Report Finalist Paupergeddon Milano 2019: Stefano Gemelli con Burn

da | Feb 26, 2019 | Report

Buongiorno a tutti, sono Stefano Gemelli e in questo post vi voglio raccontare la mia cavalcata verso la finale del Geddon di Milano 2019. Finisco la svizzera con un sorprendente ed inaspettato 7-1-0 e riesce ad arrestarmi in finale solo Matteo Mentasti, a cui rinnovo i miei complimenti, col suo Red-deck-wins.

In questa mia quarta apparizione ad un Paupergeddon, vista la mia predilezione per i mazzi aggro, decido di portare quello che ritengo il mazzo aggro per eccellenza, BURN!
Dopo settimane di testing con il gruppo di amici con cui mi trovo settimanalmente e con i membri della Lega Pauper Emilia, decido di buildare la lista che trovate sotto:

Burn by Stefano Gemelli, Finalist Paupergeddon Milano 2019

Creatures (8)
thermo-alchemist
ghitu lavarunner

Spells (36)
gitaxian probe
rift bolt
chain lightning
lightning bolt
lava spike
fireblast
searing blaze
curse of the pierced heart
needle drop
skewer the critics
Lands (16)
16 mountain

Sideboard: (15)
electrickery ,
martyr of ashes ,
molten rain ,
smash to smithereens

Come si può notare ho fatto scelte particolari nella main deck, prima fra tutte la predilezione di una carta come Gitaxian Probe che mi permettesse di togliere le terre ciclanti, Forgotten Caves spesso giocate in 2x, a favore di una mana base solida e che mi permettesse di castare Fireblast senza problemi.
Inoltre gioco solo un paio di Needle Drop poichè ritengo questa carta poco utile alla nostra nobile causa, soprattutto se pescata in late

Per quanto riguarda la side, ho intrapreso scelte standard: Smash to Smithereens e le Molten Rain per i vari Boros Monarch e Tron, Electrickery per mono U e Boros Bully e i Martyr of ashes per tutti quei mazzi a base creature non volanti che possono dare parecchio fastidio tra i quali Stompy e RDW.

Bene veniamo ai match-up trovati in svizzera:

  • Boros Monarch 2-1
  • R/B Monarch 2-0
  • Dinrova Tron 2-1
  • Boros Monarch 2-0
  • UB Delver 2-0
  • Boros Bully 2-0
  • Mono Black control 2-0
  • Boros Monarch (patta di comune accordo)

Ora direi di partire ad analizzare i vari match turno per turno.

 

TURNO 1: Boros Monarch di Battaglia F.

Inizio il mio torneo contro uno dei mazzi che maggiormente mi aspettavo al geddon.

G1: Sono on the draw e apro una mano standard per Burn, vale a dire 2 lande 1 Ghitu Lavarunner e 4 botti.
Si tiene e il mio avversario parte con landa-passo.
Nel mio turno pesco gitaxian e lancio Lava spike, lui di secondo fa terra e Prophetic Prism.
Cerco di sfruttare la sua mano più lenta per mettere più pressione possibile e al mio secondo turno calo il lavarunner post Gitaxian Probe e Chain Lightning; lui, abbastanza incrredulo, si ritrova a 12 mentro io ero con quattro carte ancora in mano.
Questione di uno o due turni ed il primo game lo chiudo con doppio bolt e l’mmancabile finisher di Fireblast.

Side in: 4 Smash to Smitereens e 4 Molten Rain

side out: 4x Curse of the pierced heart, 2x Needle drop, 1x Searing blaze, 1x Skewer the critics

Ho inserito gli spacca terre e gli spacca artefatti per rallentarlo maggiormente spaccandogli le terre.

G2: Arriva il primo mulligan di giornata, tengo a 6 una mano non troppo veloce e alla lunga arrivo a pagarne le conseguenze.
Lui parte con gain land , io calo terra e sospendo Rift bolt.
Di secondo riesce a fare Glint Hawk e Thraben Inspector.
Io bolto il falchetto e propongo Ghitu Lavarunner sempre per cercare di essere aggressivo, ma questa volta lui vede Radiant fountain al terzo turno e riesce a rimbalzarla un paio di volte nei turni successivi.
Nonostante ciò ed il fatto di non aver visto nemmeno una carta della side, riesco a portarlo a 3, ormai il suo board si è gonfiato e, in men che non si dica, mi ritrovo a tiro dei suoi botti.
Lui chiuderà al quinto/sesto turno con la premiata ditta Lightning Bolt e Galvanic Blast.

G3: Questa volta è il mio oppo a mulligare a 6 e io apro una mano molto simile a g1, parto col classico terra-botto mentre lui fa terra e passa.
Al mio secondo sparo bolt e calo Ghitu rapido, l’oppo si ritrova a 12.
Il suo secondo turno è decisivo: lui fa un errore di valutazione e preferisce castare Circle of protection: red anziché Lone Missionary.
Si tappa out e al mio terzo turno chiudo attancando con ghitu e castando dobbio Chain Lightning seguito dalla mia amata Fireblast. 12 danni esatti, puliti.
Se avesse appoggiato il missionario le cose molto probabilmente sarebbero andate in maniera diversa, ma a me è andata bene cosi!

2-1

 

TURNO 2: RB Monarch di Giordanelli S.

G1: Tengo una mano lenta con 3-4 terre ma quando il mio avversario parte ed appoggia gain-land rosso/nera tiro un sospiro di sollievo poichè è un match up che difficilmente posso perdere. Cerco di svuotarmi la mano il più in fretta possibile per timore dei suoi Chittering rats e in pochi turni lo mando a zero.

Side in: 6 carte random giusto per fare un po’ di scena.

Side out: le 6 carte messe dentro qualche minuto prima.

Non ho inserito niente in quanto è un match up positivo e in side non avevo carte che mi creassero un vantaggio maggiore.

G2: Parte lui e fa subito Radiant fountain, nel frattempo io ho tenuto una bella mano con due incantesimi pronti a scendere di secondo e di terzo.
Per mia fortuna l’oppo è lento a fixarsi il mana e trova solo terre che entrano tappate, mentre le mie maledizioni iniziano a fare il loro lavoro e nel giro di 3 turni è già sotto tiro per i danni letali. Mi facilità le cose lui pagando delle vite per pescare con Night’s whispers. Probabilmente ha tenuto una mano debole nel Mu non sentendosela di pescare 6, vinco con doppio bolt a turno 5.

2-0

 

TURNO 3: Dinrova Tron di Luinetti S.

Ecco il primo match-up difficile di giornata, so già che sarà molto dura portare a casa il risultato ma mai dire mai: la sua win condition è Pulse of murasa ma deve pur sempre vederla.

G1: Rischio e tengo una mano con mono landa, gitaxian e tutti drop a 1 solamente perché ero on the draw altrimenti avrei mulligato istant.
Lui parte appoggiando una terra di trono, nel mio turno spero di pescare la seconda landa e invece pesco ghitu ma gitaxian mi fa Montagna, un po’ più tranquillo imposto la mia race con ghitu.
Il mio avversario chiude trono di terzo ma non riesce ad avere bersagli utili per pulse of murasa e a turno quattro chiudo il primo game.

Side in: 4 Molten rain e 3 Smash to Smithereens

Side out: 4 searing blaze , 1 skewer the critics , 1 curse of pierced heart , 1 needle drop

L’obiettivo è cercare di essere veloce e rallentarlo spaccandogli subito qualche terra per non permettergli di chiudere trono o qualche mana fixer come prisma o signet.
Questa tattica è un’arma a doppio taglio nel caso l’oppo avesse già in mano Pulse of murasa, ma bisogna pur rischiare nella vita.

G2: Parte lui con la solita partenza terra+mappa, seconda terra di trono a turno 2 e trono chiuso di terzo con il solo problema di avere un mana fixer.
Io purtroppo ho una partenza a rallentatore, non sono riuscito a mettere pressione e, dopo 2-3 pescate di landa, vedo gitaxian che mi rivela una mano che mi ha fatto pensare: “La concedo subito o il turno dopo?!”
1 dispel, 1 Hydroblast, 1 Mystical teachings e 2 Mnemonic Wall, il tempo di castare teching e avevo già ammucchiato.

G3: Entrambi teniamo a 7 due belle mani, io ho 2 Thermo-Alchemist 2 montagne 1 Curse of the pierced heart e 2 spari, ma soprattutto parto io! Ovviamente cerco una partenza a razzo facendo sparo a turno 1 e alchemist a turno 2.
Lui parte con terra di trono, altra terra di trono e prisma a turno 2 e al suo terzo turno mi casta quello che ogni giocatore di burn non vorrebbe mai vedere….circolo di protezione dal rosso!!! Dai qui inizia una guerra di logoramento che dura 5-6 turni, ho avuto la fortuna di castare il secondo alchimista senza che venisse neutralizzato: facendo i danni con entrambi in fasi diverse o in risposta al tap del circolo sono riuscito a portarlo veramente basso di vite.
In fin dei conti, la differenza l’ha fatta la sua sfortuna: per due turni ha saltato la terra di turno ed ha subito una Molten rain su torre di urza.
Non è più riuscito a riprendere in mano la partita e riesco a  vincere grazie ai danni degli alchimisti.

2-1

 

TURNO 4: Boros Monarch di Cossu A.

Altro Boros che avvalora la mia tesi: in sala ce ne sono tanti!

G1: Apro la solita mano piena di botti e due terre, di secondo riesco ad appoggiare una curse e al quarto turno chiudo il game; l’avversario è partito molto lento e non è riuscito a creare nessuna minaccia.
E’ stato uno dei game più veloci del torneo.

Side in: 4 smash to smithereens e 4 molten rain

side out: 4x curse of the pierced heart, 2x needle drop, 1x searing blaze, 1x skewer the critics

G2: La tattica è quella di riuscire a spaccare subito qualche terra per rallentarlo e poi arrivare con una valanga di danni, l’intenzione è buona ma la partita inizia in tutt’altro modo.
L’avversario appoggia Radiant fountain che poi si rimbalzerà un paio di volte e al secondo turno ha già un Lone Missionary in gioco.
Mi ritrovo in poco tempo sul 16 a 29 per lui come vite.
La partita è tutta in salita ma non demordo e cerco di applicare la tattica iniziale: riesco a rompergli 2 terre artefatto con smash to smithereens in modo da togliergli metalcraft per la gavanica e appoggio thermo-alchemist con la speranza che non abbia bolt.
Incredibilmente non riesce a toglierlo dal board e pian piano inizio a pingare 4-5 danni a turno. Alla fine lo costringo a castare prismatic strands per cercare di sopravvivere, ma in risposta arrivano bolt e fireblast che, sommati ai danni di thermo, chiudono la partita.

2-0

 

TURNO 5: UB Delver di Iaccarino F.

Questo è il match che da la svolta al mio torneo, sono sicuro che, sia io che il mio oppo, lo ricorderemo a lungo.
Mi trovo di fronte alla mia bestia nera: questo match-up l’ho provato moltissime volte sia online che con gli amici e non sono mai riuscito a vincere, è ora di sfatare il tabù!

G1: So cosa gioca il mio avversario, questo mi aiuta a tenere una mano discreta con un ghitu, gitaxian, 2 spari e 3 montagne.
Parto io con gitaxian e ghitu, i primi turni li passa cercando di fixarsi il mana e di terzo è già a 9! Con una mano quasi vuota, mi devo prendere qualche turno per rimpolparla, stando sempre attento a giocare attorno ai suoi possibili Daze.
Nel frattempo lui ha apparecchiato il suo board con 2 Delver of Secrets, flippati al primo tentativo, e 1 Augur of Bolas.
Nel mentre lo porto a 3 e lui in due attacchi mi manda a 4!!

E’ il mio ultimo turno: in gioco mi è rimasta solo una montagna, in mano ho una montagna e un needle drop.
Pesco una Gitaxian, ma un botto da 3 no?!? Ne gioco talmente tanti!
Mi rivela la mano: Daze, echoing decay, snuff out e gurmag angler.
Pesco un’altra gitaxian…il mazzo mi sta abbandonando.
Gioco la montagna per stare fuori da daze e mi gioco il tutto per tutto facendo needle drop su di me ed andando a 1: ho solo 3 out nel mazzo perchè una l’avevo già castata: ”Dai girami questa fireblast!” cit.
Non me lo faccio ripetere e la carta che giro è proprio Fireblast: rimaniamo increduli entrambi, insieme al ragazzo che ci stava guardando!
Che chiappa!

Side in: le solite 5-6 carte random

Side out: le carte messe poco prima per fare un po’ di scena

G2: Partiamo una decina di minuti dopo perché chiamati al deck check dai judge, nel mentre siamo ancora a parlare della mia botta di fortuna con fireblast!
Teniamo entrambi a 7 e ovviamente parte lui, nei primi due turni è un po’ più lento rispetto per via del mana fixing ed io ne approfitto per fare subito 7-8 danni.
Di terzo però mi appoggia un bel gurmag che accompagnato da un delver nel turno seguente: the clock is real.
La gitaxian, carta fondamentale nel torneo, mi rivela 2 dispel, 1 gush e ash barrens.
A turno 5 dopo il suo attacco ci troviamo entrambi a 3, devo pescare una stregoneria per star fuori da dispel, sento la fortuna dalla mia parte e…..pesco di turno un chain lightning!

2-0

 

TURNO 6: Boros Bully di Duchj M.

Altro boros ma questa volta in formato bully, Match-up peggiore rispetto alla controparte monarch a causa delle 4 prismatic strands e dei 4 seeker of the way di main.
Diciamo che non si vince quasi mai, ma come sempre ci si prova e si vende cara la pelle!

G1: Vinco il dado e lui mulliga a 6, ho una mano non velocissima ritrovandomi 2 curse e un thermo, decido di tenere.
Parto terra lava spike e poi nei turni seguenti appoggio i due incantesimi, mentre lui parte veramente lento e non cala minacce fino a turno 3.
Prosegue con un seeker prontamente boltato il turno stesso, riesco a vincere senza ostacoli grazie a thermo-alchemist e ai 2 incantesimi.

Side in: 3 electrickery

Side out: 2 curse e 1 skewer

G2: Tengo una mano piena di drop a 1 e un thermo-alchemist, lui parte con sacred cat mentre io decido di perdere un turno e risparmiare le spell per fare qualche danno in più di thermo alchemist.
Per mia fortuna non riesce a togliere thermo ed inizio la mia strategia cercando di pulire il board e pingare con l’alchemist, mentre gestivo il gatto e un seeker con i miei spari.
Al quinto turno mi attacca con i 6 uccelli e si tappa out per fare rally the peasant…..siamo 18 a 12 e mi attacca per letali, quindi sono costretto ad usare un bolt per rompergli una creatura andando a 3, questa giocata obbligata mi ha rovinato i piani perché rimanevo con solo 1 botto e 1 fireblast in mano e mi tocca fare affidamento ancora una volta sul topdeck: prontamente  pesco la seconda fireblast e chiudo la partita.

2-0

 

TURNO 7: Mono Nero control di Sanchez C.

So che il mio avversario gioca mono nero e parto avvantaggiato: è un match-up che a meno di doppio-triplo mercante non si perde quasi mai!
L’oppo mi propone di pattare in quanto siamo gli unici due sul 6-0-0, con doppia patta saremmo entrambi in top8, mi prendo qualche minuto per pensarci ma poi rifiuto e ce la giochiamo.
Sono venuto fin qui per giocarmela e divertirmi ed ho l’opportunità vincendo questo match di essere il primo della svizzera, non posso fare a meno di provarci!

G1: Apro una mano veloce e questo game è una formalità.
Lui mi aiuta facendosi 3 danni con sign in blood e phyrexian rager e al quarto turno chiudo con doppio botto e fireblast.

Side in: 4 carte random

Side out: le 4 carte messe qualche minuto prima per fare un po’ di scena.

In questo match-up non ho carte di side che mi possono aiutare ma il match-up rimane comunque positivo, mi aspetto da lui qualche duress e qualche Wrench mind.

G2: Apro una mano molto simile alla prima e cerco di svuotarla il prima possibile da creature o stregonerie in modo da star fuori da Chittering Rats, duress o wrench mind giocando subito le sorcery e gli istant in risposta al cast di questi scartini.
Con gitaxian a turno 2 mi tranquillizzo vedendo la mano dell’oppo che mi rivela 2 paludi, 1 phyrexian rager e 1 editto, inizio a fare già i conti per i danni letali ma vengo sorpreso a turno 4 da una carta appena pescata che in mono nero non avevo mai visto: Grotesque Mutation che abbinata a rager gli fa guadagnare 5 preziosi punti vita!
Come se non bastasse a turno 5 riesce a fare mercante da ed io inizio a vedere la partita sfuggirmi di mano; per mia fortuna si ferma qui ed inizia a pescare solo terre.
Nei due-tre turni successivi riesco a sparargli 16 danni e chiudo!

2-0

 

TURNO 8: Boros Monarch di Tarricone F.

Decidiamo senza pensieri di pattare di comune accordo, sono riuscito nel mio intento: alla fine degli 8 turni sarò sicuramente il primo della svizzera!

Concludo questa svizzera con un percorso netto, 7-1-0!!

 

QUARTI: Elfi di Quagliata F.

Inizio la mia fase finale contro uno dei miei match-up migliori.

G1: Tengo una mano discreta e parto con la solita strategia di rompergli nei primi due turni gli elfetti che fanno mana per poi concentrarmi su Wellwisher, timberwatch elf e quirion ranger.
L’idea c’era ma lui è partito veramente forte e al quarto turno è riuscito a castare 2 distant melody apparecchiando il board con una trentina di elfi.
Al suo passo decido di concedere il game.

Side in: 4 martir of ashes , 3 electrickery

Side out: 4 curse of the pieced heart, 1 searing blaze , 1 needle drop, 1 skewer the critics

G2: Tengo a 7 e ho la mano perfetta, gioco subito un martire condizionando le giocate successive del mio avversario.
Lui inizia a castare i suoi elfi e io attendo che il board si riempia un po’ prima di fare electrickery, poco dopo decido anche di sacrificare il martire e chiudo senza che l’oppo abbia fatto danni.

Per mia fortuna post-side il match-up è ancora più sbilanciato positivamente.

G3: E’ praticamente la copia di G2 con la differenza che invece di martire avevo doppia electrickery, la  gitaxian mi rivela 1 Elvish Vanguard, 1 wellwisher, 1 timberwatch elf e 1 magnify.
Lo costringo ad usare magnify castando electrickery e il turno dopo pulisco il board con la seconda copia della mini-wratt, me la concede subito dopo.

2-1

 

SEMIFINALE: Boros Monarch di Tarricone F.

Ritrovo di nuovo il ragazzo con cui ho pattato a turno 8, altro boros monarch che mi da speranza, visto che oggi ho sempre portato a casa il risultato contro quell’archetipo.

G1: Apro una mano discreta con 2 terre mentre il mio avversario mulla e la gitaxian mi rivela 2 spell non rilevanti e 4 terre tra cui radiant fountain e due Boros garrison per rimbalzarla.
Riesco a fare 8-9 danni ma con radiant fountain riesce ad assorbire i miei danni e guadagna quelle vite che gli permettono sempre di stare fuori dai danni letali.
Inizio a pescare montagne come se ne giocassi 25 nel mazzo e mi pianto senza spell in mano, a turno 5 mi gioca palace sentinel e il turno dopo mi scarica 12 danni in faccia con tripla galvanic Blast e chiude: “Who is the real Burn?”.

Side in: 4 smash the smithereens e 3 Molten rain

Side out: 4x curse of the pierced heart, 1x searing blaze, 2x skewer the critics

G2: Questo game parto forte e metto pressione con ghitu mentre preservo 2 searing blaze e 1 smash pronti ad essere castati al momento opportuno.
Lui riesce a fare 4 vite di radiant fountain e a turno 3 cala uno Standard Bearer, io proseguo attaccando con ghitu e inizio a vedere i danni letali avvicinarsi.
A turno 4 Il mio avversario commette un errore: decide di attaccare con stendardiere, fa gain-land e casta prisma tappandosi out.
Sapendo le carte che aveva in mano garzie a gitaxian, penso che potesse tenersi open per Prismatic Strands tenendo stendardiere stappato per il flashback di quest’ultima.
Forse ha giocato così temendo un mio Smash to smitereens sulla terra artefatto di turno ma, in goni caso,  prismatica in risposta gli avrebbe risparmiato i 3 danni e con stendardiere avrebbe potuto flashbackarla.
Per me sicuramente è andata meglio così,  dato che il turno dopo riesco a chiudere con Searing Blaze su stendardiere, seguita da lava spike e fireblast.

G3: Apro una mano buona con un paio di carte di side, finalmente non vede Radiant Fountain e starta di terra artfatto.
Inizio a comportarmi come se giocassi Mono Red Slandi: nel giro di 3-4 turni penso di avergli rotto 3 terre costringendolo a giocare costantemente con un paio di mana, porto il game dalla mia parte ruscendo a chiudere di quinto: sono in finale!

 

FINALE: RDW di Mentasti M.

Fino ad ora è stata una giornata incredibile e perfetta, tuttavia questo però è un match-up piuttosto brutto e sono consapevole di avere ben poche speranze a mneo che il mio avversario non faccia pescate morte o non si inchiodi a lande.
Come sempre ci si prova e non mi dò per vinto!

G1: Sono on the play e mulligo a 6 dopo aver aperto una mano senza terre: non ci voleva!
Tengo a 6 ed inizio il mio turno con gitaxian e la mano di Matteo rivela 3 creature, 1 fireblast e 2 terre, indisturbato chiuderebbe senz’altro di quarto turno. Decido così che la mia strategia consisterà nel tenergli il board pulito con la speranza di vedere thermo, ghitu o curse: di secondo appoggio thermo ma un suo bolt dal topdeck gela le mie speranze.
Nei turni successivi purtroppo il mio mazzo si inceppa e mi rifornisce di montagne inutili, riesco ad appoggiare altri due thermo-alchemist ma lui li bolta con chain lightning e fireblast uccidendomi poco dopo con la sua race.

Side in: 4 martyr of ashes

Side out: 2 curse of the pierced heart , 2 skewer the critics

G2: Apro una mano discreta senza martyr, non mi sento di pescare 6 alla ricerca della side e parto con gitaxian che mi rivela una mano monolanda: ciò mi rincuora perché spero in un suo mana screw che lo costringerebbe ad una spell a turno.
Matteo mi smentisce subito e alla prima pescata vede montagna, bravo lui!
Riesco a castare thermo-alchemist e a fare qualche danno bloccando nel mentre una creatura a turno.
L’alchimista sopravvive e riesco a mandarlo a 10 con in mano ho solo una fireblast: è il turno della verità, se pesco botto ho vinto e si va a G3. Purtroppo così non è perchè pesco un altro alchimista, il turno dopo Matteo attaccando e un chain lightning in faccia chiude la mia avventura.
Avevo già fatto i conti e purtroppo anche copiando Chain Lightning l’avrei portato a 1, complimenti a lui e al suo RDW!

 

CONCLUSIONI:

E’ stata una giornata fantastica anche se molto snervante a livello fisico e mentale.
Sicuramente qualcuno su questa frase avrà qualcosa da dire:
”Dai hai giocato burn, cosa c’è da pensare!!” cit.
Tipica frase da ingnoranza prevenuta.
Vi garantisco che anche se sembra un mazzo molto semplice da pilotare cosi non è: le mosse vanno scelte accuratamente e le spell castate in un turno piuttosto che in un altro cambiano notevolmente il corso della partita.

La location secondo me è stata un punto forte dell’evento, peccato solo che il torneo sia iniziato con un’ora di ritardo abbondante.

Vorrei infine complimentarmi con il “Bozzo” che col suo #budellogentile ha centrato una top8 che lo ripaga di tutte le sue visioni soprattuto su gitaxian!

Grazie a Diego, Guido, Rovesti e Pietro che per tutto il giorno tra un turno e l’altro mi hanno supportato e tifato, ringrazio anche tutti gli amici del Noble expirement e della LPE!
Infine un grazie particolare a Nicola (per gli amici il PROFETA!), colui che forse più di tutti mi ha convito a portare BURN a questo Paupergeddon.

Prossimo appuntamento Geddon estivo 2019!

Un saluto a tutti!