Report Top 16 Paupergeddon Pisa 2024: Nicola Cordeschi con Muri Combo

da | Giu 27, 2024 | Decklists, Report

“Vinto!! Ragazzi ho vinto, Zio pera! Sono 10-2, però ho un rating di merda” ore 18:00 di domenica 23 giugno 2024 a Pisa.
Così finisce il Paupergeddon Spring Edition 2024 per me, Nicola Cordeschi, aka ilFritto, referente della Lega Pauper Trentino-Alto Adige e membro del direttivo di Lega Pauper Italia.

È il mio primo vero piazzamento importante, sono felice, ma forse lo ero di più al Paupergeddon Winter Edition di Lecco, dove ho chiuso 8-4 con Turbo Iniziativa (che mazzo). Le sensazioni sono diverse, vi dirò: penso che la vittoria abbia tanti sapori e questa di Pisa sa di cornetto al pistacchio, la c.d. noce degli dei, mentre quella di Lecco di crema al limone, sorprendente.

.

Ora però riavvolgiamo il nastro e torniamo a venerdì 21 giugno, ore 12:30. Si arriva nella location del Top Pauper Player dopo un viaggio di quattro ore e mezza, durante il quale avrei dovuto montarmi il mazzo con calma, ma chi ne aveva voglia? Quanti di voi si ripromettono la stessa cosa e poi lasciano tutto nello zaino? Dite la verità! Allora rispolvero la lista di un precedente team trio, alla quale aggiungo un pezzo nuovo, almeno per me (Third Path Savant), e una svalangata di 1x di drop a 1, anche un mono Orochi Leafcaller, ma solo perché non trovavo l’altro nel raccoglitore. Supplico il buon Lollo (Lorenzo Di Grazia, che aveva appena droppato il TPP) di inserirmi la lista sul sito (Lollo, sei un angelo!) e andiamo a fare questo trial.

Purtroppo, non ricordo con precisione le partite, mi spiace ragazzi, so solo che chiudo 3-3 e poi mi dedico a bere e a fare pubbliche relazioni (penso si dica così).
La sensazione finale comunque è quella che il mazzo possa essere la scelta giusta e quindi intercetto un fortissimo giocatore di Muri combo, il padovano Giacomo Stefanello, e gli chiedo di mandarmi la sua lista, compresa di side e guida alla side: se devo chiedere, chiedo il pacchetto completo, o no?
Vergogna e dignità mai avuta!
Spoiler: la lista arriva ma per le sidate mi dice di affidarmi al cuore (che eroe)!

.

Il Mazzo

Sabato 22 giugno, è il giorno del day 1. Leggo la lista di Giacomo mentre bevo un caffè, non mi convince del tutto, ma ormai è tardi: la gioco così, fidandomi ciecamente. Il trial lo avevo giocato con solo una chiusura main deck e quindi accetto –  sebbene non mi convinca del tutto – l’aggiunta di Vent Sentinel,  perché ci vogliono due chiusure. Arrivo in location presto per comprare le carte di side che mi mancano e che ovviamente nessuno vendor ha; male male! Adeguiamo allora la lista e troviamo dei degni rimpiazzi:

.

Walls Combo by Nicola Cordeschi, 11th Place

Creatures (38)
Quirion Ranger
Saruli Caretaker
Orochi Leafcaller
Jaspera Sentinel
Elvish Mystic
Avacyn’s Pilgrim
Overgrown Battlement
Wall of Roots
Axebane Guardian
Drift of Phantasms
Galvanic Alchemist
Third Path Savant
Tuktuk Rubblefort
Valakut Invoker
Shield-Wall Sentinel
Vent Sentinel
Generous Ent

Instants (1)
Reaping the Graves

Sorceries (8)
Winding Way
Lead the Stampede

Enchantment (1)
Freed from the Real
Lands (12)
12 Forest

Sideboard (15)
Crimson Acolyte
Gorilla Shaman
Moment’s Peace
Standard Bearer
Mirrorshell Crab
Faerie Macabre
Guardian Naga
Vines of Vastwood
Saiba Cryptomancer

.

.

Per quanto riguarda la side, Vines of VastwoodSaiba Cryptomancer sostituiscono il 2x di Tamiyo’s Safekeeping, che ovviamente era andata a ruba con l’esplosione di Ponza. Inizialmente ipotizzavo il 2x di Vines of Vastwood, ma dopo aver visto una lista di un altro giocatore romano di Muri, Ivano di Gioia, decido di giocare 1x di Saiba Cryptomancer, in quanto creatura più sinergica con Winding Way e Lead the Stampede. Con il senno di poi forse era meglio doppio Vines of Vastwood e meno carte champagne (ovviamente Tamiyo’s Safekeeping carta decisamente più forte).

Guardian Naga solo 1x per lasciare il posto al terzo Crimson Acolyte, che è la chiave di alcuni MU. Mi ha soddisfatto: sidato solo contro UW Gate, ha fatto il suo e ha menato come un fabbro.

Standard Bearer classica in 2x, un po’ perché non gioco Obsidian Acolyte contro i mazzi a base di rimozioni nere, un po’ per il mirror, impedendo la chiusura rapida con Freed from the Real e l’abuso di  Quirion Ranger (ricordo che  Galvanic Alchemist non si può ridirigere), e un po’ per i mazzi Aura et similia.

Moment’s Peace in 2x mi è piaciuta tanto (e mi ha fatto vincere il 9° turno contro Boros bully) perché funziona anche se fai Winding Way, è un po’ inaspettata ed è meglio di Spore Frog, visto che lui te lo possono sparare il turno prima dell’attacco finale.

Il doppio Mirrorshell Crab sostituisce il 2x di Liquify, che pur essendo tutorabile con Drift of Phantasms non mi gasa tanto; penso che il granchio sia più versatile e sinergico con Winding WayLead the Stampede. Allo stesso tempo Mirrorshell Crab, con il fatto di poter counterare le abilità, sembra più versatile ma a volte ti blocca nel tuo piano, richiedendo tre mana importanti in early game, quando oppo spesso può pagare, diventando inutile. Post torneo sto valutando di provare invece 2x di Mesmeric Fiend, più basica come carta ma penso, o spero, più efficiente.

Faerie Macabre solo 1x, essendo l’hate specifico e tutorabile di Drift of Phantasms contro Goblin Combo ed eventualmente Dredge. Sidata solo una volta “a buffo” contro Altar Tron, non la toglierei. Al trial ho perso di terzo contro Goblin combo in G3 e mi brucia ancora tantissimo.

Gorilla Shaman in 2x non può mancare, anche se è l’ultima carta che si sida dato che il mazzo più di cinque carte a game non le toglie.

Pulse of Murasa grande assente in questa side, considerando che Kuldotha è ancora un mazzo presente nel meta e lo avevo sottovalutato; per la stessa ragione non ho giocato Nylea’s Disciple o l’alternativa, più brutta secondo me, Healer of the Glade.

Scattershot Archer assente giustificato, perché non mi aspettavo molte fatine (quelle che counterano, non quelle nuove straforti).

Return to Nature e Wrap in vigor mai testate e quindi non saprei cosa dire.

Per quanto riguarda la main, io sono un sostenitore di 4x Generous Ent e quindi non li toglierei mai, sebbene forse io sia stato un po’ conservativo nel giocare 12 Foreste senza mettere GINGERBREAD CABIN o le nuove fatch; ma gli Ent rimangono una carta chiave, mi hanno fatto vincere almeno due MU contro UB Terror (7° turno) e BR Madness (11° turno). Valakut Invoker preferito al gemello cattivo Bloodrite Invoker in quanto spara anche alle creature in situazioni disperate e riesce a uscire da Prismatic strands. Come detto volevo provare Third Path Savant e Vent Sentinel per avere delle soluzioni in caso di mana infinito o tante Quirion Ranger (post Geddon tornerei a Secret Door tutta la vita e metterei il secondo Wall of Roots al posto di Third Path Savant).

Per chiarezza, non ho scelto di giocare Walls Cascade perché se avessi voluto giocare con i cascanti avrei giocato Ponza sinceramente; scelta sicuramente opinabile ma fatta più con il cuore e con la consapevolezza che di combo si può sempre vincere mentre di cascanti anche no. E poi la versione full combo sta meglio da Ponza, che avrei potuto affrontare sicuramente al Geddon (spoiler, non ho beccato alcun Ponza, zio pera!).

Siamo arrivati al momento importante, le partite dei due giorni del Paupergeddon Pisa. Non vi racconterò i singoli game ma solo come ho sidato e la scelta di cuore della sidata; questo perché non mi ricordo esattamente tutti i game e perché le partite raccontate sono sempre noiose se non sei lì al tavolo a guardare, con l’adrenalina a mille per la singola pescata.

In ordine i vari MU e le mie (opinabilissime) scelte:

.

.

Torneo

Turno 1: Poison Storm

Considerazioni: mai testato questo MU, alla fine vince il più veloce o il più accorto. Bisogna fare attenzione ai counter  (Bring the Ending) e alle rimozioni instant nere (Anoint with Affliction). Non ho messo Gorilla Shaman; forse ho sbagliato, ma l’ho ritenuto troppo lento.

Giocata chiave: topdeck di Shield-Wall Sentinel in G3.

Side In: +2 Mirrorshell Crab +1 Vines of Vastwood

Side Out: -1 Jaspera Sentinel -1 Drift of Phantasms -1 Third Path Savant

Match: 2-1
Score:
1-0

.

Turno 2: Grixis Affinity

Considerazioni: MU veramente difficile, penso il più difficile dopo BG Gardens. C’è poco da dire, bisogna incastrare tutto a pennello per vincere.

Giocata chiave: io che con Gorilla Shaman non spacco Tesoro ma due Blood Fountain e mi prendo galvanica sul Generous Ent che poteva chiudere la partita dopo che Krark-Clan Shaman aveva pulito il board.

Side In: +3  Crimson Acolyte +2 Gorilla Shaman +1  Vines of Vastwood

Side Out:  -1 Jaspera Sentinel -1 Drift of Phantasms -1 Third Path Savant -1 Vent Sentinel -1 Tuktuk Rubblefort -1 Shield-Wall Sentinel

Match: 0-2
Score:
1-1

.

Turno 3: Altar Tron

Considerazioni: niente da dire, MU che dovrebbe essere facile in G1, ma invece perdo una partita brutta per entrambi; in G2 lui mi fa doppio Krark-Clan Shaman e non ne esco.
Ho voluto mettere Faerie Macabre per sorprenderlo ma non so se è stata la mossa giusta, forse era meglio Guardian Naga su Mirrorshell Crab.
Qui volevo quasi droppare ma ormai il Pauperbeer era già partito e potevo ancora quanto meno qualificarmi al day 2 e non essere così lo scarsone del gruppo.

Giocata chiave: topdeck non pervenuto.

Side In: +3  Crimson Acolyte +1 Faerie Macabre +1 Mirrorshell Crab

Side Out: -1 Jaspera Sentinel -1 Drift of Phantasms -1 Third Path Savant -1 Vent Sentinel -1 Tuktuk Rubblefort

Match: 1-2
Score: 1-2

.

Turno 4: Mono U Terror

Considerazioni: Delver of Secret mette un sacco di pressione e i Boomerang abbinati ai counter sono uno strazio; bisogno far usare tutte le risorse all’oppo, conservando le carte per ripartire e pregare che peschi lande o solo un Delver per avere tempo. Tolgo le creature rosse che potrebbero stare sotto a Hydroblast e Jaspera Sentinel perché non blocca bene; punto a difendere i pezzi in campo.

Giocata chiave: giocare Drift of Phantasms come 0/5 per guadagnare tempo.

Side In: +1 Vines of Vastwood +1 Saiba Cryptomancer +1 Mirrorshell Crab

Side Out: -1 Jaspera Sentinel -1 Vent Sentinel -1 Tuktuk Rubblefort

Match: 2-1
Score: 2-2

.

Turno 5: UW Gates

Considerazioni: anche qui bisogna fare attenzione a Counterspell e Journey to Nowhere, mentre post side alle Pyroblast sulla chiusura. Non tolgo Jaspera Sentinel  perché blocca i suoi piccioni. Gates non è veloce e quindi abbiamo tempo per fare vantaggio e riuscire ad uscirne con doppia Drift of Phantasms e Reaping the Graves. Forse avrei dovuto mettere anche Mirrorshell Crab per le  Pyroblast ma sono stato graziato.

Giocata chiave:  Guardian Naga che spacca Journey to Nowhere e la porta a casa.

Side In: +1 Guardian Naga +2 Standard Bearer

Side Out: -1 Jaspera Sentinel -1 Vent Sentinel -1 Tuktuk Rubblefort

Match: 2-0
Score: 3-2

.

Turno 6: Boros Synth

Considerazioni: MU che ritengo più facile di Affinity, non essendoci Krark-Clan Shaman ma solo Galvanic Blast e Lightning Bolt a cui fare attenzione; tuttavia i volanti picchiano e gli spari fanno male, quindi il tempo è poco, non bisogna distrarsi e sentirsi al sicuro. Fuori i pezzi lenti e dentro protezioni.

Giocata chiave: pescare bene, sinceramente non ricordo nulla di speciale, solo tre partite tiratissime.

Side In: +3  Crimson Acolyte +1 Vines of Vastwood +1 Standard Bearer

Side Out: -1 Drift of Phantasms -1 Third Path Savant -1 Vent Sentinel -1 Tuktuk Rubblefort -1  Shield-Wall Sentinel

Match: 2-1
Score: 4-2

.

Turno 7: UB Terror

Considerazioni: MU difficile, soprattutto perché non ho in side Obsidian Acolyte, quindi si punta tanto a proteggere i pezzi per fare mana e provare la combo o castare Generous Ent, che porterà a casa la vittoria in G3.

Giocata chiave: avere tre Lead the Stampede in G3, di cui due vengono prontamente counterate da doppio Counterspell.

Side In: +2 Standard Bearer +1 Vines of Vastwood +1 Saiba Cryptomancer +1 Mirrorshell Crab

Side Out: -1 Jaspera Sentinel -1 Drift of Phantasms -1 Third Path Savant -1 Vent Sentinel -1 Tuktuk Rubblefort

Match: 2-1
Score: 5-2

.

Turno 8: Kuldotha Red

Considerazioni: MU molto tirato, dipende tanto da come parte lui e se decide di spaccare pezzo o spararti in faccia; diciamo che il MU dipende più dall’avversario che dalle scelte del giocatore di Muri. Post side si punta a proteggere pezzo; forse avrei dovuto mettere anche Moment’s Peace ma non me la sono sentita. Sì, gioco con 61 carte post side: Jaspera Sentinel non l’ho tolta perché mi fa bianco e para i token Goblin 1/1.

Giocata chiave: topdeck di Drift of Phantasms in G1 e G2.

Side In: +3  Crimson Acolyte +1 Vines of Vastwood +2 Standard Bearer

Side Out: -1 Drift of Phantasms -1 Third Path Savant -1 Vent Sentinel -1 Tuktuk Rubblefort -1  Shield-Wall Sentinel

Match: 2-0
Score: 6-2

.

Turno 9: Boros Bully

Considerazioni: MU a due velocità, io non faccio niente quindi lui può velocemente chiudermi di volanti passandomi sopra come la Luftwaffe nella campagna di Francia. Punto allora a proteggere pezzi e guadagnare tempo. In G2 mi fa un Thraben Charm che mi spiazza, spaccandomi un muro 0/4. Forse avrei dovuto mettere anche Mirrorshell Crab per le  Pyroblast ma sono stato graziato.

Giocata chiave:  Moment’s Peace che mi da due turni abbondanti per cercare le carte della combo.

Side In: +3  Crimson Acolyte +2 Moment’s Peace

Side Out: -1 Drift of Phantasms -1 Third Path Savant -1 Vent Sentinel -1 Tuktuk Rubblefort -1  Shield-Wall Sentinel

Match: 2-0
Score:
7-2

.

Turno 10: Kuldotha Red

Considerazioni: le stesse del precedente MU con Kuldotha (vedasi sopra).

Giocata chiave: topdeck di Drift of Phantasms in G3.

Match: 2-1
Score: 8-2

.

Turno 11: BR Madness

Considerazioni: MU simile a Kuldotha ma con un mazzo che gioca meno rimozioni e spell a costo maggiore, tendente quindi a tapparsi con più facilita se non vuole fingere la mono rimozione in mano, che comunque lo rallenterebbe. La fatina nuova (Sneaky Snacker) fa il suo ma non abbastanza in termini di velocità. Si punta a spaccare Blood e lande e proteggere i pezzi.

Giocata chiave: tenere mano con Gorilla Shaman e piano Generous Ent in G2.

Side In: +3  Crimson Acolyte +1 Vines of Vastwood +2 Gorilla Shaman

Side Out: -1 Jaspera Sentinel -1 Drift of Phantasms -1 Third Path Savant -1 Vent Sentinel -1 Tuktuk Rubblefort -1  Shield-Wall Sentinel

Match: 2-0
Score: 9-2

.

Turno 12: Mardu Synth

Considerazioni: non so bene cosa gioca, Mardu cose, ok, ma non conosco esattamente le carte quindi sido come contro Boros Synth. Gioca meno rimozioni dirette, come la versione Boros, e quindi sarà più facile scombare anche con lui open.

Giocata chiave: tenere una mano pessima in G2 e rischiare di giocarsi il 10-2

Side In: +3  Crimson Acolyte +1 Vines of Vastwood +1 Standard Bearer

Side Out: -1 Drift of Phantasms -1 Third Path Savant -1 Vent Sentinel -1 Tuktuk Rubblefort -1  Shield-Wall Sentinel

Match: 2-1
Score: 10-2

.

.

.

Conclusione

.

.

Ringrazio prima di tutto La7 (Biscia, Thuri, Lollo, Teuz, Fait, Cossu, Simonetta, Duchj, Moretti, Pietro), che sono i miei compagni di Magic per tutto l’anno: i tornei non avrebbero lo stesso sapore se non ci foste voi ragazzi, vi amo (da amico ovviamente). Magic è ben più di un semplice hobby, è un aggregante di esperienze che ci fa cresce e confrontare nell’evolversi delle nostre vite (forse troppo forte questa frase, ma ci sta). Poi un grazie agli amici di sempre (Lance, Pistolero, Filippo, Carrozza, Capitano, Walter, Ivano, Prugna, Mel, Pippo, Gulmi, Maurizio, etc.) e a tutti quelli che mi hanno salutato e chiesto come stava andando, è stato importante per me, e a tutti quelli che mi hanno regalato un abbraccio: la serotonina è importante per vivere felici ricordatevelo!

Ringrazio i ragazzi di Lega Pauper Italia (Sapo, Aureliano, Vale, Bob, Silvia, Paolo, Imma e Placido) con i quali ci sentiamo sempre per cercare di organizzare al meglio questi eventi ed espandere la community pauper in Italia e nel mondo; peccato essersi visti sempre di sfuggita durante tutto il giorno perché presi a fare cose ma almeno una foto l’abbiamo fatta!! Non possono non ringraziare il mitico Gianluca Boose e tutti gli artisti, in particolare la storica Nina e gli amici di Mezzocielo, che hanno reso tutto ciò possibile!

Menzione speciale per Baldo, aka Riccardo Baldo, che nonostante si fosse già sacrificato quale autista, ha dovuto vivere un’esperienza forse troppo fori dalle righe in questi 3 giorni di Pisa, condita da Fresko 1 e Fresko 2 (anche detto Fake Sapo), ti voglio bene.

Frasi di questa trasferta e loro autori:
– o beeeem?? (il Biscia)
– Se cordeschi fa top8 al geddon io smetto con magic (varie persone)
– ALTAR TRON… ALTARLESS…  E LO MILLI  (ilFrutto)
– se nel mondo esistesse un po’ di bene… (Boose)
– ghh ghhh ghhh HAHAHAHAHHAA (Sapo Fake)

.

Articoli correlati