Flusso di Coscienza sull’Astro-Ban

da | Ott 22, 2019 | Pietro Bragioto

Articolo di Bragioto Pietro,

Intro

Se qualcuno se lo fosse perso, non ho fatto al consueta analisi settimanale sul metagame online nonostante questo weekend abbia avuto luogo un Pauper Playoff, evento più importante della Weekly Challenge.
Un fulmine a ciel sereno.
Dall’annuncio della Wizard sul ban anticipato si intuiva facilmente che sarebbe avvenuto un probabile ban nello standard per rimettere il formato in carreggiata vista l’alta concentrazione di eventi competitivi imminenti.
Nessuno avrebbe pensato ad un ban in Pauper, in questa banlist, soprattutto senza riferimenti o avvertimenti di monitoraggio nella banlist precedente.
Due righe di rito scritte sul Pauper avvisando che si sta monitorando il formato e si comincia ad essere preoccupati per la dominanza di Jeskai e l’eccessiva giocabilità di astrolabio, ciò è chiedere troppo?
Perchè la Wizzy ha a cuore il formato povero da un po’ di tempo a questa parte.
O forse no.
Ad ogni modo: ban di Astrolabio in Pauper.

P.s. Avviso ai lettori: questo articolo sarà pieno di considerazioni personali alla rinfusa che assomiglierà più ad un flusso di coscienza che ad un articolo, per l’appunto.

 

Il mio pensiero

Anticipo subito il succo del discorso: penso che da quando la Wizard abbia preso in mano il formato, stia rovinando il bel Pauper con delle banlist che definire non azzeccate sarebbe una litote.

Al contrario di quello che alcuni potrebbero pensare: no, non vivo sulle nuvole, penso di essere consapevole del metagame nell’ultimo periodo e, dato il mio impegno per la rubrica settimanale di “Inside the Challenge” che analizza il meta ogni settimana, penso di saperne più di qualcosa.

Dal mio punto di vista, il formato era warpato da Jeskai e tutto ruotava attorno a come batterlo o come settarsi al meglio per il mirror.
Onestamente non sono un gran fan dei ban e dalle analisi settimanali non posso certo dire che Jeskai dominasse il formato; tuttavia ritengo che quando un archetipo o uno stile di gioco polarizza il formato warpando ogni cosa, sia necessario ricorrere al ban hammer.

La vera fonte della forza di Jeskai non era certo Atrolabio, che poteva essere giocato in quasi tutti i mazzi, bensì Ephemerate: carta che con un minimo investimento consentiva di rubare le partite fair abbinata al pesce magico o che consentiva un loop a 2 carte con Archeomante che si assicurava ogni late game.
Riguardo alla mini combo del pesce volante blinkato, questa rubava davvero le partite: pescare 6 con due carte o comunque pescarne 4 se l’oppo trovava interazione il turno dopo, non dovrebbe essere legale per 4 mana.
Molti diranno che mazzi come Tron possono fare cose peggiori nel loro late game ma in Magic tutto va contestualizzato al mana: il detestato Tron deve usare pezzi decisamente costosi come Dinrova Horror, Mnemonic Wall e Ghostly Flicker, qui stiamo parlando di pezzi singolarmente forti che insieme per soli 4 mana fanno qualcosa di game-breaking.

Jeskai poteva fare tutto con efficenza:

  • controllare l’early con interazioni economiche come Skred e Fulmine o appoggiando la migliore contraerea del formato con Kor Skyfisher o Glint Hawk, avendo sempre nell’arsenale l’opzione Seeker of the Way per i meta troppo aggressivi;
  • gestire il midgame con Counterspell, Spellstutter Sprite e con la filosofia del sasso into sasso;
  • giocarsela nel late game grazie a Mulldrifter, Archaeomancer e i loop di Ephemerate.

A questa efficienza contribuiva anche l’ex fixer più economico del formato ma non penso che questo fosse il fattore che poneva Jeskai sopra gli altri mazzi e che cannibalizzava la scena midrange: tutti avevano astrolabio ma Jeskai era senza dubbio la migliore shell per Ephemerate.

Astrolabio è una carta che di per sè favorisce la varietà ed aumenta il power level del formato, pensare che Jeskai dominava a causa di Astrolabio è come compiacersi di vedere una pagliuzza quando non si scorge la trave.

Astrolabio ha portato mazzi tricolor che il formato aspettava da anni: Mardu Pestilence che riesce a fronteggiare qualsiasi cosa senza morire sempre dalla sua manabase, Esper Familiar che riesce a giocare Mystic Sanctuary e 7 famigli senza far affidamento alle bounceland, un Boros Cyborgs più aggressivo che mai, un aura che poteva giocare agilmente 2 Fling di main ed un arsenale anti counter di side.

Forse bannare astrolabio renderà Jeskai troppo lento e poco efficente, ma porterà con sè nella tomba molte altre possibilità competitive; un po’ mi rattristo e penso: quanto sarebbe stato bello un formato senza i loop di ephemerate, dove Jeskai gioca a viso scoperto con una build aggressiva e dove sono giocabili mazzi come Esper Familiar con Mystic Sanctuary e Mardu Pestilence.
Mi sarebbe piaciuto ma ormai non è più possibile.
Astrolabe died for Ephimerate’s sins.

Astrolabio e Ash Barrens, avevano dato alla manabase povera il boost che si aspettava da anni: non se ne poteva più di giocare massimo bicolor e con una giocabilità rallentata da tapland su tapland.
Ma molti hanno imputato il brutto meta del formato al piccolo artefattino e non al vero responsabile che blinka nell’ombra a quanto sembra: siamo di fronte all’ennesimo power down del nostro formato povero.

Tra un po’ si bannerà qualcos’altro come la meccanica monarca o le terre di trono, oppure Kor Skyfisher o le terre artefatto: quando si smetterà di bannare per indebolire il formato e si inizierà davvero a vederne i veri problemi.
Le vere problematiche sono le partite rubate di Ephemerate o la brutta giocabilità imposta dalla meccanica monarca: bannare un elemento costitutivo come astrolabio è come bannare le fetch in Modern oppure le Brainstorm in Legacy.

Certe volte si fa ironia sul fatto che la R&D della Wizzy non giochi il formato ed ascolti la pancia del popolo ed in primis guardi con la preoccupazione di una madre apprensiva le lacrime che innondano reddit o i maggiori articoli dell’oltreoceano.
Ma vi pare che la Wizard si basi sui pianti della community americana e sui suoi produttori di contenuti?
È come se i giornalisti decidessero la legge di bilancio
Certamente no, spero.
Tuttavia questa ironia, nell’ultimo periodo, non mi fa più tanto sorridere e mi è più amara che mai…

Quando impareranno a potare sapientemente e non impugnare la sega elettrica per abbattere?
Se il problema è UB perchè banni tutte le free spell, rendendo ingiocabile UR Cane senza lasciargli nemmeno Gitaxian e ammazzando Mono U Delver togliendogli pure Daze?
Se il problema è Jeskai, perchè togli un fixer universale e non quella ruba partite di Ephemerate?
Andiamo avanti così, continuiamo a depotenziare il formato e ad appiattirlo levando archetipi su archetipi.
Ci ritroveremo con un formato così rovinato dalla casa madre che MBC sarà Tier 1.
Non voglio vivere in questo formato.

 

Scenari futuri

Qualche previsione sul prossimo meta?
Perchè no!

Non penso sia così difficile prevedere un ritorno dei mazzi monarca e del vecchio tron a base lifeland e counter che prederà su di essi.

Molti mazzi verdi come Aura, Stompy ed Elfi sopravviveranno, soprattutto gli ultimi due che hanno avuti dei bei power-up in tempi recenti; tuttavia se Boros Monarch riprende piede con Strands e molteplici botti che girano attorno alla protezione della corona, non la vedo molto bene per Stompy che storicamente soffre molto da questo genere di setting.

Mazzi come i Delver deck proveranno a risollevarsi in un meta dove la Skyfisher non entra per value di secondo, tuttavia resteranno lo spettro di ciò che erano e spereranno di schivare Boros Monarch pieni di removal fino ai denti, tutto come ai vecchi tempi.

La vera incognita del post ban è capire se i mazzi Ephemerate sopravviveranno anche senza l’efficenza di astrolabio, sto parlando del settore midrange perchè penso che sia abbastanza sicuro dire che tron ne abuserà e ci nauseerà con dei bellissimi loop.
Sarà possibile la sopravvivenza di Jeskai oppure una build bicolor UW cancer con Ephemerate?
Penso che la prima build che testerò sarà una rivisitazione del vecchio UR Flicker Control con l’inserimento del pacchetto Ephemerate.

Tron tornerà con la versione lifeland pre Modern Horizon ma con la marcia in più di ephemerate che con Muro, Dinrova o Dignitario sarà davvero preoccupante e forse sarà oggetto delle prossime lacrime perchè monarca è ritenuto fair dal popolo.

Il mio caro Affo Monsters affilerà l’artiglieria per contrastare un possibile field di Midrange, mentre Familiar e Mardu Pestilence tornerenno nella nicchia dei Tier 3 o 2.5 perchè troppo chiodosi senza astrolabio.

Tra l’altro senza Astro-Familiar che si basava su Mystic Sanctuary, il formato si impoverisce di nuovo della sua componente combo: familiar potrà sicuramente tornare ad una versione UW che prova a far quadrare i conti per utilizzare santuario ma resterà lontano anni luce dalla competitività dell’ultima versione Esper che giovava di Nightscape Familiar e di Reaping the Graves.

MBC ci sarà sempre nell’ombra, pronto a rubare le partite contro Midrange di Monarca e desideroso di sidare 15 contro Tron per ribaltare eroicamente il MU.

Se dovessi prevedere i prossimi best deck, mi immergo nella scontata banalità e punto su Tron con Ephemerate e Boros Monarch che proverà a settarsi da tutto, cercando di arginare Tron con Reliquie, Okiba o Bojuka MD e con 6 REB/Pyro post side.
Ma forse non importerà troppo la skill del player e le build affinate e tunnate, perchè la possibilità di rubare le partite con corone o loppate resta per il giovamento del bel gioco.

In pratica, la solita vecchia musica.
Vecchia e macchinosa che si muove a tempo di Lifeland e Bounceland.
Enjoy the format e, come sempre, grazie mamma Wizard per l’attenzione che riservi al povero restando sempre sul pezzo con dei ban più azzeccati che mai.
Se vuoi sabotare il bel gioco, lo stai facendo nel modo giusto.
Continua così che tra poco non dovrai più occuparti di noi.
Dalle terre innevate a quelle desolate, è un attimo.