Report Winner Paupergeddon Milano 2020: Matteo Mazzola con Atog Shift

da | Feb 18, 2020 | Report

Revisione faticosa a cura di Bragioto Pietro,

Introduzione

Premettendo il fatto che non potrò mai scrivere un report bello come questo, comunque ci provo descrivendovi la mia scalata che mi ha fatto arrivare in finale del Paupergeddon Milano 2020.
Questo report non ha l’obbiettivo di insegnare qualcosa, ne tantomeno di farvi ridere, cosa che spesso molti report si prospettano di fare, ma piuttosto vuole dare un’idea di quello che è il mazzo, quali sono i suoi punti di forza e del perchè, secondo il mio modestissimo parere, è rotto.

Da circa un annetto, io e i membri della S***a S*****a A******t stiamo testando Atogshift, perchè realmente convinti della sua potenza, e con questa scusa passiamo intere giornate a cazzeggiare su Telegram e a ritrovarci per serate a base di pizza, birrette e mazzone.
A parte gli scherzi, il mazzo dopo mille liste e mille tornei è ottimizzato, e l’insight collettiva ha portato ad avere chiaro il suo posto all’interno del metagame.

Con questa premessa quindi dichiaro che la scelta del mazzo deriva principalmente dal fatto di non aver potuto giocare UG Arcani Full Foil, in quanto dopo un rapido check da parte dell’Head Judge siamo arrivati entrambi alla conclusione che con le barche non si riesce a giocare a Magic.
Quindi mi tocca imbustare atogshift, e dopo un non brillante 1-3 nell’ultima tappa di lega, mi convinco a giocarlo con la speranza di fare almeno bella figura nell’ 8man draft Montenegro dopo il terzo turno. 

 

Il mazzo

L’archetipo Atogshift è una versione di Affinity che punta maggiormente a chiudere di combo rispetto alla versione classica con un piano ciccioni: Atogshift è nato con l’intendo di rendere consistente la chiusura Atog+Fling, con il vantaggio collaterale di essere simile ad un archetipo più famoso con un piano diverso post side a differenza di quest’ultimo, in modo da sfruttare mind trick in g2 e g3.
Il mazzo gioca molte carte di un power level sopra la media del pauper come Galvanic Blast, Atog, Thoughtcast, Gearseeker Serpent, Preordain, inoltre grazie ai suoi diversi piani di attacco riesce ad essere un mazzo difficile da giocarci contro. 

Il core deck è composto da spell strutturali come Chromatic Star,Navigator’s Compass e Prophetic Prism che ci permettono di fixare il colore, di avere artefatti a basso costo e spesso pescare: la ‘bussola’ brilla particolarmente in questa lista perchè essendo una versione piu’ controllosa rispetto alle altre versioni, guadagnare vite significa guadagnare tempo contro mazzi veloci in modo da assemblare la combo.

Atog e Gearseeker Serpent sono le due minacce del mazzo, la seconda è l’ultima arrivata ma si è rivelata assolutamente fondamentale: provate solo a contare quante carte nel formato risolvono una biscia di terzo/quarto castata in modo consistente.

Witching Well, Preordain e Toughtcast sono le ‘draw spell’ che ci permettono di pescare e manipolare il nostro grimorio in modo da avere una card engine consistente. 

Galvanic Blast è la premium removal nonchè l’equivalente di due artefatti per la scombata, ciò ci permette di avere una reach maggiore. 

Muddle the mixture, Fling e Temur Battle Rage sono il pacchetto riservato alla combo, dove muddle fa sia da tutore che da counter negli spot giusti. 

In side invece abbiamo, a mio parere, una delle carte piu forti del formato, ovvero Krark Clan Shaman: riuscire a pulire la board in maniera consistente contro i mazzi sciame è la chiave per vincere molti game post board ed il fatto che giochiamo molti artefatti a costo basso fa brillare il nostro goblin. 

Le altre carte non citate variano principalmente in base al meta, ma in questo momento sono abbastanza sicuro di queste 75 e credo che siano le carte giuste e ottimizzate per l’archetipo. 

Ora arriviamo vera domanda: perchè la mono Isola?
Risposta: Ma avete visto che bella art che ha?!?
Risposta seria: con 7 spell che costano mana azzurro vuoi cercare di dare stabilità alla manabase, e ho reputato che almeno 5 fonti blu erano il minimo da giocare.
Per chi se lo chiedesse: no, non ho mai perso perchè il count degli artefatti con l’isola era 1 in meno e sì, ho vinto partite in cui se l’isola fosse stata una vault of whisper mi sarei inchiodato.

‘Atogshift è come una casa: fai i mattoni e poi a una certa tiri su il cemento.

 

Turno 1: Affo Monsters di Zamparini Riccardo 1-1

G1 il match up non è particolarmente ostico, a meno che lui non vada over the top con i mostri, una volta che il board è stallato vince il primo che riesce ad assemblare Atog + Fling, e infatti g1 è praticamente andata cosi: lui serpe, io serpe, lui atog, io atog, lui galvanica + galvanica + fling e andiamo a g2.

G2 invece è stata piu’ convoluta, con io che risolvo dei suoi 4/4 con delle galvaniche e riesco a castare un atog early che viene chumpblocckato ogni turno, permettendomi di avere controllo del board grazie a stelle e terre in surplus mangiate dal mostro lucertola.
Finisce dopo poco con lui che è costretto a tapparsi per cercare di contrastare il mio mostro e io che flingo per lethal. 

G3 invece finisce con il board stallato biscie che si guardano.

Highlight della partita: oppo che confessa di conoscermi e di sapere tutto sul mio mazzo perchè ha letto i miei articoli, mi sa che ha sbagliato persona però se leggi grazie sei un “fro”.

In: 3 Hydro, 1 Moment’s peace
Out: 2 Muddle, 1 Fling, 1 Witching well

Spiegazione: le galvaniche coprono quasi tutti i suoi mostri, e le sue bisce guardano le mie bisce, quindi principalmente i game finiscono con un board stallato, dove io pesco di piu’ e dove lui ha paura della mia combo, quindi sono in posizione di vantaggio.
Side in solo Hydro per coprire gorilla/atog che sono le vere minacce dell’archetipo, con pace in backup per eventuali partenze a strappo, pace si puo anche non mettere OTP.

0-0-1

.

Turno 2: UR Caco di Romano Lorenzo 2-0

Il match up sulla carta ci vede sfavoriti, ma rimane meglio di UR Faeries.
La partita è strana perchè g1 mi è bastato un muddle per scombare pulito in un turno in cui lui aveva solo un counter up, nonostante avesse attaccato piu’ volte di Ninja. 

G2 tolgo le serpi e gioco il piano di gigasonno e blaste, funziona e riesco a chiudere di combo dopo averli tappato in eot le lande.

Highlight della partita: lui che tira Gorilla Shaman, io provo a counterarlo con Hydroblast già pensando a g3, ma lui fa risolvere hydro e passa. A fine partita mi confiderà di aver sidato contro Affo Monster; anche se questo non lo salva dal fatto che bastava che si tenesse up gorilla minacciandolo ogni turno.

In: 3 Pyroblast, 2 Red elemental blast, 1 Gigadrowse, 2 Hydroblast
Out: 4 Gearseeker serpent, 1 Temur battle rage, 2 Ichor wellspring, 1 Muddle the mixture

Spiegazione: le serpi nel match up sono molto forti perchè lui riesce a risolverle solo con Counterspell quando tirate e con Skred quando ormai il torneo è finito, ma in g2 e g3 le pyroblast fanno il lavoro sporco. Togliendo le bisce perdo di esplosività, ma con 5 pyroblast riesco piu’ o meno a controllare le sue spell che risolvono, mentre lui ha tutti gli skred morti in mano e le pyro che non counterano un granchè visto che spesso thoughtcast/preordain li lasciano risolvere preservando le risposte per una biscia che non arriverà mai.

1-0-1

.

Turno 3: Naya Slivers di Fiore Nicolò 2-0

G1 vedo 2 serpe e 2 galvaniche e andiamo sotto al doccia sull’1 a zero per me, mentre g2 vedo un early krark clan shaman seguito da un atog che chiude grazie a temur battle rage.

Highlight della partita oppo che gioca tricolor solo con lande base: quanto è bello il pauper!

In: 3 Krark clan shaman, 1 Flaring pain, 1 Moment’s peace
Out: 2 Muddle, 2 Fling, 1 Witching well

Spiegazione: il match up si risolve vedendo galvanica o krark clan early, altrimenti si stalla vedendo serpi o atog con quest’ultimo che tiene in ostaggio la board perchè minaccia la combo.
Ho messo solo 3 Krark-Clan perchè il quarto ‘virtuale’ era la pace, che in late è piu’ forte rispetto al goblin.
In generale la combo qui non mi piace post-side, perchè il piu’ delle volte fling non è mai abbastanza e spesso muore in mano; discorso diverso per temur battle rage che se non tenuto in considerazione puo’ strappare la partita da solo.

2-0-1

.

Turno 4: Aura di Lancellotti Luca 2-1

G1 faccio atog di secondo che strappa la partita facendo un muddle di terzo per temur battle rage, facendone 30 di quarto:
G2 l’oppo vede una carta imbattibile, ovvero una bestia protetta dal rosso e quindi non tocco palla.
G3 la vede ancora ma non è abbastanza perché complice un suo mulligan e color screw, la riesco a strappare con fling.

Highlight della partita: io e l’oppo che ci prendiamo un caffè finito il game.
Sfida tra mazzi non interattivi, che colpi di scena vi aspettavate?

In: 4 Krark clan shaman, 1 Moment’s peace
Out: 3 Galvaniche, 1 Fling, 1 Muddle

Spiegazione: di side metto tutti e 4 i krark clan perchè devo vederlo subito, e al contrario di tramutanti si hanno piu’ spot in cui è efficace, visto che aura ha poche auree che pompano la costituzione rispetto a tramutanti che ha solo pompaggi.
Moments peace è self explaining, tolgo le galvaniche che fanno poco e 1 muddle perchè è lento mentre tengo la monocopia perchè puo’ tutorare un pezzo della combo che a board stallato.
Da considerare Flaring Pain, non l’ho messo dentro perchè mi sembrava facesse davvero troppo poco.

3-0-1

.

Turno 5: Affinity Verdino Matteo 2-0

G1 la giocata cruciale della partita è stata questa: io a 23, oppo attacca con atog, myr enforcer, myr enforcer, carapace e doppia ranella, io blocco atog, myr enforcer e myr enforcer, lui conta i danni e pensa di farne 23 giusti, io pero gli ricordo che carapace si sgonfia se sacca tutto su atog per fare fling prima dei danni; da lì anche complice il kebab appena mangiato e il bisogno della dormitina dopopranzo, oppo tilta e passa con il mana tappato e con meno tre bestie sul board, da li è tutta in discesa.

G2 controllo il board con galvaniche e hydroblast, attacco con una biscia e con atog, lui blocca atog, si tappa out per fare una magia nera con storm che manco ho letto perchè avevo già tirato temur battle rage.

In: 3 Hydro, 1 Moments peace
Out: 2 muddle, 1 fling, 1 witching well

4-0-1

.

Turno 6: Elves di Racchetti Lorenzo 2-0

Vado al tavolo televisivo e becco un fra del gruppo di telegram con elfi: gioca forse un po’ troppo conservativo g1 non attaccando con le avanguardie e non tappando mai il suo guardiaboschi per paura di un mio atog lasciato unchecked.
La partita si risolve con lui che prova a tirare una distant melody tappandosi out e io che flingo per lethal. 

G2 vedo un early krark clan shaman che pulisce il board, lui pesca le lande io riesco a stallare grazie ad altri krark clan e a delle galvaniche, finisce con io che vinco grazie a un coast to coast di Atog che con un dannino a turno se la porta a casa.

Hightlight della partita: lui che side in moment’s peace e io che non sapendo cosa possa sidare-in elfi ci gioco intorno rovinando l’effetto a sorpresa, tanto che mi chiede come avessi fatto a saperlo. 

In: 4 Krark clan shaman, 1 Moment’s peace
Out:
2 Muddle, 2 Fling, 1 Biscia 

Spiegazione: la combo in questo match up non è un granchè e spesso le partite si risolvono grazie a un krark clan + beatdown di biscia/atog, o a un atog lasciato unchecked che chiude di Temur battle rage.

5-0-1

.

Turno 7: UR Faeries 2-1

G1 vinco con le bisce.
G2 va per le lunghe e vince lui perchè le cose così devono andare: ninja lasciatolibero di connettere
 e lui che si riempie di counter.
G3 vinco dopo una partita lunghissima dove peschiamo entrambi un sacco di carte, lui pesca tanti contrasti ma rimane al topdeck, io pesco tutte cinque le blaste che risolvono tutti i suoi contrasti. 

Highlight della partita: lui che al topdeck pesca hydro per il mio atog ma io avevo pescato al topdeck la quinta pyro da player esperto!

In OTD: 3 Pyroblast, 2 Red elemental blast, 1 Gigadrowse, 2 Hydroblast
Out OTD:
4 Gearseeker serpent, 1 Temur battle rage, 2 Ichor wellspring, 1 Muddle the mixture

In OTP: 3 Pyroblast, 2 Red elemental blast, 2 Hydroblast
Out OTP: 2 Muddle the mixture, 2 Ichor wellspring, 1 Temur battle rage, 2 Witching well

Spiegazione: il game on the draw è un game dove cerchi di controllare, il game on the play è il game dove cerchi di aggredire. Biscia di terzo è molto forte perchè costringe l’oppo ad avere una risposta, mentre le tue 5 blaste rosse ti permettono di controllare cosa risolve o meno. Questa però è una considerazione personale, spesso cambio anche cosa metto dentro in base a quello che vedo sopratutto in g2.

6-0-1

.

Turno 8: Mono G Elves di Munno Yuri 2-0

Vengo pairato con un giocatore che è perfect, ma devo giocare perchè rischio di non fare top con patta patta gli ultimi due turni.
G1 e G2 come da copione, dove lui non si fida ad attaccare e questo mi permette di assemblare la combo in maniera rapida, mentre il game seguente un krark clan shaman risolve il board e serpe chiude i conti.

Highlight della partita: io dispiaciutissimo di aver vinto e l’oppo che mi rincuora dicendomi anzi che è contento di aver perso.

In: 4 krark clan shaman 1 moments peace
Out
: 2 muddle 2 fling 1 biscia 

7-0-1

.

Turno 9: Tron di Moretti Alessandro ID

Pattiamo e giochiamo a Mazzone UG Arcani,dovrei scrivere un altro intero report per spiegare regole e analisi.
Highlight della partita: Matteo Acqua che se ne esce con un ‘Pensavo che Simonetta fosse una donna’.

7-0-2

.

Quarti: Mono G Elves di Bellinzoni Fabio 2-1

Sono in streaming e g1 tengo una mano bruttina, oppo invece tiene una mano sopra la media e quindi la partita si concede di lì a poco.
G2 e g3 vedo krark clan shaman nei momenti chiave della partita.

Highlight della partita: lui che tira una creatura morphata che mi mette in crisi perchè pensavo fosse chissà quale bomba dal side, ma poi scopro essere un ranger scrutabetulla e ammetto di esserci rimasto un po’ male.

In: 4 krark clan shaman, 1 moments peace
Out
: 2 muddle, 2 fling, 1 biscia 

.

Semi: UR Faeries di Moretti Andrea 2-0

Imploro al mio oppo di pattare ma lui vuole giocare.
G1 mulligo pure a 5 quindi già mi pensavo con la testa sul cuscino, ma il mazzo è imbattibile e faccio biscia di terzo e biscia di quarto. 

G2 la partita va per le lunghe, faccio anche qualche cappella tappandomi out per atog + prisma con hydro in mano e lui risponde con Gorilla shaman che mi prende 4 terre.
Vinco chiudendo di fling protetto da pyroblast con lui forse un po’ troppo deep nella sideata visto che mi ha giocato contro Swirling Sandstorm e Relic of Progenitus.

Highlight della partita: Lorenzo Fantera in chat su twitch

In: 3 Pyroblast, 2 Red elemental blast, 1 Gigadrowse, 2 Hydroblast
Out: 4 Gearseeker serpent, 1 Temur battle rage, 2 Ichor wellspring, 1 Muddle the mixture

 

Final: Tron di Moretti Alessandro

Chiedo a Moretti se vuole splittare e lui chiede a Casotto se può splittare, Casotto risponde che può fare quello che vuole; da lì si scatena una scenetta divertente dove Moretti non aveva la minima idea di quello che volesse fare, andando in stand by per circa 10 secondi.
Poi hanno prevalso buon senso e l’amicizia: abbiamo splittato. 

 

Conclusioni

Risulto vincitore solo per il buon cuore di Alessandro Moretti, che mi ha concesso il privilegio del primo posto ed è quindi la prima persona che voglio ringraziare in questo report, perchè oltre a essere un ottimo player è un soprattutto un buon amico.

Un altro sentito ringraziamento va ai membri della 7a, perchè prima di essere i capi mondiali del Pauper (ICE), sono dei grandi amici. 

Un particolare ringraziamento anche a Sapo, Moroni e Pirovano, organizzatori della Lega Pauper Milano, che non solo hanno creato una splendida community dove giocare il giovedì sera è un piacere, ma sono anche delle persone dal cuore d’oro.

Infine voglio ringraziare davvero la persona che piu’ di tutte ha reso la giornata del Paupergeddon Milano 2020 veramente piacevole, ovvero la bellissima ragazza che sta leggendo questo report.

In Lega, uno sciacallo.
Al Geddon, un predatore.