Carte a Processo #4: Cast Down

da | Lug 26, 2020 | Game Analysis

Articolo di Bragioto Pietro,

Cast Down ha sempre fatto parte della raccolta di sogni proibiti di buona parte della community Pauper: una removal universale per il nostro formato privo di leggendarie sembrava un’utopia destinata a rimanere uncommon soprattutto per ragioni di equilibrio nel formato Draft.
Ma mai dire mai.
In questi giorni stanno circolando dei leak provvenienti da un video su Twitch prontamente rimosso dove un tizio apriva il box della futura espansione “Double Master”, tra le numerosi comuni mostrate spicca proprio lei: Cast Down!


Come già accennato, questa carta è un upgrade su tutti i fronti, o quasi, rispetto alle removal a 2 già esistenti.
Le eccezioni sono le seguenti: RegenerationProtection from Monocolor e Undying.

Ora parlerei della possibile e probabile inclusione di Cast Down nelle stock list di archetipi più o meno affermati, tenendo sempre presente le suddette eccezioni ed i vantaggi che questa poderosa new entry andrebbe ad aggiungere all’archetipo in questione.


UB Delver

Storicamente UB ha sempre avuto un core tutto suo di removal: Snuff Out, Echoing Decay e Agony Warp.
La configurazione classica che andava per la maggiore era questo split:

  • 3 Snuff Out
  • 2 Echoing Decay
  • 2 Agony Warp

Ad esse si è affiancata Soul Reap quando nel meta dominava il vecchio Ub con i Gush ma si trattava di una metacall in quanto dopo il Blue Monday questa tech è stata dimenticata o adottata come 1x nelle side.
Diverso il discorso per Suffocating Fumes che sta trovando gioco stabile come 1 o 2x già di main grazie all’upside dell’effetto Ciclo.

Al di là di Snuff Out imprescindibile in un mazzo tempo, è interessante notare che tutte le altre opzioni vanno a coprire situazioni uniche e di conseguenza la loro presenza ed il loro numero sono adattabili in base al meta atteso:

  •  Echoing Decay copre eventuali Bully e punisce mazzi con un reparto creature troppo quadrato diventando un 2×1 più spesso di quanto potrebbe sembrare;
  • Agony Warp è un’assicurazione sulla vita contro un Guardian of the Guildpact, un ottimo detterrente alla race contro aggro visto che può uccidere una creatura e foggarne un’altra ed infine era l’unico modo di value-traddare la rana avversaria in G1 nel mirror;
  • Suffocating Fumes essenziale per gestire cieli troppo affollati dei mazzi Faeries la cui lenta race è sempre stata un problema per UB e prova ed essere una risposta cheesy in g1 a mazzi problematici come Elfi ed Aura, oltre a gestire anch’essa come Decay il piano go wide di Bully.

L’archetipo storicamente non ha problemi a gestire effetti rigenerare come River Boa, tuttavia soffre le creature con hexproof come Silhana o le creature nere come Angler, Dinrova Horror o Vault Skirge troppo cresciute.
Data la grande presenza nel meta attuale di Stompy e Tron con un metashare risibile riservato a Bully e Pestilence, setterei il reparto removal così:

  • 3 Snuff Out
  • 2 Cast Down
  • 1 Agony Warp
  • 2 Suffocating Fumes

Ho 2 Out di main a carte come Silhana Ledgewalker o a board troppo estesi di fate o Elfi, mantenendo solo 6 removal non ciclabili ossia il numero minimo nei Mu dove non le desideriamo troppo come contro Tron e rimanendo al minimo con le risposte a Guardiano con splittando gli Agony Warp tra main e side 1-1 oppure restando alla monocopia nelle 75 se si è così visionari da giocare la mono Merchant Scroll!

Oltre alle osservazioni fatte finora aggiungerei che l’inserimento di Cast Out porta a 5-6 le hard removal contro i pezzi grossi di Affinity, Mu generalmente favorevole ma velocemente incrinabile se non si vedeva Snuff Out o Rana fast e peggiorato molto dopo la dipartita dal formato di Gush e Mystic Sanctuary: vista il buon metashare di affinity al momento, l’arrivo di Cast Out potrebbe essere una manna dal cielo.

Dulcis in fundo avere una hard removal nel proprio arsenale permette di supportare maggiormente e più affidabilmente un eventuale piano monarca già di main, scelta non più eretica come in passato visto che grazie ai Ban non abbiamo grandi piani per il late che non si chiamino Frantic Inventory, Rain of Revelation oppure Thorn of the Black Rose.


Mono Nero

Al contrario di quello che molti ingenuamente credono non sono un maestro di mono nero per la poca esperienza con questo archetipo inoltre, a differenza di UB, il parco removal di Mbc è davvero variabile e non ha punti saldi al di fuori di Defile e Chainer’s Edict che si trovano in ogni lista online.

Le altre opzioni sono abbastanza varie ed opinabili:

  • Disfigure per meta aggressivi dove è prioritario aumentare le risposte ad 1;
  • Dead Weight come sopra ma con un occhio di riguardo verso Atog;
  • Victim of Night per colpire tutto tranne Gurmag Angler;
  • Grasp of Darkness ossia una soft removal che non ammazza Atog, Serpe, Gurmag e creature sotto steroidi;
  • Geth’s Verdict perchè i maghi oscuri hanno un inspiegabile feticismo verso gli effetti editto nonostante siano imbarazzanti in molte situazioni come contro Board medi dove l’oppo sacrificherà con un sorriso un Augur of Bolas, una Frogmite, una Thraben Inspector o una pedina di Nest Invader;
  • Oubliette una catch all che fa devozione per i vostri adorati mercanti, immancabile mono per in quasi tutte le liste non eretiche nonostante costi 3 in una curva intasata su quel versante e sia sorcery speed;
  • Tendrills of Corruption per stabilizzare sul fronte vite contro Aggro oppure Burn e con una forte allergia alle terre non paludi come Bojuka Bog.

Dato che non penso che il meta attuale sia così improntato sull’aggro da affiancare a Defile opzioni come Disfigure o Dead Weight e considerando le altre opzioni di removal a costo 2 o più abbastanza imbarazzanti per un formato eternal e per la curva del mazzo che vorrebbe le removal spalmate solo sui costi 1 e 2, propongo la seguente soluzione poco pacifica:

  • Scegliere un numero di slot da dedicare al parco removal;
  • 4 Defile che era l’unica removal decente;
  • 3 Chainer’s Edict come concessione alle vecchie abitudini, con la possibilità di salire a 4 per i giocatori di vecchia data più intransigenti con le tradizioni;
  • X Cast Down per riempire il resto degli slot dedicati, X-2 se riteniamo che il meta ci domandi a tutti costi una fonte di Lifegain oltre a Mercante chiamati Tendrills of Corruption.

Boros Monarch

Due recenti stampe potrebbero aver dato a Boros abbastanza flessibilità da poter abbandonare la sua identità puramente bicolor per tentare l’impresa dello splash di un colore terziario ossia il nero, queste due aggiunte sono state:

  • Golden Egg
  • Thriving Land

Il core storico delle removal di Boros è questo:

  • 4 Lightning Bolt
  • 4 Galvanic Blast
  • 2 Journey to Nowhere

A questi si possono aggiungere:

  • 1-2 Electrickery
  • 1 Firebolt
  • 1 Flame Slash
  • 1 Oblivion Ring
  • Copie Extra di Journey

Non penso sia utile discutere dei dettagli del parco removal dell’archetipo perchè il problema è più semplice ossia il confronto tra Journey e Cast Down.

Al momento penso che i contro di Journey ossia

  •  Sorcery Speed che non va d’accordo con la meccanica Monarca fan degli Instant;
  • spaccabile soprattutto post side.

siano trascurabili rispetto ai contro di Cast Down

  • splashabile ma non castabile stabilmente in curva ossia di secondo;
  • non copre River Boa;
  • non gestisce Stormbound Geist;
  • sta sotto eventuali Dispel di Main;
  • manda al cimitero nutrendo eventuali Reaping the Graves di Muri o Affo post side.

quindi la scelta per quanto mi riguarda resta preferire Journey to Nowhere declinando anche eventuali proposte di Split.


BW Peste

Essendo un archetipo sempre sotto traccia che ogni tanto riaffiora senza mai scrollarsi di dosso quell’alone da Tier 2 non ha un vero e proprio parco removal stock, colpevole anche il fatto che esistono 2 versione dell’archetipo ossia quella quasi creatureless con solo Guardian of the Guildpact e quella più creaturosa che si rifà a Boros Monarch come impostazione.

Osservando le ultime liste posso individuare due costanti nel solito Chainer’s Edict e in Unmake con comparse di Journey to Nowhere ed eventuali spruzzate di soft removal a costo 1 come Disfigure o Dead Weight.

Lasciando passare Chainer’s facendo delle concessioni per coprire eventuali pezzi hexproof e guardiani avversari, ritengo che Cast Down sia fondamentalmente un upgrade a Unmake con quest’ultimo avente le seguenti caratteristiche:

  • Costo 3 oneroso ed in conflitto con eventuali Bonder Ornament, Pristine Talisman e Crypt Rats;
  • Triplo Specifico fastidioso se si includono giustamente le Radiant Fountain come lifegain che entry stappato;
  • Gestisce le debolezze di Cast Down ossia Guardian, Boa e Geist.

Pur dando un certo peso all’ultimo punto a favore, penso che questo possa essere  coperto dalle altre removal come Journey nel caso di Boa e Geist ed editto nel caso di Guardiano per cui cercherei un equilibrio tra loro 3 per le vostre build:

  • Journey to Nowhere
  • Chainer’s Edict
  • Cast Down
  • eventuali removal a 1

Non metto in questo caso le quantità poichè esse sono fortemente dipendenti dal meta e dalla versione che si sceglie di giocare, ma sono fermamente convinto di un futuro swap tra Cast Down e Unmake.


Altre opzioni

Ci possono anche essere altri archetipi dove Cast Down potrebbe andare ad inserirsi e li raggruppo qui perché o sono archetipi fringe o archetipi Tier dove Cast Down è un’inclusione tech e poco rilevante, sto parlando di:

  • UBx Teachings
  • Affinity
  • Tron

In UBx Teachings Cast Down risulta una manna dal cielo visto che il mazzo aveva davvero bisogno di una removal non condizionale che non fosse la datata Doom Blade e da splittare con eventuali Terminate in Grixis o 4c Teachings date le debolezze soprascritte della new entry.

Per quanto riguarda Affinity, soprattutto la versione Monster, Terminate è stata in passato più di una “fringe option” contro Gurmag Angler in primis per l’archetipo e non penso che Cast Down potrà rimpiazzarla, nonostante il costo specifico più leggero, per 2 principali motivi che sono delle vere e propie spine nel fianco: River Boa e Guardian of the Guildpact.

Infine parlando di Tron, qualche volta di vede in side Doom Blade come silver bullet tutorabile che si presta sia come ulteriore risposta in Mu come Burn e Fatine, sia come removal contro Muri, Famigli e Crusher; personalmente apprezzo molto questa monocopia di side e la sostituirò sicuramente con il suo nuovo upgrade che mi permette di gestire eventuali Okiba-Gang Shinobi.