Red or Black: a Faerie’s Dilemma

da | Set 3, 2020 | Game Analysis

Articolo di Bragioto Pietro,
Revisione di Maestroni Andrea,


Spesso mi viene chiesto se sia meglio UR o UB e quali siano le differenze.
Una questione che evolve nel tempo e non più scontata come in passato.
E’ tempo di provare a dare una risposta o, almeno, a spiegare il tutto con un’analisi.
Un dilemma può non trovare mai una risposta definitiva.
Analizzarlo serve a cercare una risposta per un determinato metagame.

Dopo la stampa di Cast Down e la continua ascesa di Tron nonostante il ban di mappa, non penso abbia molto senso parlare ancora di una shell UB di Delver, dato che le rane sono più rimovibili che mai e che il fatto di aver un brutto Mu da Tron non può più essere migliorato; a ciò si aggiunge il Ban di Santuario, che richiede card engine alternative tra le quali spiccano Ninja e Monarca.
In poche parole, a mio modesto parere, non ha senso intavolare il confronto tra UR e UB sulle build Delver perchè UB Delver al momento non trova una ragione competitiva scendendo persino ad affidarsi a Jhessian Thief: la direzione da prendere sarà confrontare lo splash sul versante Faeries, dato la recente esplosione di UB Faeries nelle Challenge.


The Red Side

Il soprascritto dilemma fino a due annetti fa non era tale ed interessante come al giorno d’oggi: il rosso era l’accoppiata d’obbligo con il blu per tutti coloro che volessero giocare le temute fatine.
Not even close.
Chi osava giocare fatine col nero era deriso e solitamente le prendeva nello pseudo mirror contro l’altra versione, quella forte.

I pro del rosso erano abbastanza evidenti ed accertati nel tempo:

I Botti


Le removal più economiche del formato, soprattutto se confrontate con la concorrenza Dimir che offriva risposte spesso condizionali a costo 2. Anche i botti erano condizionali ma Skred, unito alle terre neve, arrivava a coprire quasi sempre il range delle minacce avversarie.

Le eccezioni al range ci sono e alcune volte risultano determinanti nella nostra sconfitta: sto parlando di River Boa, Guardian of the Guildpact e Atog, tuttavia il rosso sembrava di gran lunga il miglior compromesso tra economicità e range nonostante la vulnerabilità a Prismatic Strands: questo era quello che contava.

.

Pyroblast / Red Elemental Blast


Dispel è indietro anni luce rispetto al potenziale di una Pyro che riesce a counterare minacce come Augur of Bolas, Spellstutter Sprite, Stormbound Geist, Mulldrifter, Mnemonic Wall e Dinrova oltre all’essere scandalosamente economica nelle counterwar.
Pyro definisce la grandezza di una carta da side nel formato, essendo uno dei color hoser più cattivi ed efficenti mai stampati.

L’accesso a questo tool migliora di molto il MU contro Trono e dà una grande mano nel Mirror counterando le creature che spostano come Bolas, Stutter e Geist, avendo una risposta universale al posto che tante risposte specifiche come Dispel ed effetti in stile Remove Soul come Exclude.

In questi Mu è molto importante il concetto di ibridare il reparto removal: UR inserendo le pyro al posto di qualche botto contro Tron e negli pseudo-mirror ottiene il comodo risultato di aumentare i counter mantenendo comunque un numero minimo accettabile di removal, e ciò in una sidata è oro colato.

UB questo non se lo può permettere ed una removal resterà una removal, mentre i counter saranno solo counter non garantendo flessibilità nelle situazioni dove moriamo pieni di counter in mano da un Ninja o un Geist, oppure vediamo troppe removal non sviluppando una card engine degna e veniamo sommersi dal vantaggio generato dalle Frantic avversarie.

C’è un motivo per cui non stampano più carte che uniscono economicità, flessibilità ed hate come Pyroblast.
.

Side devastante

Il rosso ha carte da side davvero risolutive oltre alla già osannata Pyroblast, staple che puntano a sconvolgere la partita con duri colpi che solitamente non appartengono alla filosofia del formato del vantaggio incrementale: Gorilla fa piazza pulita delle terre artefattose avversarie impedendogli di sviluppare un gioco futuro mentre Sandstorm pulisce praticamente ogni cosa terrestre di medie dimensioni dando di fatto una wratta a cui non importa se risolve una Spidersilk Armor o una Armadillo Cloak.

Queste wratte in senso lato danno un Out laddove UR dovrebbe perdere quel MU negativo con ipotetiche opzioni di side normali.



The Dark Side

UB è sempre stato il gemello brutto e nell’ombra, ma ultimamente sta facendo valere i suoi punti di forza anche grazie alle aggiunte degli ultimi anni:

Range delle Removal

Le removal di UB sono sempre costate 2, quindi uno in più dei botti rossi. Tuttavia a differenza dei cugini coprono davvero tutto: dai serpenti agli Atog con una buona scorta di cibo; le recenti stampe di Fumes e Cast Down hanno reso questa affermazione una sentenza.

Solo Snuff Out sfugge alla regola dei 2 mana permettendo di essere castata anche con una palude appena sfetchata tappata: poter rispondere ad una sninjata da tapped out oppure ad una effimerata con soli due mana blu open non ha prezzo. Letteralmente!
Bisogna sottolineare tuttavia che c’è più di qualche Mu dove questo apparente gratis si paga a caro prezzo come Mbc, Burn e qualche volta Boros, dove si preferirebbe un normale Cast Down.

.

Monarca

Thorn of the Black Rose ha acquisito una straordinaria importanza nell’ultimo periodo, senza dubbio perchè la meccanica monarca è sempre stata rotta e non pensata per il gioco 1vs1, ma soprattutto per la mancanza di alternative: se due anni fa mi aveste fatto mettere thorn di main in un UB Fate vi avrei riso in faccia, ma ora non rido più tanto in un mondo senza Santuari e Gush.

Restare onesti con Rain of Revelation, Frantic Inventory e Mulldrifter in un mondo di Boros e Troni è una scelta coraggiosa, ricorrere ai sotterfugi di Thorn per rubare le partite è una scelta competitiva.
Il motore ninja deve essere affiancato da qualcos’altro per essere davvero competitivo nello scenario degli endgame attuale, il nero offre qualcosa che il rosso non ha: tanto più il meta si riempie di Troni, Midrange e mazzi Ephemerate tanto più i mazzi Faeries sentiranno il bisogno di rubare.

.

Gurmy Boy

Anche se in molti Mu non ha più lo stesso impatto di prima a causa di Cast Down, la grande “rana” riesce ancora a stallare dei board imporanti in alcuni Mu chiave come Stompy ed Affinity, valendo spesso più di due removal e richiamando alla mia mente la famosa ossatura di meme: “Who will win: a X or a Y boy?”.

Oltre al ruolo di stallo rappresenta un clock veloce in MU come Tron oppure Familiar, perchè in più situazioni un monarca da solo non è abbastanza contro una catena di Teachings oppure Deep Analaysis senza una pressione decente ai punti vita avversari.



Calarsi nel Meta

I punti a favore di UR sono chiari:

  • removal economiche;
  • accesso a Pyro;
  • side devastante.

Altrettanto i pro della controparte UB:

  • removal coprono tutto;
  • accesso a Monarca;
  • Gurmag Angler.

Tuttavia rimane tutto un ragionare inconcludente se non si considera un meta, per questo vorrei procedere a schematizzare i MU tenendo in considerazione i punti qui sopra e l’esperienza personale.

Prima di proseguire vi metto le ultime 2 liste che hanno performato al top nelle challenge giusto per completezza d’informazione.

MU dove UR è da preferire:

  • Burn
    UB nonostante l’accesso a Cast Down non ha tante risposte ad Alchimista ed in generale alle creature se consideriamo che Snuff Out è un’arma a doppio taglio, qui il costo 2 delle removal risulta fatale in troppi spot e ricorrere alla salvifica Unexpected Fangs è una grande risorsa ma non abbastanza per non farmi preferire UR contro i piromanti.
    .
  • Pseudo-Mirror
    nello scontro diretto UR rimane leggermente favorito perchè un ladro non può bilanciare l’accesso a Pyro e il vantaggio nel midgame di Frantic Inventory, nonostante ciò UB Faeries se la può sicuramente giocare meglio contro Izzet se confrontato con UR Delver negli ultimi anni.
    .
  • Mono U
    il costo due delle removal e il non aver accesso alle Pyro per ibridare il reparto removal pesa troppo in confronto al mono per di suffocating Fumes e all’estrema efficacia di Snuff Out, inoltre il pacchetto Frantic Inventory risulta nettamente più performante rispetto ad un monarca storicamente scomodo contro mazzi tempo.
    .
  • Mono Nero
    Snuff Out è carta morta ed il monarca può sicuramente rubare le partite ma un pacchetto removal funzionale e la speranza delle Inventory sembra più solido.
    .
  • Elfi:
    Fumes può sicuramente rubare qualche partita di main ma far removal e tenersi open di counter è vitale, per questo sono da preferire i botti, soprattutto quando di side si ha accesso potenziale a 4 carte game winning come Electrickery e Sandstorm.
    .
  • Aura
    Electrickery arriva minimo un turno prima di Fumes e Sandstorm vince da sola partite dove il suo bogle non è ancor abbastanza istruito, sicuramente più efficace che puntare sui due editti di side messi quasi esclusivamente per raddrizzare questo MU.
    Ovviamente con Aura intendo Bogle e non uso il termine in senso lato dato che contro pisellini UB è nettamente da preferire ad UR che contro le centaure passa dei brutti quarti d’ora.
    .
  • Muri
    Nonostante l’efficacia di Monarca, in questo MU Sandstorm è troppo risolutiva impedendo a Muri di avere una massa critica in board per generare grandi quantità di mana pericolosissime con più Stampede-effect e soprattutto con Reaping the Graves.
    .
    .

Mu Favorevoli ad UB:

  • Boros
    Sia contro la versione normale che quella Bully UB guadagna parecchi punti rispetto ad UR perchè le sue removal non stanno sotto Strands, i guardiani non sono più intoccabili grazie a Agony Warp e editti ed eventuali Battle Screech o Squadroni di falchetti possono essere gestiti grazie a Echoing Decay e Suffocating Fumes.
    Oltre al miglior interfacciarsi delle proprie risposte, UB può tranquillamente rubare una partita stallata con Thorn al posto che affidarsi al Card Advantage di Frantic costantemente minacciato da Bojuka Bog o eventuali reliquie post side.
    .
  • Famigli
    A differenza di Elfi qui non è così fondamentale poter far removal rimanendo open di counter nell’early game, lo è nettamente di più puntare su Thorn o un beatdown di Rana, visto che i nostri ninja troveranno troppi 0/3 e 0/4 nel loro percorso rendendolo proibitivo.
    .
  • Stompy
    Questo è un punto dove sono ancora leggermente in dubbio, nonostante i pareri molto favorevoli di esponenti online dell’archetipo come Oscar_Franco che ritengono l’accesso a Gurmag, la possibilità di rimuovere River Boa e le Fang di side nettamente superiori a Botti e Sandstorm.
    In linea di massima potrei anche essere d’accordo ma mi manca ancora un solido test per diminuire la grande importanza che attribuisco all’economicità dei botti e alle Sandstorm rispetto ai vantaggi del nero.
    .
  • Affinity
    Gorilla Shaman potrà anche rubarla post side in early ma un ottimo reparto removal con la possibilità di gestire sempre Atog di main mi fa pendere nettamente dal lato del nero, per non citare le Gurmag che stallano spesso più tempestive ed utili delle Sandstorm.
    Inoltre devo dare credito a Thorn che ruba molte più partite di quelle che mi aspettavo, soprattutto contro la versione Jeskai con 8 peschini ma con poca pressione sul board chiamata erroneamente jeskai Cyborgs sul web.
    .

Mu in dubbio ma dove tenderei a prendere la mia build di UB con 2+1 Thorn:

  • Jeskai Ephemerate
    Situazione molto simile a Familiar per il ruolo ricoperto da Thorn che contrasta il vantaggio carte di eventuali Bonder risolti a cui UB non ha risposte in stile Abrade; anche se bisogna ammettere che qui la rana non fa quasi mai la differenza a causa di Skred, Snuff Out è immenso per prevenire un Ephemerate senza tenersi costantemente un rosso open per botti ogni turno.
    Qualcuno potrebbe obiettare che le Pyroblast sono immense contro i loro archeomanti e drifter ma fidatevi quando vi dico che monarca ruba la partita come poche cose al mondo.
    .
  • Tron
    Anche qui le pyro sono devastanti per non far prendere il largo a Tron ma Monarca è fondamentale, ora che non dovrebbero più chiudere costantemente il trittico di quarto e la coppia Monarca+Rana calata presto è un possibile out all’eventuale catena di Teachings con una spruzzata di Bonder a cui Tron ha acesso nel mid-late game, situazione a cui UR non ha contromisure se Trono riesce a risolvere un Ninja in early con Pyro o altro.
    Indovinate cosa è costantemente fuori da Pyro?
    Esattamente: Thorn e Gurmag!

.
.

Risposta momentanea

La diatriba tra UR ed UB è destinata a continuare in eterno per quanto mi riguarda, in tutta la sua incertezza e con tutte le sue considerazioni da ambo le parti.
Però c’è sempre un però.

Nel meta attuale delle Challenge i mu dove UB è preferibile sono in netta superiorità rispetto al terreno fertile per Izzet, facendo pendere l’ago della bilancia verso il lato Dimir.

UR non sta benissimo con il solo motore delle frantic ad affrontare i Boros ed UB sembra essere un’arma migliore per fronteggiare Affinity e Stompy, oltre a far valere la monarchia contro troppi mazzi nel meta attuale tra cui Tron e Familiar.

UR continuerà a mantenere le sue importanti edge negli pseudo-mirror e a far valere i suoi botti contro Burn, Mbc, Mono U ed Elfi; tuttavia in questo periodo storico dove la ricerca di un endgame può risultare più pressante della presenza di botti e pyro, penso di comprendere perchè le fatine Dimir non siano più tacciate di eresia e sempre più players stiano passando sotto il vessillo nero.