Report – Boros Bully – Top4 Paupergeddon Milano 2019

da | Feb 19, 2019 | Report

Buongiorno ragazzi e ragazze delle comuni, sono Matteo Duchj, un quasi giocatore di vecchia data del formato, era il mio settimo Paupergeddon questo e mi è stato chiesto di raccontare le vicissitudini che hanno portato me e il bullo che c’è in me a fare top8. Faccio parte della Lega Pauper Piemonte da anni ormai e ad ogni evento importante cerco sempre di organizzare quante più macchinate possibili per passare giornate diverse dal solito tra figurine, odori molesti, panini e Red Bull. Amo la mia community, son quasi tutte brave persone e quasi tutti decenti giocatori. E come loro trovo anche le altre Community piene di brava gente che supporta il formato al meglio, e mi tocca citare la Lega Pauper Emilia perchè più di tutti loro incarnano l’ideale di lega che ce la mette tutta per dare il massimo, siete i miei preferiti sempre.

Premessa: ho sempre poco tempo per testare con la gente di Torino, non posso fare i tornei del mercoledì sera per una mera questione lavorativa, e il weekend non ci sono posti che ne facciano(né probabilmente riuscirei a farli comunque, soprattutto nei periodi come questo in cui devo alternare Netflix e Kingdom Hearts per non dare un’ennesima delusione al mio Io nerd.). Negli ultimi due weekend comunque mi sono ritagliato qualche ora con parte dei bucanieri torinesi per avere la lista definitiva di Boros Bully da portare. Ho adocchiato la lista per la prima volta a metà gennaio, così ho visto un paio di video di Deluxeicoff ma, tolto il beccare mu improponibili tipo MonoG Beast e robacce del genere, la lista mi sembrava anche troppo metagamizzata per l’online. Come sappiamo tutti in italia ognuno gioca quel che gli pare, che sia tier1 o tier 12, e soprattutto il meta del Geddon l’ho sempre trovato il meno prevedibile di tutti. La lista è poi uscita come sapete, dopo aver parlato sia con la gente del gruppo segreto su Telegram (voi sapete chi siete, bravi ma non troppo) e sia con quei altri 2-3 con cui ho testato quel poco che sono riuscito, con diciamo 7 ore di testing alle spalle, senza mai sidare perchè se già non sapevo che main giocare, mi sembrava inutile pensare già ad una side e giocarla.

Boros Bully by Matteo Duchj, Top4

Creatures (14)
Thraben Inspector
Squadron Hawk
Sacred Cat
Seeker of the Way
Palace Sentinel

Spells (23)
Faithless Looting
Battle Screech
Prismatic Strands
Seal of Fire
Journey to Nowhere
Angelic Purge
Tormenting Voice
Rally the Peasant
Vulshok Morningstar
Lands (21)
Boros Garrison
Wind-Scarred Crag
Evolving Wilds
Plains
Mountain

Sideboard (15)
Faerie Macabre
Parapet
Flaring Pain
Orim's Thunder
Disenchant
Electrickery
Pyroblast
Coalition Honor Guard
Palace Sentinel

Un paio di commenti alla lista e alla strategia del mazzo:

Seal of Fire invece di Lightning Bolt perchè avevo paura di UW Tribe, e in ogni caso Seal permette di appoggiarla anche contro fate e poi usarla quando si vuole senza doversi preoccupare troppo. Mette una discreta pressione psicologica e attiva Seeker anche quando non ci serve usarla subito. Non ammazza Kor Skyfisher vero, ma i problemi si fermano lì. Augur of Bolas o Sea Gate Oracle non sono dei problemi da gestire in questo mazzo.

Parapet invece che Lumithread Field semplicemente perchè fare un 2/2 a cc3 non è praticamente mai bello, neanche al topdeck, preferisco ciclarmelo con un Looting. Mentre il fatto che Parapet si possa giocare istant permette trick durante la Combat, soprattutto in mirror o contro fate, che l’avversario probabilmente non si aspetta.

Non ho voluto mettere più di una copia di Palace Sentinel MD perchè testando non ho mai riscontrato di volerla pescare, nemmeno una volta, anzi volevo sempre vedere Rally il più delle volte, o un rimozione/looting per fare cose.

Una copia di Vulshok Morningstar perchè mi aspettavo tanti Mirror e Skred, ma alla fine è una carta quasi sempre bella da vedere. Contro tanti mazzi è una carta davvero forte e capace di ribaltare la race. Si può far diventare un uccellino un 3/3 oppure un Seeker un 4/4 di base. Ovviamente non l’avrei messa se Pietro e gli altri psicopatici del gruppo telegram non mi avessero convinto.

Mono Angelic Purge invece che il quarto Journey to Nowhere perchè avevo paura di carte singole come Elephant Guide/Rancor su Silhana Ledgewalker, Pestilence(una carta terribile anche con gli Strands dalla nostra) e comunque contro mazzi che fanno recursion rimuovere per sempre non è male. Specie Tron che può fare Dinrova su Journey che non è mai una bella cosa da vedere.

La side, tolto che l’ho fatta il giorno prima, è sempre a scelta, chi mi conosce sa che non propendo per l’hate pesante verso Affinity siccome lo reputo molto instabile, e per quanto tu possa sidare Gorilla Shaman o Swirling Sandstorm, è facile che ti appoggi i bestioni quando ormai è troppo tardi oppure che si inchiodi a turno 2. Per il resto son tutte scelte che non ho neanche provato, soprattutto le poche copie di Pyroblast, preferendo le altre. Se potessi scegliere di cambiare la lista dopo averci giocato, indipendentemente dai Mu, probabilmente toglierei entrambe le copie di Palace Sentinels in favore di un Rally MD e di una Swirling Sandstorm in side(perdere contro RDW mi ha fatto quasi cadere in depressione). La scelta era poi per Aura Fracture o degli spacca artefatti/incantesimi più versatili ma meno ‘di massa’; sebbene l’incantesimo che permetta di distruggerne altri semplicemente saccandosi la terra sia estremamente forte in alcuni mu, preferivo avere qualcosa di meno forte ma che fosse sidabile in più mu. Sono scelte criticabili, ma me la sentivo così.

Il Mazzo è un midrange che può avere delle partenze molto aggro grazie a Seeker of the Way; non fa del card advantage il suo punto di forza(di fatto solo gli Squadron Hawk fanno vantaggio puro, Thraben si cicla e anche un Looting fatto di Flashback si cicla senza fare +1) ma facendo un’enorme card selection, permettere di reggere il confronto sia con i control che con gli altri Midrange, avendo sempre la possibilità della chiusura ‘outta nowhere’ grazie a Battle Screech+Rally. Looting è la star del mazzo, permette di tenere mani anche ad una terra rossa perchè tanto non si ha paura di cestinare dei Prismatic Strands, Rally o dei Battle Screech, perchè non sono mai morte se scartate. In late permettono di ciclare le terre per carte migliori, non avendo mai la necessità di avere più di 7-8 terre giù. Le terre inoltre meritano una menzione a parte. Raramente in Pauper si vedono Midrange con strategie aggro che non siano piene di Tapland inutili, questo invece gioca ben 12 terre stappate, che permettono di non ritardare quasi mai la giocata del turno. Le 4 Bounceland sono altresì doverose perchè permettono, al topdeck, di balzarsi una terra e flashbackare un Looting, ciclando quella terra per probabilmente qualcosa di meglio.

Il torneo

I mazzi incontrati in svizzera sono stati:

  •  MonoW Priest 2-0
  •  MonoW Pisellini 2-0
  •  WB Pestilence 2-0
  •  MonoU Faeries 2-1
  •  RDW 2-0
  •  Burn 0-2
  •  Elves 1-1
  •  Affo Monster 2-1

Chiudendo la svizzera 6-1-1

Elfi lo reputo un Mu bruttino, così come Affo, contro cui credo di avere sempre una sfiga molto particolare. Gli altri vanno dal facile(i due MonoW, MonoU e RDW/Burn) al molto difficile, ovvero Pestilence

IN TOP8 ho poi vinto 2-0 contro MBC e perso con lo stesso RDW 2-1, che poi vincerà il torneo poco dopo.

Bella la Location, bellissima la gente tutta, ma qui abbiam da parlare di figurine, spero di mettere più dettagli possibili, non sono una cima con la memoria.

Turno 1: MonoW Priest

Sarò breve, perchè non c’è molto da dire. Una shell particolare che sfrutta la nuova carta downgradata in Ultimate Master (Thetmos High Priest ndr).
In G1 io mulligo e lui si inchioda a 2 terre e quando vede la terza ho già risolto un Battle Screech e un Seeker, ma non capendo cosa giocasse di preciso ho deciso di non cambiare niente e vedere come sarebbe andato il G2. Termina il G1 e accenno, giutsto per scaramanzia, che se va come gli ultimi tornei, mi sa che vengono a farmi il Check del mazzo, passano due minuti e manco fosse la profezia del Maya, ecco che arriva il Judge che ci ferma per controllare le liste. Io da buon buildatore, ho lasciato che un mio compagno d’avventure scrivesse la lista per me, mentre andavo a rifornimi di Red Bull per il torneo, peccato che la sua calligrafia fosse simile a quella di un dottore col Morbo di Parkinson, ma inspiegabilmente il Judge dice che va tutto bene e possiamo riprendere.

Inizia il G2 e qua vedo il buon prete che sfrutta le magie che lo targettano per ripropormi più e più volte Kami of the false Hope e le altre creaturine come Seeker of the Way, ma concede quando si trova senza risorse a pochi minuti dalla fine
2-0. Se avesse giocato il G1 senza inchiodarsi avrei probabilmente messo dentro le 2 Faerie Macabre e almeno un Flaring Pain, oltre alla gigantesca Coalition Honor Guard, imprescindibile in questi MU.

2-0

Turno 2: MonoW Pisellini

Almeno incontro un mazzo di cui conosco la lista, che diamine. Sicuramente è un Mu positivo, i Prismatic Strands la fanno da padrone, e nel momento in cui vediamo Journey sarà costretto a scegliere tra proteggere la sua bestia dal bianco(e quindi rimuovere tutte le auree fastidiose) oppure vederla partire per un viaggio di sola andata. È vero che anche qualora la salvasse, la bestia rimarrebbe con i segnalini, ma noi facciamo tante pedine sia con Screech che con Sacred Cat, nel caso non riuscissimo a foggare sempre, e tolto 4 volanti suoi, il cielo è sempre libero per dire la nostra più velocemente di lui. G1 va come deve, lui non ha risposte a Prismatic Strands e lo picchio di Seeker e piccioni, facendo rimozioni solo sugli Akroan Skyguard, appunto le uniche creature che possono bloccare la nostra race nei cieli.

G2 side-in 1 Coalition Honor Guard, 1 Disenchant e 1 Orim’s Thunder. Out 2 Seal of Fire e 1 Sacred Cat.

Ho deciso di togliere i Seal of Fire perchè le sue bestie diventano grosse subito e difficilmente mi può servire se non lo vedo di prima mano, senza contare che 4 delle sue creature sono di base degli 0/4. I flame slash invece li ho tenuti perchè il vero problema sono i Deftblade Elite che mi tolgono un attaccante ogni turno se non li gestisco subito. Metto dentro Coalition Honor Guard e i due spacca incantesimi- Mulligo ma vedo Coalition di prima mano, che faccio subito di quarto, lui non se l’aspettava e concede dopo pochi turni. Un peccato perchè sarebbe potuto essere un bel Mu, e forse avrebbe dovuto aspettarsi qualcosa del genere, facendo lui solo affidamento sulle aure e le magie che targettano le sue bestie con Heroic.

2-0

Turno 3: WB Peste.

Ragazzo simpatico, mi siedo che già sto mulligando, cosa che mi sta capitando più spesso del solito a torneo, ma vabbè il mazzo è solido anche mulligando e ci penso poco. Quando vedo la dual WB inizio a sudare freddo. Capisco già che ci sarà da remare, per mia somma felicità, la dea bendata mi è favorevole. Quando avevo capito di che morte sarei potuto morire, ho deciso di forzare il piano aggro. Dopo aver provato erroneamente a trasmutare a sorcery, cerca la fatidica peste ma le terre non sono dalla sua, tante taplands e bounce che ritardano il suo piano di controllo, e deve aspettare 2 turni prima di farla per pulire tutto, peccato che fosse già basso di punti vita e che resettare in board non fosse più possibile.

G2 side-in 1 Disenchant. 1 Orim’s Thunder, 2 Flaring Pain. Out 2 Seal of Fire 2 Sacred Cat.

Ovviamente mi ritocca mettere dentro gli spacca incantesimi, e il Flaring Pain perchè so che tra main e side almeno 3 copie di Prismatic Strands le gioca per non morire da un Rally fatto velocemente, e fargli guadagnare turni per cercarsi Pestilence, vhe non è una cosa che mi fa impazzire. Ho tolto di nuovo Seal perchè l’unica creatura che mi dia fastidio è Kor Skyfisher, oltre ovviamente a Guardian of Guildpact ma a cui posso dire niente. Il G2 gli va di nuovo di sfiga, mulliga e parte lentissimo con Kor che rimbalzano i Thraben mentre io vado di Seeker di secondo di nuovo e lui non vede rimozione, cerco di fare sempre una spell a turno per guadagnare vite e fargli più danni possibile, così anche dovesse vedere Pestilence sarò fuori pericolo io e lui dovrai pensarci prima di far danni a tutto. Non ci si pone neanche il problema, lui scava tanto ma pare che le pesti siano rimaste a casa a dormire, poco male per me ovviamente.

2-0

Turno 4: MonoU

Mi parte sempre la lacrimuccia quando vedo MonoU, in tempi antichi in cui era Tier1 online e real, subivo sempre partenze fast tipo T1 Delver T2 flippo Delver di Counterspell, Cloud of Faeries vai pure. Giocarci contro non è mai facile, anche se il mu è piuttosto buono. E difatti il G1 lui parte terra-Delver che flippa subito, nella mia terza eot fa Spellstutter Sprite, che ninjerà nel suo turno per poggiare isola e stare open di Spellstutter o Counterspell, di lì un Foil su Battle Screech mi fa subito concedere per avere tempo per le altre due.

G2 side-in 2 Electrickery, 2 Pyroblast, 2 Parapet. Out 1 Angelic Purge, 1 Palace Sentinel, 2 Tormenting Voice, 2 Sacred Cat.

Il G2 lo chiudo velocemente neanche io so come. Faccio Thraben Inspector di primo e Vulshok Morningstar di secondo, e poi dal terzo inizio a picchiare per 3 e a fare tutte le rimozioni che vedo. Lui usa un Counterspell per l’ennesimo Journey e io appoggio un Seeker, che lui sa bennissimo non poter far entrare poichè sballerebbe ogni race, fa un Gush portandosi indietro di 2 turni per poter counterarlo con Foil. A me va bene così, lui passerà turni a cercare di starmi dietro ma sono avanti di terre e appena non può counterare un Battle Screech si va alla terza.
G3 vedo che sida altro, evidentemente non ha gradito la Vulshok Morningstar e opterà per gli Annul. Lui parte senza Delver e io posso appoggiare un Seeker di terzo tranquillamente(stando fuori da Daze che aveva tenuto in g2, non si sa mai) e sarà una lotta per rimbalzarmelo, facendogli Snap un paio di volte sopra e dandomi così tempo per assemblare risorse. In una sua Eot, mentre era basso di vite, gli forzo un conuterspell facendo Electrickery per star tranquillo e castare un Battle Screech, che fa game da sola di nuovo.

2-1

Turno 5: RDW

Avevo chiesto ad Isaac (uno dei commentatori, ndr) di non farmi andare sotto la telecamera perchè capace che sbagli davanti a tutti o che venga sturato in 10 minuti, con le prese in giro degli amici che ne seguirebbero, ma lui prende le parti di Don Vito Pauperone e mi sento chiamato dal Judge per giocarla in diretta mondiale.

Ragazzo molto cordiale,se sta 5-0 anche lui di certo non sarà casuale, spero solo non sia un Mirror o contro Monarch perchè son cose che mi fanno tiltare, soprattutto sotto la telecamera. Vinco il dado e mulligo a 5, beh poteva andarmi peggio. Apro mano con fetch, looting doppio prismatic e seeker, che tutto sommato non fa neanche schifo. Lui parte montagna Goblin Cohort e un sospiro di sollievo mi prende il cuor: praticamente annullo il mulligan facendo Looting e scartando doppia Prismatic, pescando ben due terre. Il turno dopo appoggio Seeker ovviamente protetto da Strands, e lui si inchioda a 2 terre per il resto della partita, stappare col Seeker contro gli aggro vuol quasi sempre dire vincere.

G2 Side-in. 1 Electrickery, 3 Parapet. Out 1 Palace Sentinel, 1 Angelic Purge, 1 Battle Screech, 1 Rally the Peasant.

Avevo carte abbastanza brutte da togliere, in favore dei Parapet che mi avrebbero permesso di str fuori da electrickery, far diventare i Thraben dei comodissimi 1/3 almeno e idem i Seeker, togliendo magie costose e poco utili(fare un Battle Screech di quarto non è sempre utilissimo se poi dopo lui attacca con soli 2/2 + la possibiiltà di star sotto Electrickery se non si è calato un Parapetto). Li ho messti tutti e tre perchè prima ne vedo uno prima sono contento, e Faithless Looting mi permette di ciclare gli altri dovessi vederli. L’Electrickery invece mi piace nel caso in cui lui swarmi e io pure, solo che le sue hanno 2 di difesa e le mie solo 1 di attacco, così facendo potrei tradare in mio favore. In ogni caso l’ideale sarebbe sempre vedere quante più Prismatic Strands e Seeker possibili per guadagnare tempo e vite, idem un Sacred Cat che si può comunque portare via le x/1 del nostro avversario facendo guadagnare vite preziose.
Sta volta comunque è lui a mulligare a 5 o 6, non ricordo bene, e di nuovo si inchioderà a 2 terre. A me basta vedere un Seeker e proteggerlo appunto per mandarlo indietro di vite e allungare i miei turni facendone altrettante.

2-0 (l’andata)

Turno 6: Burn

Siamo al tavolo uno, ho il secondo rating più alto e mi basta vincere la prossima per pattare le seguenti e star tranquillo, ma non sono mai stato uno che ottenga sempre quello che vuole, non facilmente per lo meno. Lui vince il dado e io mulligo, di nuovo. Tengo una mano lenta ma hey che vuoi che sia, mica mi chiudera di quinto. Quando fa montagna Lava Spike sono sia contento che triste: Burn è uno dei migliori Mu, carte come Seeker, Sacred Cat e soprattutto Prismatic Strands mi permettono di resistere abbastanza da fargli finire le risorse e ribaltarla, ad una certa. Nella teoria il piano è molto semplice, nella pratica un po’ meno. Vedo un solo Seeker ma tardi, senza mai vedere un Prismatic Strands per permettermi di stappare e attaccare, di quarto appoggia un Thermo Alchemist dopo aver fatto doppia Curse nei turni precedenti, e mi tira giù di più di metà delle mie vite il turno seguente.

G2 Side-out. 1 Angelic Purge, 1 Journey, 1 Tormenting Voice. In 1 Coalition Honor Guard, 1 Palace Sentinel, 1 Parapet.

Il piano rimane sempre quello di ralentarlo all’inizio, sperando di mettere un Seeker protetto da Strands, finchè non arriva un Battle Screech, motivo per cui ho inserito dentro un Parapet e altre due bestie costose ma determinanti nel mu, anche se lui fa uso del Lavarunner, diventare il monarca non è mai male se ha solo 4 fonti di danno da combattimento. Sempre in pratica, perchè nel preciso le cose vanno ben diversamente. Apro una bella mano con doppio Seeker e un Looting, forzo il Looting di primo per cercare Prismatic Strands ma fallisco, pescando però un Sacred Cat. Mi bolta sia il gattino che la sua copia imbalsamata, allora calo un Seeker per vedere se continuerà a spararmi a tutte le bestie e ovviamente così é. Io sto scendendo di vita velocemente e nonostante io scavi a fondo, non vedo l’ombra di una nebbia manco a pagarla, e muoio di nuovo da Thermo-Alchemist e doppia Fireblast, dopo aver finito le speranze. Di nuovo di quinto turno.

Peccato perchè secondo me il mu è davvero favorevole ma la fortuna non poteva andare troppo per le lunghe.

0-2

Turno 7: Elves

Non avevo mai incontrato Alessandro Saponara a torneo, e a dirla tutta non avevo neanche mai incontrato qualcuno che sapesse giocare elfi bene. Normalmente chi lo gioca perde la metà dei trick che può fare, forse perchè non l’ha giocato abbastanza o non è mai stata attenta nel farlo. Comunque sia, il mu come ho detto prima non è bellissimo, sia pre che post side. Fortunatamente il G1 lo chiudo nella maniera più veloce possibile, cosa che mi capiterà solo questa volta in tutto il torneo. Faccio doppio Squadron Hawk nei primi tre turni e di quarto Battle Screech con Flashback, lui appoggia elfi a gogo ma niente di impossibile da gestire(solo Augure e Timberwatch sono i veri problemi, almeno nei primi turni) e il turno dopo la chiudo con un Rally.

G2 Side-in. 1 Orim’s Thunder, 1 Disenchant, 1 Coalition Honor Guard, 1 Flaring Pain. Out 1 Palace Sentinel, 2 Sacred Cat, 1 Tormenting Voice.

In questi frangienti mi spiace non aver Aura Fracture in side, quindi dovrò farmi bastare quello che ho. Lui fa tante vite e io faccio tanto board, e vedo un Flaring Pain, Riesco a stabilizzare il board e rimaniamo entrambi al topdeck ma lui con un Elvish Vanguard bello grosso, e io qualche piccione. Se pesco Journey magari ho qualche turno in più per dire la mia, ma così non è. Lui pesca uno Stampede e riparte, mancano 8 minuti alla fine dei turni, ed entrambi i mazzi possono vincere il G3 con un po’ di fortuna.

G3 parto fortissimo mentre lui mulliga, facendo un Seeker di secondo, di terzo misso un attacco perchè ormai sono stanco e le Redbull cominciano a perdere la loro efficacia, faccio subito un Battle Screech e un Rally dopo che lui ha calato un augure, ma non riesco a ucciderlo, lui stappa e inizierà a guadagnare vite su vite grazie a Quirion Ranger+Augure.

1-1

Turno 8: Affo Monster

Era inevitabile probabilmente, in 3 a 6-1-1 della LPP, così mi tocca giocare contro il Player più skillato di Torino. Riccardo Massobrio(per gli amici ProMass) gioca Affinity da prima che esistessero gli artefatti, probabilmente da prima che esistesse Magic. Che sia Affinity classico o Affo Monster, poco cambia, può sempre fare partenze a strappo e calare ciccioni in pochissimo tempo, per quanto sia instabile con la manabase colorata. Prima di iniziare mi chiede di splittare i premi indipendentemente da chi vincerà, a me dei premi frega un cazzo, l’onore e la gloria battono qualsiasi fetch dal simbolo dorato, rifiuto e vado avanti Paolo, ce la giochiamo tutta.

G1 posso dire poco, vede almeno 5-6 creature e io non altrettante rimozioni, cala un Atog mentre ho una Strands nel cimitero ma ci sono altri 4/4 che complicano le cose. Di lì ad un paio di turni non riesco a gestire la sua mole di creature e un fling mi uccide dopo che ho usato la Strands per sopravvivere all’attacco di due Carapace Forger.

G2 Side-in. 1 Disenchant, 1 Orim’s Thunder, 2 Pyroblast. Out 2 Seal of Fire, 1 Palace Sentinel, 1 Sacred Cat.

La scelta di non usare Gorilla Shaman né Swirling Sandstorm la pago a caro prezzo, ma il G2 lo chiudo abbastanza velocemente. Di secondo faccio un Seeker che mi permette di subire gli attacchi di un 4/4 mentre attacco a mia volta, vedo poi un Battle Screech e un Prismatic Strands che mi fanno sopravvivere, ma lui ha sempre 4-5 carte in mano ma pochi fixer, capisco che deve avere almeno 2 Gearseeker Serpent che gli stagnano in mano, e come a lui stagnano le serpi io mi ritrovo con 2 Pyroblast in mano, che all’occorrenza serviranno per neutralizzare un Dispel nel caso volesse fermare un Rally. Non servirà, attacco coi volanti mentre ne metto altri, e ogni turno immolo una creatura per Atog, mentre con lo Strands al cimitero gli impedisco di Flingarmi l’orrida bestiolina sorridente. La chiudo col fatidico Rally tanto atteso, si va a G3 con abbastanza tempo da fare con calma.

G3 è molto combattuta, lui parte con un Carapace Forger e io con un Seeker, ci scambiamo qualche attacco e usiamo le rimozioni di cui disponiamo per cercare di liberare il board. Appena faccio un Battle Screech lui sta con una carta in mano ma il board con Atog e 2 4/4 pronti a darmele per i prossimi turni. Alchè la carta si rivela essere un Echoing Decay che mi spezza le gambe. La provo a recuperare quando mi ritrovo con un Seeker, altri 4-5 piccioni contro un Atog e 2 Carapaci, Spidersilk Net che gli permette anche di tenerne una in difesa per bloccare la mia race volante ogni turno, siamo entrambi a 6 di vita. Lui decide di attaccare con Atog e Carapace perchè io sono costretto a chumbloccare, e ha sempre una carta in mano, che son quasi sicuro essere fling perchè non la gioca seppur ce l’abbia da svariati turni, perchè io al cimitero avevo un Prismatic Strands. Immolo tutte le creature che servono perchè non voglio sprecare lo Strands al cimitero, pesco una rimozione per la creatura che si è tenuto in difesa, flashback di Looting giusto per attivare di nuovo Prowess e attacco con Seeker e 2 piccioni, tenendo l’ultimo stappato per Strands. Prova il Fling che ormai avevo letto e prevengo i danni dal rosso, vinco perchè ha sbagliato l’attacco lui, altrimenti non sarei mai entrato in top

Quarti: MBC

Sembra che tutti sappiano il mazzo del mio avversario tranne me, che non ho mai avuto tempo di farmi i cazzi degli altri ai tavoli. Così gioco al buio, lui vince il dado e si comincia.

Parte con una palude, così forse capisco perchè tutti se la ridacchino. MBC viene sempre criticato da tutti come un mazzo dritto, dalla cruva intasata a 3-4 e talmente prevedibile da essere scarso, eppur fa top. Per mia fortuna non vede Cuombaji Witches così riesco a fare il mio gioco senza troppi problemi, tranne i Mercanti. Quelli non posso fare altro che farli entrare e permettere loro di mangiarmi tante vite, troppe. Tant’è che all’ultimo turno disponibile lui è tapped out dopo aver messo una rana e avermi fatto il secondo mercante, portandomi ad 1. io ho qualche picccione in campo e unica carta in mano Palace Sentinel, con un Prismatic Strands nel cimitero. Ho 5 mana, quindi posso fare Palace Sentinel, diventare monarca e foggare il turno dopo, e picchiare con i piccioni, ma lui sta troppo alto, mi servirebbero 3 turni di attacchi ancora, sempre che non veda rimozioni. Il tutto senza contare che potrebbe farmi benissimo un’altro Mercante, un Sign in Blood oppure un Geth’s Verdict, tutte carte che non potrei prevenire con Prismatic Strands. Oppure in alternativa posso spaccare il clue nella speranza di vedere Rally. Scelgo la seconda e manco fossi Yugi che giocava 40 silver bullet, pesco il Rally con suo sommo stupore misto a delusione. Quando mi chiederà se l’ho pescato di Clue, non posso fare altro che dire la verità, vegognandomene leggermente, ma era l’unica soluzione.

G2 Side-in. 1 Orim’s Thunder, 1 Coalition Honor Guard, 3 Parapet. Out 1 Rally, 1 Sacred Cat, 1 Journey to Nowhere, 1 Tormenting Voice e 1 Palace Sentinel.

G2 mi aspetto Pestilence/Crypt Rats o Echoing Decay, insomma qualcosa che scassi il cazzo ai miei uccellini. Non volevo destabilizzare troppo l’equilibrio del mazzo, ma ho optato per 3 Parapet perchè non voglio morire da Cuombaji Witches nel momento in cui non vedo rimozione, me ne basta uno certo, ma tocca vederlo. MBC è un mazzo che un minimo di tempo te lo lascia per sviluppare il Board, quindi sarà anche una lotta di risorse. Ho messo dentro Thunder in aggiunta ad Angelic Purge perchè non so se giochi Pestilence in side, o Oubliette di main. Lui parte molto lento e mulliga a 6, io dal canto mio faccio tanti piccioni e delle Streghe Cuombaji non v’è traccia, in compenso arriva un Decay che mi spolvera il board. Purtroppo lui pesca male e io bene, non riesce a sovrastare la mole di creature che continuo a proporgli e al contempo mi occupo solo di gestire le bestie che diano doppia devozione e le Gurmag Angler. Ogni Strands che vedo mi fa foggare due attacchi, e l’unica cosa che non prevengono sono la perdita di punti vita che subirei con un eventuale Mercante. Mentre i miei piccioni indisturbati portano via vite preziose, lui si ritrova ad avere due Gurmag e io due Seeker con doppio Strands, stallo il gioco e continuo la race aerea indisturbato.

2-0

Semifinale: RDW

‘Finalmente ci rincontriamo’ cit Il ragazzo che in mondovisione ero riuscito a battere 2-0 brama vendetta che neanche Jax Teller, benchè bravissimo so che non vede l’ora di bullizzarmi con le sue creaturine pregne d’ignoranza e cattiveria. G1 lui parte lento e io riesco a bloccare la sua race vedendo Seeker e Sacred Cat a volontà, non può nulla e concede al terzo Seeker.

Sidata uguale alla precedente.

G2 sento qualcosa che non va, apro una mano a 7 potenzialmente forte anche se otd, con 5 basiche Seeker e Prismatic Strands, diciamo che basta un Looting/Tormenting Voice per trasformala in una probabile mano stupenda, ma già così provo a tenere perchè ho due carte che contro di lui sono parecchio buone, soprattutto assieme. Quello che non ho considerato è stata la sua partenza al fulmicotone. Goblin 2/2 di primo, BTE BTE BTE Valley Dasher e picchia per 4, con già 10 danni il turno successivo. L’idea era ritardare il Seeker e fare Strands di terzo, per poi calare Seeker protetto, ma non ci arriverò mai qualcosa mi dice. Calo il Seeker di secondo nella speranza di vedere una spell il turno dopo e nella speranza che non me lo botti, ma son tutte speranze vane. Lui lo bolta con nonchalance, e poco ci posso fare con la mia Prismatic Strands in mano, lui ha 10 danni sul board e purtroppo non gioco Ira di Dio, si va al G3.

G3 tengo una mano ballerina ma con Seeker e Strands, ma le cose vanno esattamente come prima, anzi peggio. Invece che fare goblin 2/2 di primo mi propone un Foundry Street Denizen, al secondo turno fa di nuovo BTE BTE BTE Mudrawler Cohort e picchia per 6, vedo già la luce in fondo al tunnel che si avvicina sempre di più. Non riesco di nuovo a resistere ad una partenza tanto a strappo e mi ritrovo di nuovo sommerso di goblin senza possibilità di appello; bravo lui però, tutto meritato. Gli aggro sono i mazzi che permettono meno errori, poichè anche il minimo sarebbe fatale, e sicuramente non è un caso il vincere un torneo da 8 turni+Top.

Conclusione

Il mazzo mi sembra tra i più solidi del formato, a differenza di molti altri bicolor ha una manabase che quasi mai dà problemi, purtroppo non permette troppi sbagli. Essendo il card advantage ridotto a zero, sbagliare a scartare può voler dire perdere perchè si è fatti i conti male. Ha la possibilità di controllare facendo tante vite con Seeker e al contempo stare in attacco, e Battle Screech rimane un carta quasi sbagliata, fa triggerare due volte Seeker e mette 4 piccioni è una giocata sempre forte di quarto, almeno così dicono.

Il torneo è volato, nonostante alcuni problemi come la mole di persone che non ci si aspettava e lo spazio, gli organizzatori sono riusciti a gestire tutto in maniera più che efficiente secondo me. E’ sempre bello fare trasferte per rivedere le belle facce emiliane, toscane e milanesi. L’ambiente è come sempre tra i migliori, mai avuto da discutere con nessuno. Menzione d’onore per lo streaming, 9 ore filate a parlare, tra interviste e commenti alle partite, un lavoro egregio per quei due scappati di casa che rispondono ai nomi di Isaac E Dozio. Sicuramente ne sanno più di me e di molti altri del formato, giusto ne parlassero loro. Ormai commentatori ufficiali dei tornei del circuito LPI con tanto di stipendio a 4 zeri.

https://static.wixstatic.com/media/492804_121551bc8d934cc7b6d5629cfc8e2102.jpg/v1/fill/w_600,h_339,al_c,q_80,usm_0.66_1.00_0.01/492804_121551bc8d934cc7b6d5629cfc8e2102.webp