Top 10 Pauper: Modern Horizons 3

da | Mag 31, 2024 | Game Analysis

Io e il Bragi8 (Pietro) abbiamo fatto una superrecensione bella carica.

Mancano alcune carte perché è una top, non perché ce ne siamo dimenticati: Basking Broodscale è molto sexy, ma manca proprio la struttura, la shell, per far funzionare il mazzo Combo attorno al quale giocarla. Per farvi un esempio.

Nel dubbio, i criteri di valutazione sono questi:


10)Jolted Awake

Moretti – Voto 6

Inaspettato Unearth del bianco, potrebbe avere senso perfino in un archetipo come Flicker Tron dato che rianima artefatto (no, in realtà rianimare Expedition Map non mi sembra il top eh).

Sappiamo che Unearth è forte, ma non riesco a capire quanto possa essere questa nel formato dato che, a parte rianimare un Cranial Ram in Mardu Patte, non mi vengono in mente altre applicazioni.

Bragioto – Voto 6/7

E’ oramai di uso comune la frase: “Se Jeskai non vede Cleansing è un altro mazzo!”, semplice ma veritiera.

Ci sono carte che fanno fare il cambio di marcia ad un archetipo ed il fatto che si possano giocare solo in 4x e non si possa avere un più solido 8x, dà orgine ad un mazzo a due facce: quando si vede il santino e quando questo gioca a nascondino.

Proseguiamo con la proporizione Wildfire : Jeskai = Synth : Boros.

Purtroppo, o per fortuna, non siamo davanti alle copie 5-8 di Synth, bensì ad una specie di rianimino che può rianimare la chiave di Boros, oltre che ai vari mostriciattoli dell’archetipo, dulcis in fundo si cicla se dovessimo essere contro un Mu dove l’avversario interagisce poco con le nostre risorse.

Nei Mu d’attrito aumenta artificialmente la densità di piccioni nel nostro mazzo e nei Mu dove oppo punta giustamente a counterarci Synth per non farci ingranare, possiamo usare la forbidden mode del rianimo artefatto al modico costo di un mana bianco.

Premetto che non sono un grande giocatore dell’archetipo ma, se il meta si dovesse rivelare interattivo senza troppi game di solitario, potrei vederci bene un 2x di Jolted Away in Boros, tenendomi cauto con il numero dato che girarla di Synth troppo presto è un blank.

Voto finale – 6.5


9)Thraben Charm

Moretti – Voto 6.5

Non mi vengono in mente scenari o archetipi in cui giocare specificatamente questa nuova rimozione, ma il fatto che sia rimozione per creatura quasi non condizionale e anche per incantesimo, oltre che hate per strategie unfair come Dredge e Goblin Combo, la rende per me sufficientemente buona per darle spazio in tutti gli archetipi Weenie a base bianca (cioè White Wenie e Boros Bully).

Bragioto – Voto 7

Altra carta che non riesco ad inquadrare con sicurezza: da un lato persone che gridano al coltellino svizzero definitivo per il bianco, dall’altra la folla che inneggia alla palta ingiocabile e nel mezzo un me confuso e titubante nel giudicarla.

Il rimuovi cimitero instant contro Dredge, Altar e Goblin Combo fa gola anche se non sono convinto sia da solo superiore a Relic o Tormod’s Crypt in archetipi come Boros in primis, lo spacca incantesimo non mi emoziona troppo dalla dipartita di Glitter, il tutto sta nell’efficacia della modalità removal-condizionale ossia quanto efficacemente il mazzo che vuole incorporare questa carta può avere una o due creature in campo.

Considerando Jeskai e Familiar, non mi sembra così inverosimile l’avere 2 creature per fare 4 danni o una per farne 2 contro i mazzi più veloci come Mono Red e Rakdos Burn, tuttavia non lo vedo come scenario troppo affidabile nei primi tre turni, dove probabilmente un Dawnbringer Cleric resta alternativa più solida.

Avere una removalo un rimuovi cimitero instant riprendibile di Archeomante potrebbe essere un rischio che vale la candela, tuttavia scenari early dove siamo senza creatura o ce la rimuovono in risposta a questo Charm sono il mio incubo ricorrente.

Per quanto riguarda Mono W e Cawgates, l’avere una removal da affiancare a Journey per il midgame coprendo la grande debolezza dai mazzi combo a base cimitero potrebbe essere superiore ad una Relic of Progenitus, anche considerando l’effetto sopresa di un Instant rispetto all’informazione nota della Relic.

Considerazioni sparse che non sembrano allinearsi in direzione alcuna, come vi avevo anticipato sono molto confuso nel valutare questo coltellino svizzero forgiato da madame Thraben che si conferma essere una spina nel fianco del sottoscritto persino durante le recensioni.

Voto finale – Voto 6.75


8)Siege Smash

Moretti – Voto 7

Molto inaspettato: Split Second su una carta comune.
La meccanica battibaleno impedisce che si possano attivare abilità non di mana o lanciare magie fino a che la sua carta sia in pila. Abilità innescate (es. Ward 2 di Tolarian Terror) e abilità di mana (Priest of Titania, Ashnod’s Altar) possono entrare the stack.

Le applicazioni di questa carta, una magia modale che può rompere un artefatto o dare un boost ad una creatura, permettono, in prima analisi, di a)proteggere un pezzo senza farsi neutralizzare la magia da una magia, b)rompere Relic of Progenitus o Nihil Spellbomb senza fornire la possibilità all’avversario di rispondervi e c)fare mana infinito con Skirk Prospector, Putrid Goblin e FDoC.

Analizziamo lo scenario C: leggendo sopra abbiamo appreso come non sia possibile impilare nulla (più o meno) fintanto che la magia con Battibaleno è nella pila, però le abilità dei due goblin sono una eccezione a questa regola.

Skirk Prospector ha una abilità di mana, mentre Putrid Goblin (Persist) ha una abilità innescata; First Day of Class crea una azione di stato che genera una abilità innescata (quando entra in gioco una creatura metti un segnalino +/1/+1 su di essa).

Sinceramente non vedo molti scenari in cui fare mana infinito rosso (con già entrambi i goblin a terra e con First Day of Class che già ha risolto) sia rilevante; se l’avversario non rimuove il Putrid Goblin nella prima parte della combo, lo può fare nella seconda parte (Dark-Dweller Oracle, Makeshift Munitions), una volta che Siege Smash si è levato dalle scatole.

Bragioto – Voto 7

Mi hanno spiegato che se con Goblin Combo abbiamo sia Skirk che Putrido in campo, lanciamo First day e oppo, statisticamente giustamente, la lascia risolvere tenendosi le removal per farle in un secondo momento (su Putrido dopo la prima rientrata dal cimitero ed in pila al segnalino +1/+1 della suddetta First Day), lanciando Siege Smash possiamo fare mana rosso infinito senza che oppo possa rispondere con removal alcuna perchè non possono essere messe in pila ad una carta con Split Second, mentre le abilità di mana sono concesse prima che la nostra Siege Smash risolva.

Mentre provavano ad inculcare questa raffinata dottrina in un rozzo conoscitore di regole base come il sottoscritto, un solo pensiero echeggiava nella mia testa malata: “Ciclo Storm! Cycle Storm! Reliquie e bombette non vi temiamo! Cycle Storm! Ciclo Storm!”.

Voto finale – 7


7)Fanged Flames

Moretti – Voto 7

Aggiungiamo la versione incolore di Lava Coil a questa recensione perché è la prima risposta nel rosso, a costo ragionevole, per Guardian of the Guildpact (e Crimson Accolyte).

Io, ad essere onesto, ero favorevole già a Lava Coil nel formato, partendo dal presupposto che esiliare un Myr Enforcer fosse un motivazione sufficiente (ah, si: Cast into the Fire), ma poi appunto altro è stato aggiunto nel formato.

Bragioto – Voto 7.25

La carta che i player di rimozioni rosse hanno sempre sperato di ricevere contro gli infimi giocatori di Cawgates con i loro Sacred Cat capeggiati dai Guardian of the Guildpact, il tutto in un’assenza di colore che non viene resa oboleta da una Prismatic Strands di copertura.

Non gestirà l’amico di Kenku e serpenti vari, sarà pure sorcery che è un downside enorme ma va a coprire un angolo vulnerabile e sarà giocata sicuramente in UR Control, Jeskai e probabilmente nelle side di Mono Red o BR Burn se vi sarà un aumento di Cawgate nel meta.

Voto finale – 7+


6)Deem Inferior

Moretti – Voto 7

Ennesima rimozione limitante presente nel blu.
Valutando pro e contro, costando un solo mana (se scontato) e potendo prendere qualsiasi tipo di permanente, il fatto di rimandare la minaccia di due turni è accettabile nel caso quel tempo guadagnato sia sufficiente per garantire uno stacco sull’avvesario.
In breve: se vinco prima che torni o se trovo una risposta definitiva.

I due approcci, Aggro e Control vanno quindi dal Mono Blue Terror che piega con i 5/5 (e Deem Inferior viene scontata dallo stesso tipo di carta che sconta il terrore) a mazzi che, pur cercando di controllare la partita non hanno strumenti eccellenti per farlo, come Azorius Familiar.
Il grosso difetto di Famigli  la mancanza di una rimozione universale per creatura… oltre a Snap e, perquanto Deem Inferior non sia vantaggio tempo al pari di Snap che rimanda una minaccia o un pesco due e, al contempo, genera mana, può essere una carta assennata se appoggiata da Ephemerate e Archaeomancer.

Bragioto – Voto 7.5

Questa pseudo-removal blu può essere passata inosservata durante una vsotra prima occhiata agli spoiler di MH3, tuttavia più la guarda e più cerco di convincermi che era quello che necissatano i mazzi U-based senza removal di sorta nel loro arsenale: sto parlando in primis di Familiar e Mono U Terror e forse anche di Mono U Faeries con qualche riserva.

Non dimentichiamoci che questa Sorcery a costo 4 in realtà costa 3 prendendo in considerazione la pescata di turno, quindi partendo da una base di 2U, il costo scenderà a 2 dopo un cantrip semplice e addirittura a 1 dopo un pesca 2 o più.

Tutto molto interessante ma in Mono U non abbiamo la massa critica di effetti pescata per enablare questa spell, salvo ninja che connettono ed in quel caso siamo già tendenzialmente avanti oppure i 4 Of One Mind che da soli non possono giustificare la consistenza.

Parlando di Familiar, non abbiamo il problema di scontarla in maniera consistente e potrebbe rimpiazzare risposte Instant specifiche come Destroy Evil e Nature’s Chant ora che la minaccia Glitters è alle spalle: mi entusiasma soprattutto contro Grixis Affo dove si può gestire sia una creatura come Myr Enforcer o Gearseeker Serpent che forzare una Nihil o gestire momentaneamente una Munitions, soprattutto per quanto riguarda il discorso minacce le gestirebbe non mandandole al cimitero e quindi pronte per la recursion di fontana, inoltre rimettendole in cima ci si assicurerebbe che il nostro avversario abbia la cima del mazzo meno densa di interazioni come Pyro, Counter o Nihil, fatto non da sottovalutare.

Forse sto prendendo una cantonata e le più ovvie risposte instant e specifiche conserveranno il loro spazio di side, ma sicuro farò un bel test approfondito a riguardo per non perdermi una possibile perla.

Mono U Terror è, tra le 3 opzioni, la casa su cui punterei di più visto che fino ad ora l’unica soluzione maindeck alle creature avversarie temporanea è stata Snap che risulta in vantaggio tempo va svantaggio carte dando inoltre l’opportunità all’oppo di rigiocarla alla prima occasione.

Deem Inferior non gestisce il 3/3 di Kenku Artificer e non può essere usata difensivamente ma ha il pregio di gestire risposte come Journey e di gestire la minaccia senza rimmetterla subito nella mano avversaria, menzione speciale al trick di base di fare Thought Scour sull’avversario in seguito a Deem Inferior se proprio non vogliamo la ripescata futura di quel permanente non terra.

La testerò sicuramente in una build dove va a sostituire di main gli Snap e con la nuova fatina rianimina come minaccia con recursion, per compensare la mancanza di rimbalzini difensivi, supportata da uno rispoverato Careful Study che andrà a scartare le appena citate Sneaker, Deem Inferior e le Deep.

Voto finale – 7.25


5)Eviscerator’s Insight

Moretti – Voto 7

BastaaaaaaaaaaaAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAA.

Mandiamo a change.org un petizione per chiedere la fine delle ristampe funzionali di Deadly Dispute.

In ogni caso non dobbiamo domandarci se giocarla al posto delle varianti già esistenti o meno: dipende dal metagame; se ci sono meno aggro è meglio non giocare questa, con flashback, perché non creando una pedina rende più difficile incatenare i peschini.

Probabilmente l’unico mazzo in cui ha proprio senso giocare questa senza ombra di dubbio, magari tagliando proprio Deadly Dispute, è Altar Tron (io sono un fan di Energy Refractor e penso che non sia bello avere il mana colorato talmente contanto da dover aspettare prima di rompere il tesoro).

Bragioto – Voto 7.75

Carta che lascia poco all’immaginazione, ennesima variante di un effetto che negli ultimi anni abbiamo imparato a conoscere più che bene.

Potrà banalmente essere provato in tutti i Tier dove attualmente già si giocano le 4 Dispute e un qualche numero di copie di quell’effetto surrogato: parlo di Altar Tron, Grixis Affo e BG Gardens dove entrarebbero in competizione con Reckoner’s Bargain, Fanatical Offering e Rowan’s Grim Search.

Per quanto riguarda Grixis Affinity, non la vedrei male nelle versioni più golose in 1/2x ad affiancarsi al classico pacchetto di 8 Pesco 2 standard composto da Thoughtcast e Dispute, detto ciò non mi aspetto questo grande impatto nell’aechetipo perchè si sta comunque parlando di aggiungere quel dettaglio ad un motore di pescata già tra i più forti del formato.

BG Gardens, al contrario di Affo, ha un disperato bisogno di un pesco 2 Flashbackabile soprattutto in un meta che si preannuncia, salvo il primo periodo con placca legale, discretamente blu based: il mio pronostico più cauto è uno split 2-2 o 3-2 con Fanatical Offering in quanto ritengo rilevante il lasciarsi un artefatto dietro per un effetto disputa all’interno di questo archetipo, non dò per impossibile l’eliminazione completa della disputa-mappa per abbracciare completamente la via del flashback ma, almeno per il momento, la ritengo davvero greedy e per meta abbastanza malati dove far vantaggio carte è la priorità assoluta.

Altar Tron sbava per un effetto di questo tipo resiliente al singolo counter in stile Deep Analysis, il mio problema sta nella competizione con Rowan ed ho il sospetto che in questo caso non ci possa essere split: i giocatori dell’archetipo individueranno dopo qualche test il loro peschino prediletto ed escluderanno l’altro, al momento protendo leggermente per la disputa con flashback proprio per la resilienza a counter ed un ceiling di pesco 4.

Tra questi 3 mazzi, se dovessi scommettere seguendo le probabilità, direi che punto su Gardens come archetipo dove mi aspetto di vedere Eviscerator’s Insight con più certezza; fatta questa considerazione, mi chiedo con un filo di ironia quale sarà la prossima reincarnazione dell’effetto Disputa: Madness, Plot, Kicker o altre stranezze?

Voto finale – 7.5


4)Sneaky Snacker

Moretti – Voto 8

Se non è la carta più forte del set, lo è assieme a Cranial Ram. Ed è pure il tipo di carta per cui può essere valido bannare qualcosa.

Certo, non siamo in presenza di un mostro gigantesco-enorme, ma comunque è un pezzo evasivo 2/1 (come il topino scartino) che rientra a gratis dal cimitero, una volta per turno.

Può rientrare nel proprio turno, così come in quello avversario e basta pescare due carte oltre alla pescata di turno (è una passeggiata per i colori blu e nero), rendendo Deadly Dispute e Brainstorm delle powerhouse.

Per il Pauper attuale potrebbe tranquillamente passare inosservata, dato che ci stiamo muovendo sempre più verso quello che era il formato Modern (payoffs giga-potenti che da soli rompono il tavolo, es. iniziativa), ma sicuramente è una carta che difficilmente non vedrà gioco… ma in che mazzi?

Bragioto – Voto 7.75

Il voto di questa carta è il più incerto di tutti dove forse punto un po’ troppo alto, all’origine dell’incertezza sta il quanto si riuscirà ad abusare di questa carta nei mazzi in cui verrà provata.

Badate bene che il mio dubbio non sta nel pescare 2 carte oltre alla draw per rianimare fati nel proprio turno, giacchè il Pauper brulica di effetti pesco 2 o più: Lorien, Deep, Disputa & Co., Thoughtcast, Brainstorm o, semplicemente, due cantrip sequenziati.

Il fulcro di tutta la questione è quanto facilmente si può riuscire a mandare la fatina al cimitero in early game in maniera da rianimarla prima possibile per avere un free body, visto che castare un 2/1 doppio costo specifico è quantomeno underwhelming nel Pauper del 2024.

Gli archetipi dove andare a provare questa fata sono UB Faeries, UB Control, UB Terror, Mono U Terror, Dredge, Rakdos Burn; magari questo hot take potrà tranquillamente essere clamorosamente smentito dai fatti di un prossimo futuro ma vorrei espormi ugualmente: l’archetipo dove probbailmente non verrà giocata o comunque brillerà di meno la new entry è proprio UB Fate perchè, nonostante l’ovvia sinergia con Stutter, non si ha un modo convincente per mandare questa carta al cimitero senza passare da un anemico cast.

7/8 è un voto cauto, dovuto ai primi test su Cockatrice che mi hanno smorzato l’hype, ciononostante se questa carta dovesse trovare una shell, anche tra i Tier odierni, che la riesca ad abusare con costanza, la nuova fata potrebbe tranquillamente vare un 8+ o un 8,5 nei futuri più rosei.

O potrebbe cadere nel dimenticatoio, attorno ad un mediocre 7, in attesa che un combo ne abusi.

Disclaimer: mi dissocio da qualsivoglia significato si voglia attribuire al concetto di “abusare una fatina” che esuli dal Magic giocato.

Voto finale – 7.75


3)Ciclo delle terre Landscape

Moretti – Voto 8

Grosso miglioramento della manabase dei mazzi blu: Ash Barrens, che vide gioco in Ux Faeries e Ux Control e pure in Jeskai Ephemerate, ora è effettivamente un land drop fattibile e non più una fonte di mana colorless che sminchia il count per Skred e Counterspell.
È un upgrade perché questo tipo di mazzi ha pensionato da tempo Izzet Boilerwork e combriccola, rendendo de facto Ash Barrens il peggior land drop.

Rispetto alle fetchlands non ha svantaggi di sorta mentre, rispetto ad Ash Barrens, ha lo svantaggio di non fornire subito mana colorato del colore sfetchato e di non poter essere ciclata per terra base nel turno avversario se l’abbiamo in mano (es. Brainstorm + shuffle in EoT avversario).

Forse la scelta corretta è uno split e lo possiamo capire solo giocando.

Bragioto – Voto 8

Ripeto ciò che dissi quando uscirono le ormai datate Ash Barrens: ben vengano i miglioramenti alla manabase Pauper soprattutto sul versante della giocabilità di più colori.

Dalla prima ora, il formato ha sempre presentato un’ardua sfida a chi volesse giocare anche solo bicolor, figuriamoci arrivare a 3 colori, date le tapland e la presenza di “Fetch dei poveri” in stile Evolving Wilds, nulla di più.

Ora questa caratteristica del pauper degli albori si sta via via smussando con la stampa di Ash Barrens prima e di queste nuove fetch che, semplificandola, risultano una fusione quasi completamente riuscita tra le Barrens e le Wilds: quando entrano in campo danno immediatamente accesso al mana incolore evitando partenze troppo a rilento o dando quel fatidico mana stappato in midgame per castare monarchi e mistici o per harcastare una Lorien ad esempio, inoltre permettono di fetchare in stile Evolving in seguito, quando si vorrà, fornendo utili shuffle effect a Brainstorm e prendendo la Palude per Snuff Out o la Montagna per Pyro, continuando con situazioni concrete.

Downside di questa fusione imperfetta resta quello del non riuscire a capitalizzare il mana non speso nel turno avversario, se non la si cala, con la classica giocata branza e shufflo di Ash Barrens; inoltre quella che forse è la pecca maggiore rimane il non dare immediato accesso al colore nel turno in cui la si pesca/gioca, quindi in Familiar non darà immediato accesso alla pianura per giocare Faithful asap contro il mazzo aggressivo ed in Cycle-Storm non potrà prendere subito isola in scombata per tirare quel Teachings o quel Dihada’s Ploy indispensabile.

Non siamo di fronte ad un upgrade in tutto per tutto, ma abbiamo tra le mani un giocattolo più completo nella maggioranza degli scenari.

Mi viene in mente una situazione che spiega la potenza di questo nuovo ciclo di terre.

Sto giocando Familiar e apro la classica mano Ash Barrens e Bounceland, la sequenza obbligata di svilluppo mana è T1 gioco Ash Barrens, T2 mi dò un mana incolore con Ash Barrens, me la rimbalzo di bounceland e la ciclo per Isola o per Pianura nel raro caso io voglia per forza fare doppio pezzo bianco a turno 3 come ad esempio doppia Faithful o Faithful + Famiglio: in ogni caso fatto sta che non riesco a castare una spell nei primi due turni.

Da notare che, anche nel caso avessimo avuto Lorien Revealed in mano e avendo quindi potuto ciclarla con il mana di Ash Barren a turno 1, non avremmo comunque avuto dei buoni incastri: per fare un Preordain, una Hydro, un Impulse o tenersi open di Prohibit a turno 2, a scanso di topdeck saremmo rimasti senza mana bianco provando a recuperarlo a turno 4 facendo Bounceland a T3, scenario sconsigliabile.

Con la Fetch nuova possiamo subito fetchare a turno 1, in stile Evolving Wilds per prenderci la basica di cui abbiamo bisogno per poi avere una fonte colorata stappata a turno 2 per poter fare Preordain, Hydroblast, Faithful o anche giocate come Familiar, Prohibit o Impulse nel caso di topdeck di terra stappata.

Cambia tutto.

Dulcis in fundo, per gli amanti dei tricolor queste fetch sono la manna dal cielo in quanto, anche grazie alla recente aggiunta di Lorien Revealed, potranno buildare la loro manabase con sacrifici minimi rispetto al passato: se volessi splashare rosso nel mio UB, per fare una considerazione, potrei semplicemente giocare 4 Seething Landscape, 4 Lorien Revealed, 1 Mountain, 1 Molten Tributary e 1 Geothermal Bog.

Certo, non stiamo parlando di uno splash indolore, ma rispetto al passato sono stati fatti passi da gigante e giocare tricolor nel Pauper odierno non è più un sogno proibito ma una realtà, non dico solida, ma quantomeno competitivamente fattibile.

Voto finale – 8


2)Refurbished Familiar

Moretti – Voto 8

Avere una opinione sull’arteratto è alquanto difficile.
Effetti come Rotting Rats e Chittering Rats sono naturalmente diventati  scadenti nel corso degli anni, a causa della sempre maggiore presenza e ridondanza di copie di extra di carte come Deadly Dispute, oltre che per il rapporto costo/body molto scadente.

In questo caso però abbiamo delle stats rilevanti: pagare un singolo mana per un 2/x evasivo è valido sia in limited che in costruito.
Per quanto riguarda l’effetto, esso diventa rilevante fintanto che tutto ciò che gli sta attorno (costo, statistiche del pezzo e mazzo in sé) lo sono.
Nello specifico il topino scartino entra di diritto  e a pieni titoli in a)Grixis Affiniy,b)Orzhov con Thiting Blade e Glint Hawk, c)Mardu Ciavatta (aka Mardu Patte, aka Mardu Synth) e volendo anche in una lista di c)Rakdos Madness che volesse un volante a costo basso in più.

Il grosso incentivo di poter pescare anziché scartare (ma solo nel caso l’avversario non abbia carte in mano) è la ciliegina sulla torta: una Duress che non è morta al topdeck fa si che la carta sia forte a tutto tondo.

Bragioto – Voto 8.25

Tralasciando il fatto che vedere un topo volante come staple mi fa scendere la lacrimuccia, penso che su questa carta ci siano ben pochi dubbi.

A differenza della sopracitata fata, questo ratto con le ali è solido come una roccia, una sorta di ranella giocabile nei nostri tempi: Affinity è sempre stato un mazzo dal motore di acrd advantage invidiabile e il fatto di attaccare nel contempo la mano avversaria, facendo giocare oppo in low resources, al modico costo di un mana nero sembra davvero ottimo.

Il fatto di avere volare è ottimo in quanto, Kenku a parte, Affinity è sempre dovuto ricorrere a Galvaniche e Cannonate per gestire la race volante avversaria: avere un bloccante che può traddare Glint Hawk, Kitchen Imp e fatine varie non è da sottovalutare.

Il tutto dando un attaccante evasivo, fuori da Snuff Out, per far connettere i danni della nuova placca: parlando di carte safe dal ban, sarà una delle new entry più fastidiosi nei mesi successivi al release di MH3 e, supponendo che la shell di Affinity rimanga intoccata, scommetterei anche per le stagioni a venire.

Voto finale – 8+


1)Cranial Ram

Moretti – Voto 8.5

La carta è indubbiamente forte, però diventa difficile confrontarla con il formato attualmente in essere perché ci siamo abituati a All that Glitters ed alla sua shell maggiormente esplosiva.
Questo partendo dal presupposto che Cranial Ram sia più lenta (e di fatto è più resiliente che veloce).

Il problema principale, partendo da questa assunzione, è che mancano Thraben Inspector, Moon-Circuit Hacker e Glint Hawk nei colori Rakdos, carte che permettono un orientamento più aggro ad Affinity, rispetto a quanto Kenku Artificer o Gurmag Angler possano fare in Grixis (oltre che alla mancanza di creature evasive a costi ridotti).

Per cui, oltre che a domandarci quando la banneranno (perché crea lo stesso tipo di situazione di gioco di Cranial Plating, Monastery Swiftspear e All that Glitters) e quale sia la migliore lista di Affinity per giocarla, l’ultima scelta è in quale mazzo non-Affinity giocarla.

La scelta, per ora, sembra essere solo Mardu Synth, per quanto la combinazione i colori dell’artefatto la rende pisellabile anche in Goblin Combo e Rakdos Madness (sinceramente non lo so, non sto testando in questo momento).

Bragioto – Voto 9.25

La carta dal futuro segnato.
Predestinata per il ban a breve termine dal Panel, ma sembrerebbe non abbastanza rapido da impedirne il gioco al Paupergeddon che si preannuncia in una sorta di formato limbo warpato da quest’ultima.

Il potenziale offensivo è smisurato considerando che entra già equippata ad un microbo nero fuori da Snuff Out, attaccando pericolosamente già dal terzo turno e già qualcuno parla del ritorno di Fling o imbloccabilità con Wedding Invitation come ha insegnato il defunto Boros Glitter.

Se proprio si vuole cercare il pelo nell’uovo, i malus che si possono trovare sono essenzialmente 3:

– l’essere doppio specifico come costo e quindi il dover spostare l’attuale Grixis Affo da un’asse UBr a quello BRu, relegando il blu a colore terziario quindi senza troppi Gearseeker e Counterspell, perdendo la filosofia spesso control delle ultime incarnazioni dell’archetipo e scoprendosi vulnerabile ai pochi combo del formato o a strategie fog;

– sta sotto alla premiata ditta Beb & Hydro che ora, avendo 8 target game-changer da targettare tra le nuove placce e le probabili Pyro, saranno una sidata decisamente impattante contro gli imminenti placcatori seriali;

– metterà sulla testa dei giocatori di Affo un enorme bersaglio dato che, con ogni probabilità, il metà post-mh3 sarà nell’immediato warpato da Cranial Ram e fioriranno mazzi con un buon Mu di base da Affinity o estremamente settati già di main per cercare di battere il boogeyman.

Si potrebbero spendere ulteriori righe per osservazioni meno superficiali e più approfondite sull’impatto della neo-placca nel metagame, ma non vedo perchè farlo dato che quest’ultima sarà protagonista di un fugace regno di terrore.

Voto finale – 9


Articoli correlati