Inside the Challenge #41: Keep it Simple

da | Set 8, 2020 | Game Analysis

Articolo di Bragioto Pietro,

I numeri nudi e crudi

Sabato 5 Settembre

  1. Stompy (Gutcmtt 8-1 Split)
  2. Boros (_Batutinha_ 7-2 Split)
  3. Tron (SanPop 6-2)
  4. UB Fae (Hamuda 6-2)
  5. Stompy (Mogged 5-2)
  6. UB Delver (ecobaronen 5-2)
  7. Tron (Hampuse1 4-3)
  8. UB Fae (nekonekoneko 4-3)
    .
  9. UR Fae (TopGrinder 4-2)
  10. Jeskai Ephemerate (hadesblade)
  11. Boros (hellkito)
  12. Mono B (Le-cookie)
  13. Mono U (Beicodegeia)
  14. Jeskai Affinity (Kampo)
  15. UB Delver (Mikhatara1994)
  16. UB Delver (BERNASTORRES)
  17. UB Fae (John1111)


Domenica 6 Settembre

  1. Tron (mlovbo 8-2)
  2. UB Fae (Riuuk1 8-2)
  3. Muri (killersuv 7-2)
  4. Stompy (SacredDevil 6-3)
  5. Burn (Lennny 6-2)
  6. Boros (Xwhale 6-2)
  7. UR Fae (TopGrinder 6-2)
  8. Burn (Mcleskey 5-3)
    .
  9. Tron (Oscar_Franco 5-2)
  10. Burn (murilobs)
  11. Boros (Quatch)
  12. Boros (_Batutinha_)
  13. Muri (Liv_One)
  14. Peste (Amoras27)
  15. Burn (vini_torres)



Considerazioni varie ed eventuali

Keep It Simple

Prima dell’inizio di una Pauper Challenge c’è quella logorante pratica chiamata scelta del deck: alcuni come alcuni player nostrani si arrovellano cercando di capire se sia meglio UB, UR o Tron, come settarli verso un meta da prevedere con mille elucubrazioni mentali a riguardo; altri sanno che vogliono giocare semplice e/o che hanno le maggiori chance di vittoria seguendo il lineare, in meno di cinque minuti selezionano il loro Burn, Mono Nero o Stompy con tutta la leggerezza che ciò comporta.
Non importa se le 15 carte di side non sono perfettamente tunnate per il meta atteso perchè non ci sono state previsioni sul meta per l’appunto, non importa se la lista è stata topdeckata e nessuna modifica personale, non importa se l’archetipo ha mediamente una winrate inferiore ad altri.
Perchè?
Non importa perchè non importa.
Non bisogna dare una risposta.
Siamo noi a fare le domande.
Keep it Simple.

Quando guardo un Chain Lightning ci vedo tante cose.
Un bolt più scarso.
Una sorcery che gioca in bocca a Stutter.
Il pericolo lontano che venga replicato.
Un giocatore di Burn vede una semplice verità.
3 danni Face.
Sometimes Chain Lighning is just 3 damage to face.
Keep it simple!

Mentre Stompy si conferma una solida scelta che non ha affatto autolose da Tron come molti sarebbero portati a credere, nel frattempo Mono Nero si ri-immerge nel fango della sua palude non riuscendo a spiccare il volo nonostante quella bomba senza senso traboccante di sinergia qual è Bone Picker, ma soprattutto un fatto salta agli occhi.

Oltre il 20% di Burn nella Challenge domenicale.
Welcome to America!
Nonostante Tron abbia vinto un’altra Challenge nella mani di uno dei suoi piloti storici ossia “mlovbo”, le fiamme divampavano in lungo ed in largo sulla scia della vittoria dei piromanti nello scorso weekend; purtroppo l’incendio è stato arginato ai quarti di finale e non è proseguito oltre tuttavia ben il 24% della top16 era Burn e la winrate complessiva è un rispettabile 53%, non esorbitante ma sicuramente apprezzabile dato l’alto numero di piloti.

Vorrei evitare di parlare nello specifico delle liste di Burn perchè finora è stata una giornata abbastanza gradevole, visto che le pillole di saggezza base per Burn sono ancora largamente ignorate:

  1. Le Curse carriano in troppi Mu nel meta, sono l’ultima cosa da tagliare aka giocarne 3 è un’ eresia;
  2. Non tenete le creature di side in ogni Mu insultando la vostra intelligenza di bipedi senzienti, valutate quante removal potrebbe avere post side il mazzo avversario e quanto valga la candela provare a rubarla di creature;
  3. Fatevi una side con dai 6 agli 8 slot per sidare fuori le suddette creature che traddano con le removal senza far danni nello scambio.

.

Mentre Burn ha la fama del mazzo Spike che a volte arriva a far top8 ma non avanza oltre, tanto che quando vince davvero una Challenge è un evento più unico che raro; Stompy non è certo nuovo ad un primo posto e questa ennesima Challenge conquistata ribadisce il suo status come Tier 1 o almeno 1.5!
Il Fog Lock è l’unica grande debolezza mortale dell’archetipo parzialmente arginabile grazie ad arco o grazie ad una partenza strappo con una spolverata di hate, tuttavia la chiave del successo tra gli altri mazzi lineari è che questo Mono Verde non folda automaticamente da carte di side come Weather the storm, Gorilla Shaman o Electrickery.effect.

GutoCmtt ‘s Challenge:
UB Fae 2-1
UB Delver 2-1
Heroic 2-1
UR Fae 2-0
Tron 2-0
Tron 0-2
Q: Stompy 2-1
S: Tron 2-0
F: Boros Split



Angolo delle Dichiarazioni

Ciao a tutti amici di Pauperweave qui è SanPop che parla.
Se state leggendo questa dichiarazione significa che la wizard ha finalmente deciso di pubblicare le liste della Challenge (le altre settimane dove ho fatto la Top Pietro non le ha pubblicate perchè mancavano le liste).
Dopo le patte fatte al KOM ed il Fling sui denti che mi sono preso a Milano che mi hanno tagliato fuori dalla Top ritorno nella mia confort zone su MTGO con le thriving land. Inutile dirvi che senza è tutta un altra cosa.
Sulla lista niente di nuovo dato che è sempre la stessa.
Un bacio ed alla prossima!

SanPop Aka Edoardo Santullo
Top 4 Pauper Challenge 5 Settembre