Top 4 Commons: Core Set M21

da | Giu 26, 2020 | Game Analysis

Articolo di Bragioto Pietro & Cicchini Franco,

Procede il turnover di collaborazioni per queste review e per M21 ho assodato Franco Cicchini, meglio conosciuto su Twitch ed MTGO come ziofrancone: Top 4 al GP Legacy Bologna 2019, Vincitore di una Vintage Challenge, sfioratore di Top 8 ai Geddon ma soprattutto colui capace di fare back to back Top 8 in Challenge con il ripudiato Mbc!

I criteri di valutazione rimangono quelli assodati nelle scorse review:

La sensibilità delle valutazioni sarà un quarto di voto e il voto generale sarà la media tra le nostre due previsioni: in caso la media aritmetica cada in mezzo a due quarti di voto, essa penderà arbitrariamente dalla mia parte, lo stesso criterio poco democratico sarà adottato per confrontare due voti generali a pari merito.

A differenza delle scorse puntate, questa volta ho deciso di fare solo una top 4 concentrandosi solo sulle carte che penso vedranno realmente gioco: non che le altre escluse come Goblin Wizardry oppure llanowar Visionary siano da buttare, ma preferisco puntare sulle altre.

.

#4 Library Larcenist: Voto 5+

.

CrilaPeoty: Voto 6+

Si potrebbe in questo caso svolgere un discorso analogo a quello per Audacious Thief nella side di UB: pesca uno a turno anche contro Dignitari o muri di vario genere che non devono essere per forza rimossi come nel caso di Ninja, inoltre scende un turno prima di monarca esponendoci a meno power play probabili avversarie.

I nostri ladri sono sonoramente bocciati nei Mu dove ci troviamo troppo spesso davanti a paranti problematici come contro Boros, tuttavia i Mu rilevanti per questi ninja a modo loro sono in aumento: sto parlando di Tron, Muri Combo e Familiar e, contro gli ultimi 2, il ninja originale non rappresenta un buon piano ed abbiamo bisogno di un’alternativa alle partenze a strappo di Delver con Mono U.

Detto ciò, sono convinto di dare una chance a questa new entry come 2x nel mio Mono U Winter al posto delle 2 Relic di side che, salvo Mu con Reaping, si sono dimostrate abbastanza deludenti verso la nuova versione di Tron con Bonder Ornament contro la quale bisogna proporre un clock molto veloce o un “Monarch effect” sperando di proteggerlo dalle sue Pyro.

La vera pecca della carta sta nelle sue statistiche imbarazzanti, dovute non volerla problematica in un ambiente Limited, fosse stata un 2 in Forza che forzasse il trade in blocco ai numerosissimi 2/2 del formato, ma anche solo un 1/3 che sopravviva a tali blocchi sarebbe stato un altro paio di maniche.
Uno sweet spot, venendo incontro alle esigenze di Limited, sarebbe stato farla come 0/3 ossia come muretto attaccante che si gloria solo della sua abilità, ma queste sono solo amare suggestioni dell’ ennesima Stample mancata.

Mono U Winter Test List

Creature: (21)
Delver of Secrets
Faerie Seer
Spellstutter Sprite
Spire Golem
Ninja of the Deep Hours
Fanthom Seer

Sorcery: (9)
Ponder
Preordain
Merchant Scroll

Instant: (10)
Counterspell
Deprive
Snap
Tragic Lesson

Enchantment: (2)
Winter’s Rest

Land: (18)
15 Snow-Covered Island
Mystic Sanctuary
Sideboard: (15)
Hydroblast
Dispel
Piracy Charm
Coral Net
Stormbound Geist
Echoing Truth
Winter’s Rest
Library Larcenist

P.s. 2x di Flex slot di side conteso tra Relic, Augur of Bolas o eventuali Tech Card

.

ziofrancone: Voto 4

Penso che spendere più di qualche parola su questa carta sia quasi superfluo: bocciata da ogni punto di vista.
L’unico motivo per cui si discute in questa sede di questa carta è il fatto che una carta come “Audacious Thief” sia una delle “Braji cards”.
Ma questa carta non è nera, non è lontanamente paragonabile a Ninja of the deep hours e non vedo proprio che utilizzo possa avere questa carta al di fuori del Limited.

.

.

#3 Swift Response: Voto 6

CrilaPeoty: Voto 6

Inizialmente ho subito pensato: “Finalmente il bianco ha una Removal instant a costo 2”.
Ma subito il Grillo Parlante mi ha detto: “Contro Quirion Ranger è orribile, Trono quando piega una creatura ha già vinto e l’annihilator di Crusher lo vorrei prevenire, contro UR spesso siamo costretti ad usarla nel suo turno esponendoci a counter più sninjata al posto di una removal preventiva nel nostro in stile Journey, non leva Geist ed è inutile vs Thermo Alchemist”.

Per il semplice fatto di essere l’unica rimozione decente bianca target di Bolas, Swift response potrà vedere gioco in qualche archetipo borderline come UW Priest di Entropy oppure qualche rediviva versione del vecchio Jeskai.
Sicuramente siamo di fronte ad un upgrade delle precedenti removal common in bianco, tuttavia non me la sento di affermare che sia ancora abbastanza.

.

ziofrancone: Voto 6

Al bianco mancava una rimozione sulla falsa riga di Terror: cmc 2, con una condizione che sembrerebbe a primo acchitto non troppo stringente.
Alziamo un pochino il livello del nostro pensiero e andiamo ad esaminare il meta e a valutare se possa essere un boost per i mazzi a base bianca o l’ennesima carta che ci dispiace non ce l abbia fatta.

vs Mono U/Ur Fae/Ub

Molto forte contro Ninja, tanto inutile contro Spellstutter Sprite, efficace contro Delver of Secrets e Gurmag Angler.
Tutto sommato migliora Journey to Nowhere.

vs Quirion Ranger.deck

Fallimentare per ovvie motivazioni.

vs Mono W heroic
Veramente un bomba di rimozione, se non fosse per Sentinel’s Eye, una delle new entry di THB nell archetipo.
N.B. essendo una rimozione bianca le protezioni come god’s willing non sono proprio il top!

vs Bogles
I viscidi esseri con hexproof adorano questo tipo di carte

vs Tron/Famigli/Flicker.deck
Inutile come un libro per un cieco .

vs Affinity
Se non ci fosse Fling legale in in Pauper, sarebbe la rimozione perfetta.
Ma d’altro canto se veramente non ci fosse Fling legale in Pauper, non esisterebbe Affinity.

.

.

#2 Village Rites: Voto 7.5

CrilaPeoty: Voto 7

Schegge d’osso finalmente è stata upgradata nel mezzo del fenomeno power-creep!
Il vero problema che ho con questa carta, che rappresenta la ragione per cui il voto è contenuto alla mediocrità, sta negli archetipi in cui questa carta potrebbe venir giocata: stiamo parlando di Mono nero Zombie, Bg sacrifice e forse qualcuno la proverà in Mbc per il semplice fatto che è nera.

Sono abbastanza convinto che non di giocherà nei mazzi UB e tutti i mazzi sovrascritti sono Tier 3 o al massimo Tier 2: forse farà fare un salto di qualità ai mazzi Sacrifice per la gioia di Ullman, ma non penso che ciò andrà ad intaccare troppo il meta.

.

ziofrancone: Voto 8

Finalmente parliamo di una carta cromaticamente bella!

Analizziamola a fondo:
-cmc1:Minimo investimento di mana: GREAT!
N.B. : SpellstrutterSprite ALERT!
-Come costo addizionale sacrifica una creatura, pesca due carte: UAAU! (Cit.)

Il primo utilizzo che viene in mente è in archetipi basati sul sacrificio: Mono Black Zombie e BG nelle varie salse, combo e non combo, possono trarne giovamento!
Potremmo pensare poi di aggiungerla a mazzi che non sono incentrati sul sacrificio, ma in cui questa carta può fornire consistenza e resilienza alle rimozioni, ad esempio qualche lista di Ub Fate potrebbe decidere di includerne una o due copie , o anche in Tortured.deck.
Semplicemente deliziato dalle potenzialità di questa carta!

.

.

#1 Frantic Inventory: Voto 7.5

CrilaPeoty: Voto 8

Qui vorrei aprire una parentesi: non cercate di vedere la skill dove essa non c’è, mentireste solo a voi stessi.
Ogni tanto sento dire frasi del tipo:
” Nei mirror di monarca vince chi lo sa giocare al momento giusto”
“Basta tirare le tue Ak dopo quelle dell’avversario”

Il gigantesco bias di queste affermazioni sta nel pensare di poter permettersi sempre di fare la scelta più passiva ossia quella che al giocatore medio risulta quella “più furba”, la quale non rischia di farlo sentire “più stupido”.
Fare queste giocate in base a quello che farà l’avversario sono giocate che spesso possiamo permetterci in maniera safe solo se siamo “davanti” nella partita in corso, non se siamo “indietro” e a volte non è la scelta sempre corretta nemmeno in una situazione di parità.
Riconoscere quando è il momento di “Go for the Throat” è lo step che distingue un giocatore forte di Magic da uno medio, visto che non sono certo la persona giusta per spiegarvi il concetto, dato che ricado ancora troppo spesso nella prima categoria, vi rimando all’articolo di uno dei più grandi.

Non sempre abbiamo il lusso di poter fare la scelta che ci fa sentire “più furbi”: un monarca o una AK che fanno la muffa in mano sono un grande costo opportunità e possiamo giocare svariati turni con una carta in meno nella mano.
E’ vero che spesso in Pauper la scelta più passiva premia, ma qualche volta non provarci si traduce in una scelta perdente se la partita è sul filo del rasoio ed improvvisamente passiamo ad inseguire ritrovandoci “Dietro”.

Inoltre le affermazioni soprascritte danno quasi per scontato che noi abbiamo un completo controllo di ciò che accade in un game: il nostro avversario, dopo l’ AK da 2 o 3 potrebbe aver pescato il necessario per vincere una counterwar contro di noi e la nostra AK da 2 o 3 o 4 tradda con un counter, non usare le AK tenendole in manopuò farci saltare il quarto landrop mettendoci in una posizione sgradita oppure il nostro oppo semplicente topdecka più Ak dei nostri counter quando ve ne sono già 2 o più nei cimiteri.
Tutto questo per dire che AK e la meccanica monarca portano con essi immenso potenziale ma anche una dose di aleatorietà non indifferente e che troppo spesso non si può domare con accorgimenti passivi chiamati più comunemente precauzioni.

Frantic Inventory elimina situzioni spiacevoli dove l’oppo sfrutta le nostre AK al cimitero per potenziare le sue e conduce a scenari di gioco più controllabili e meno affetti dalla paranoia che dall’altra parte possa avvenire un effetto domino che ci snowballi.
Ora posso tirare la mia nuova AK da 2 senza avere un Counter di backup per l’eventuale Ak da 3 dell’oppo che comunque passerebbe se il mio counter di Backup traddasse con un suo counter: scenari davvero controllabili solo se si è molto avanti nella partita.
Penso proverò a buildare versioni di UR Skred con le nuove AK fixate senza sentirmi per forza un giocatore d’azzardo nei mirror dove le AK originali seguivano il vento della sorte.

.

ziofrancone: Voto 7

Per valutare questa carta, dobbiamo forzatamente fare un paragone con Accumulated knowledge.
La differenza sostanziale è che questa nuova comune non ci fa pescare carte aggiuntive per eventuali copie nei cimiteri avversari.
Questo è un bonus o è un malus?

è luogo comune nei mirror di AK sidare out tutte le copie presenti nel nostro deck per non rischiare di dare un boost enorme al nostro avversario. Ovviamente in game 1 la differenza tra il vincere e il perdere è riuscire a mettere il nostro avversario in condizione di usare il suo cantrip per cercare risposta alle nostre minacce. Questo perchè l iniziale controllo del board, ci renderà in futuro un vantaggio sicuramente di tempo nello sviluppo del nostro piano, e soprattutto un vantaggio carte non indifferente, dato che il nostro avversario ha lanciato AK bilanciate, noi le lanceremo esagerate!
Senza dubbio quindi, AK in mirror è leggermente peggio in quanto se siamo indietro rischia di farci affogare, ma anche leggermente meglio per lo stesso motivo!

Vorrei sottolineare inoltre l’impraticabilità di giocare 4 copie di Frantic Inventory e 4 copie di Accumulated Knowledge nello stesso mazzo, data la presenza di Santuario Mistico nel formato che, se da una parte di fornisce la quinta e la sesta copia di ogni istantaneo e/o stregoneria del proprio mazzo, dall’altra ha “educato” moltissimi giocatori a riservare qualche slot di side per carte come Relic of Progenitus, anche negli stessi mazzi a base Santuario.