo formato.

 

8) Rosethorn Halberd: Voto 5,5

Bragioto Voto: 6

Quando si vede una carta del genere, viene subito da pensare a Stompy, d’altronde abbiamo a che fare con un equip che al prezzo di un misero mana entra già attaccato ad una creatura non-umana.
Se ad una prima occhiata sembra promettente, ad uno sguardo più attento salgono dei dubbi:
1) il costo equip 5 è davvero fuori portata rendendolo spesso più simila ad un aura che a un equip;
2) Burning-Tree Emissary e il fossaiolo sono umani;
3) la concorrenza è forte ed agguerrita per gli slot non creatura.
Al posto di cosa potrebbe andare tra Rancor, Hunger, Swipe e Vines?
Francamente non trovo un cambio soddisfacente o un cambio accettabile; può essere che la carta venga giocata in mono per come Bonesplitter pre stampa di Swipe, ma non mi sembra una grande idea diminuire ulteriormente gli slot creatura.

Pucci Voto: 5

Giocabile in ogni archetipo dove è già giocato Rancor come 5°-8° copia se ne avete bisogno. Sinceramente in Stompy non la giocherei mai, ma magari qualche deck a base verde non può approfittare di Swipe date le creature che gioca e ha necessità di un altro pezzo che resta in campo dopo un removal.
.
.

7) Merchant of the Vale: Voto 5/6

Bragioto Voto: 6

Francamente non me intendo molto come altri miei connazionali riguardo ad archetipi come BR Tortex, quindi non so se questa carta possa pushare il mazzo facendolo uscire dalla palude dei Tier 3, ma rimango cautamente scettico a riguardo.
Un altro uso eventuale potrei vederlo nelle shell di reanimator più spinte che vogliono massimizzare il numero di Lootate di primo into Exhume, affiancando a Faithless Looting un fratellino storpio.
A mio avviso le shell di RB Reanimator subiranno un buon upgrade dopo questa espansione, ma probabilmente non sarà questa carta la principale responsabile.

Pucci Voto: 5,5

R per fare svantaggio carte e 2R per giocare un 2/3 che fa loot al contrario. Messa così sembrerebbe buono come il formaggio fuso sulle cozze. C’è però un archetipo come Tortured Existance che potrebbe approfittare di questa carta, lì potrebbe brillare essendo un effetto di loot che si può riciclare con TE.
Sinceramente non vedo altri archetipi dove giocarlo, qualsiasi mazzo voglia fare loot rapidamente senza voler/poter dare valore alla reiterabilità dell’effetto ha carte migliori da giocare.
.
.

6) Wildwood Tracker: Voto 6+

Bragioto Voto: 7,5

A mio avviso, a Stompy è sempre mancato un altro drop a 2 decente per essere più esplosivo ed avere sempre una buona giocata a turno 1: oltre a Quirion Ranger e fossaiolo i quali non sono quello che uno vorrebbe per iniziare un beatdown, Stompy solitamentepuò partire di 4 Nettle e 3 Skirge.
Quindi abbiamo 7 Drop a 1 per iniziare una Race decente, ma se non siamo contro Aggro Vault Skirge è spesso subottimale, soprattutto se fronteggiamo Jeskai; non dico di rimpiazzarla del tutto ma la mia proposta è quella di convertire un 2x di drop a 2 flessibile e magari un 1x di Skirge/fossaiolo in questo nuovo Drop a 1.
Ultimamente, con Jeskai e Tron molto presenti ai vertici, ho considerato l’idea di rimpiazzare qualche Vault Skirge e le Silhane  perchè spingevano troppo poco e questa è l’occasione perfetta per aumentare l’esplosività dell’archetipo.
La carta non è un 2/2 a costo 1 senza malus, è un semplice 1/1 che diventa pompato in combact e ciò lo rende poco sinergico con Savage Swipe e vulnerabile a sidate come Electrickery; ma, onestamente, non penso che il power creep sia così ampio da stampare 2/2 cmc 1 senza malus e questo sembra un gradito regalo al giorno d’oggi e per questo meta dove l’aggressività conta davvero tanto.

Pucci Voto: 5

Inseribile solo in Stompy dove è inferiore a tutte le creature già presenti poiché senza una creatura non umano vicino resta un 1/1. Risulta inoltre antisinergica con Swipe.
.
.

5) Mantle of Tides: Voto 6,5

Bragioto Voto: 7,5

Sento profumo di Mono U: una carta che rende le nostre fatine dei 2/3 al costo teorico di un mana è immenso perchè fornisce qualcosa di simile ad una Kor contro aggro e una minaccia che dei Glint Hawk o delle Spellstutter non possono tradare; nemmeno l’effetto su ninja o delver è trascurabile perchè consente a questi di perforare il bloccante di questo formato, Kor Skyfisher, e di stare sopra a Bolt che è sempre un metro di misura.
L’effetto aura che aveva Rosethorn Halberd non si riscontra qui, dove il costo “alternativo” di equip è 3 o comunque si può sempre castare un cantrip o una seconda Faerie Miscreant.
Questa carta non risolve certo i problemi del vecchio re, cominciati con i famigerati “free ban”, ma permette di rimpiazzare quella contromisura ad aggro inguardabile di nome Force Spike, rimasuglio nostalgico del potere di Daze.
Ho grandi speranze per questa carta, sia in chiave anti aggro sia contro i piccioni di Jeskai, vedremo se questo nuovo arrivo sarà sufficente ad un ritorno del monocolor che non è il più vincente dei suoi simili nel meta attuale.

Pucci Voto: 5,5

Buona carta per la side di MonoU. Se il tempo deck per eccellenza dovesse tornare ad essere giocabile questo può essere un ottimo pezzo dalla side per contrastare altri deck con volanti rendendo le nostre fate dei Kor Skyfisher al prezzo di fare qualcosa che avremmo fatto comunque come cantrippare.
Non prende il 6 pieno perché penso ci siano già 15 carte migliori da giocare nella side, ma ovviamente dipenderà dal meta.
.
.

4) Thrill of Possibility: Voto 6/7

Bragioto Voto: 7,5

Un altro effetto simile a Tormenting Voice che non costi doppio specifico come Wild Guess, potrebbe davvero pushare la consistenza dei mazzi RB Reanimator anche se il grande salto manca ancora un target da rianimare game breaking oltre a Crusher.
Il fatto che questa Tormenting sia instant è un buon bonus per cogliere di sorpresa l’oppo e per mantenere il mana flessibile, anche se dà un buon target a Dispel che altrimenti sarebbe carta inutile vs Reanimator.
Penso la proverò anche in UR Delver, mazzo che dal ban di Gush necessita di un boost nel mid/late game e non venitemi a dire che AK è la soluzione!
Il problema fondamentale di UR è che in troppi MU bisogna tenersi open per Counterspell o per lo meno al fine di fintarlo, Jeskai in primis, e perciò è davvero rischioso usare soluzioni quali Compulsive Research o Deep Analysis.
Sono da preferire soluzioni instant come Rain of Revelation che per il costo esoso non è da giocare più di una o due copie, questa nuova Tormenting in Instant potrebbe affiancarsi a Rain nella mia build per cercare di dare al mazzo un motore stabile e variegato una volta arrivati al mid-game.
Il rischio che quest’ultima venga counterata esponendoci ad un 2×1 non è gradevole ma una volta superato il turno 4, spesso avremo terre extra o carte morte per il Mu in mano, per cui il 2×1 a nostro sfavore sarà più sopportabile e avrà l’upside di aver tradato con un counter avversario.
Chissà se questa sarà la volta buona per il mio UR Delver di ritornare giocabile competitivamente.

Pucci Voto: 6

Sostituisce di fatto tutte le copie di Tormenting Voice in tutti i vari deck che la giocano, che mi dicono dalla regia essere solo Rakdos Reanimator. Niente che gli faccia fare il salto di qualità, ma comunque un upgrade.
.
.

3) Crashing Downbridge: Voto 7

Bragioto Voto: 7

Si potrebbe provare in Atogshift dove ricoprirebbe il duplice ruolo di muretto anti-aggro e minaccerebbe di continuo un alpha-strike con Atog, il fatto che sia mangiabile da Mr. Sorriso mi fa seriamente considerare almeno un test nell’archetipo.
Un Tier 3 dove potrebbe quasi sicuramente trovare gioco è UG Muri Combo, dare la possibilità al nostro Axebane-Guardian di tappare subito per mana e scombare nello stesso turno della sua entrata in campo non ha eguali; aggiungete che questo simpatico costo 2 è pure un muro che sinergizza col mazzo e non avrete più dubbi sul suo inserimento.
Che sia arrivato finalmente il salto di qualità dei fan di questo combo per ora relegato nel purgatorio dei Tier 3: Time to shine muretti!

Pucci Voto: 7

Questa carta potrebbe dare una spinta considerevole a UG Muri, meglio noto come Wonderwalls. Giocare la combo di Axebane Guardian con Freed From Real o Galvanic Alchemist senza aspettare 1 turno grazie ad una carta sinergica con il resto del deck è molto forte. Altri problemi del deck permangono, ma poter chiudere in un solo turno permette anche ad altre carte come Gigadrawse di diventare migliori nell’archetipo. La carta risulta essere buona anche come statistiche dato che uno 0/4 ferma, senza morire, la maggior parte delle creature e nel caso l’avversario decida di spenderci un removal sopra poco male, è un pezzo buono ma non necessario alla combo.
.
.

2) Rimrock Knight: Voto 7

Bragioto Voto: 7,5

Stravedo per questa carta in RDW: se non si apprezza il rischio di Valley Dasher e si vuole relegare Sparsmith alla side, questa carta può tranquillamente entrare di prepotenza nell’archetipo.
Mardu Scout e Orchish Hellraiser non ce l’hanno fatta a dare all’archetipo un CMC 2 con 3 di power, ma questa potrebbe essere la volta buona perchè ritengo che l’instant avventura sia davvero buono nell’archetipo fungendo da mana sink o per tradare bloccanti fastidiosi senza usare botti preziosi.
Qualche volta una riga d’effetto in più ad una vecchia carta fa la differenza e penso che siamo di fronte ad uno di questi casi.

Pucci Voto: 6,5

Nuova linfa per RDW che prende una buona carta che mi aspetto essere molto sottovalutata. Una brutta pumpspell che però si trasforma in un beater quando finiamo la benzina. Un po’ come ritrovarsi con le vecchie moto senza benzina, girare la valvola e azionare il serbatoio di riserva. Non è detto che vi porti dal benzinaio più vicino, ma sicuramente vi da speranza.
.
.

1) Mystic Sanctuary: Voto 8

Bragioto Voto 6,5

C’è davvero tanto hype riguardo a questa carta nella community e non ne capisco il motivo, penso che ci sia un abbaglio generale tanto che, per elencarne i punti negativi, basta scorrerne il testo:
1) Entra tappata se non controllo almeno 3 altre isole: una tapland in early ed anche in mid se non gioco monocolor;
2) mette una instant o sorcery in cima: non in mano, in cima e questo non è value ma solo una assicurazione sul topdeck che può diventare value se mettiamo una spell che faccia Card advantage in cima;
3) non è fetchabile essendo un’isola non basica, non può nemmeno essere usata come singleton tutorabile;
4) il bonus solo se entra stappata: un mazzo come Familiar che ne vorrebbe l’effetto si scontra con l’inconciliabilità tra l’ottenere 3 altre isole e una manbasase di Bounceland.

Familiar può certamente abusarne pescando il mazzo con 2 famigli, 1 Drifter e 1 Flicker, andando eventualmente a trovare Snap, generare mana e mettendo in atto una delle sue combo; tuttavia resta il problema di conciliazione con le bounceland che richiederebbe una rivoluzione della manabase che non son sicuro il mazzo possa permettersi.
Forse qualche mazzo combo a base blu può abusarne ma davvero mi sfugge quale esso sia e non sono convinto dell’efficacia di questo tipo di value combo nell’attuale formato Aggro & Loop: sfortunatamente la combo più competitiva resta Ephemerate su Archeomancer o Drifter.
In un nuovo meta con Ephemerate bannato, forse può sorgere un Familiar Combo con una manabase senza bounceland che abusa di questa terra, per ora resto cauto sul voto.

Pucci Voto: 9,5

Bomba dell’espansione. Questa Mortuary Mire migliorata per Istantanei e Stregonerie ha un value enorme pur essendo una semplice terra permettendoci di rigiocare una spell dal nostro cimitero in cambio della nostra pescata di turno. Mi sembra superfluo dirvi che giocando il blu raramente aspetterete un turno per pescare la carta da voi scelta, risultando a tutti gli effetti Archeomante depotenziato. Non inseritela a caso nei deck tempo (monoU Delver) come ho letto su Twitter. Questa è e resta una carta value che deve andare in qualche midrange (es. UR Delver/UR flicker) o Control (es. UB).
Oltre l’ovvia inclusione in qualsiasi deck a base blu delle sopracitate categorie, è un’ovvia inclusione anche in Familiar dove, con 2 Famigli + Ghostly Flicker + Mulldrifter, permette di pescare tutto il deck. Con l’aggiunta di Sage Row si vince anche senza Mnemonic Wall e in caso di presenza del Sage Rown Denizen, si può vincere anche con SGO al posto di Drifter.
Il drawback delle 3 altre isole è veramente minimo dato che probabilmente se giochiamo questa carta stiamo giocando un deck a base blu e le altre copie contano come isole. Si esatto è un’isola, questa carta rasenta la follia per essere una terra.

.
.

Conclusione

Come avete visto le mie valutazioni si discostano spesso e volentieri da quelle di Fabrizio ed è proprio questo il bello di una recensione a due: è come una scommessa dove ognuno fa il suo azzardo.
A tal proposito vorrei sentire anche le vostre opinioni, scrivetemi nei commenti che voto dareste a queste new entry, vi lascio la lista delle carte per fare un comodo copia ed incolla aggiungendo solo i vostri voti.

1. Mystic Sanctuary: Voto_
2. Rimrock Knigh: Voto_
3. Crashing Downbridge: Voto_
4. Thrill of Possibility: Voto_
5. Mantle of Tides: Voto_
6. Wildwood Tracker: Voto_
7. Merchant of the Vale: Voto_
8. Rosethorn Halberd: Voto_